31 agosto 1997, addio lady D.

Diana5

Faccio fatica a parlare degli ultimi mesi del 1997 e non per via della morte di lady Diana. Diciamo che non è stato un periodo entusiasmante. È finita un’epoca e ne è iniziata un’altra, di transizione, che è durata sei anni, sei lunghi e complicatissimi anni. Ma quel 31 agosto 1997, benché retrospettivamente parlando fosse chiaro che di nubi all’orizzonte ce n’erano parecchie, sembrava tutto tranquillo. O quasi. In effetti ho pochi ricordi di quella estate, ma uno è scolpito nella mia mente: la telefonata, nelle prime ore della mattina, che mi avvisava dell’incidente a Parigi, sotto al ponte dell’Alma. Allora, e oggi sembra davvero strano che ci sia stato un tempo in cui non potevamo accedere liberamente a tutte le notizie del mondo, si potevano solo aspettare i tg che ovviamente si sono scatenati.

Addio lady D

Nei giorni a seguire è stata una sarabanda di commenti, chiacchiere, congetture, rievocazioni di quello che poi è risultato non essere il “matrimonio del secolo”, analisi del rapporto suocera-nuora, marito-moglie fra corna, dispetti, tradimenti e crisi, del matrimonio e dell’istituto monarchico in sé. Il tutto condito da uno degli sport preferiti dall’umano genere: la caccia al colpevole. In questo caso era anche facile perché il capro espiatorio stava lì a disposizione, senza neanche cercare tanto in giro. La regina, Carlo, l’infernale macchina del sistema? No, assolutamente no. Diana, la compianta «principessa del popolo» (che io ancora mi domando come sarà venuto in mente a Tony Blair di definirla così?!?) è stata uccisa dai giornalisti, vampiri assetati di sangue, notizie e scoop. Facendo parte della categoria ci sono rimasta un po’ male anche se so che alla fine, qualsiasi cosa accada, è sempre colpa dei giornalisti *.

Gli anni mi hanno dato ragione. Su Diana, non sui giornalisti. Pur con tutto il rispetto dovuto ad una donna morta giovane e pure tragicamente, lady D. è stata e resta una persona con pregi e difetti, difficile da santificare tout court. Ha incontrato madre Teresa di Calcutta, si è impegnata in alcune associazioni, ha aderito alla campagna sulle mine antiuomo, ma nello stesso tempo ha ampiamente dimostrato di essere una donna manipolatrice, instabile e dalla personalità multipla. E nel vespaio che poi è diventata la sua vita, ci si è cacciata da sola perché, ragazzina giovane, ingenua, inesperta, con pochi interessi e zero cultura/istruzione, le era piaciuta molto l’idea di sposare il principe di Galles e diventare regina. Alzi la mano chi non si sarebbe fatta abbagliare da una simile prospettiva, dall’idea delle feste, dei gioielli, dei palazzi, ma come spesso accade in questi casi lo sguardo va poco oltre il velo nuziale.

Dal punto di vista editoriale la breve esistenza e le mirabolanti imprese di lady Diana Spencer principessa del Galles, sono state una miniera d’oro. In questi anni ho letto quasi tutto, perché la storia, ammettiamolo, è intrigante, ma ne sono uscita sempre profondamente delusa. Per questo motivo avevo rimandato sine die l’acquisto di “Lady Diana chronicles” di Tina Brown, ma alla fine con l’uscita dell’edizione economica ho deciso di fare l’investimento. Il libro è una inchiesta in puro stile giornalistico e, soprattutto, è obiettivo. Ci vuole talento (la Brown che è stata giovanissima direttrice di Vanity Fair e poi del mitico The New Yorker) determinazione e passione non comune per il giornalismo per prendere una vicenda abbondantemente saccheggiata dalla stampa scandalistica, già raccontata da maggiordomi, astrologhe, segretarie, ex amanti, e trasformarla in una storia magnetica, forse scioccante, dai risvolti di una modernità inquietante.

Lady D. non ne esce come una martire, ma neanche come una psicopatica, e l’analisi attenta e profonda del suo back ground ci consente di capire molti aspetti, apparentemente inspiegabili, della sua intricata personalità. Imprescindibile (e per la prima volta accuratamente illustrata anche ad un pubblico di profani) l’illustrazione dei complessi riti sociali e di casta dell’aristocrazia inglese della quale lady Diana era un prodotto. Educata con l’obiettivo del “matrimonio perfetto” e con il mito della famiglia reale, Diana si è inventata un amore che non esisteva e si è trovata rinchiusa in una vita non di suo gradimento. Non intellettuale, poco colta, ma abilissima nelle p.r. si è quindi costruita una magnifico culto della personalità, che è diventato l’obiettivo della sua esistenza, perseguito con accanimento fino all’ultimo giorno della sua vita. Ma c’è di più il libro su lady Diana non è solo il resoconto, spesso impietoso, di quello che è successo a una giovane donna che ha visto il suo principe trasformarsi in rospo. È lo spaccato di un decennio in cui la violazione sistematica della privacy è diventata il rovescio della medaglia della fama e della celebrità. «È stata lady Diana a dare l’avvio a questo fenomeno, nel 1995, con la coraggiosa intervista televisiva concessa a Martin Bashir della Bbc. Ha detto alla famiglia reale inglese che era distante dalla gente. Nessuno si era mai permesso, prima, di criticare in pubblico la regina d’Inghilterra», ha spiegato la Brown in una intervista. Diana ha inconsapevolmente tracciato una strada, ma lei stessa non l’ha percorsa in modo onesto. Lo sta facendo, invece, suo figlio William che sembra aver preso il meglio dei due genitori e ha capito come mescolare vita da royal e normalità, tradizione e senso del dovere, mistero della monarchia e vicinanza ai sudditi.

Adesso che siamo arrivati al quindicesimo anniversario della morte c’è da chiedersi se e come verrà celebrato/ricordato. A Londra Diana l’hanno già messa nel percorso specifico dedicato alle “principesse tristi e infelici” (a Kensington Palace), da fare eventualmente dopo quello dedicato alle “principesse decapitate” pensando che si dai in fondo le è andata anche bene, Enrico VIII le avrebbe di sicuro fatto tagliare la testa. Ma a parte l’ennesimo film (con Naomi Watts sui due ultimi anni di vita della principessa) non ci sono altre novità all’orizzonte. Comunque con un mesetto di anticipo – D del 28 luglio – Guia Soncini ha acidamente detto la sua e per quanto io non ami più molto le sue saccenti esternazioni (anni fa la sua rubrica su D era assolutamente geniale, con pezzi come quello su “Luciano il telefonista”) , devo dire che stavolta condivido quasi il suo pezzo “Perché Marilyn è per sempre (e perché tutte le altre no)”. Specie il lungo capoverso su Diana, la cui parabola, secondo Guia ci è semplicemente «venuta a noia subito dopo la botta emotiva a cadavere caldo». Lady D. era «la copia di mille riassunti… Una bionda fragile. Un’icona infelice. Una bellezza da copertina con infanzie difficili dietro il sorriso insincero, ma luminoso» quindi serviva. Ma da morta rileva Guia i rotocalchi a proposito di miti del genere sono già a posto. L’altra Marilyn appunto è meglio e fra l’altro quest’anno sono 50 anni dalla morte. Che Diana quindi riposi in pace.

 ps per chi volesse capirne di più sul mondo da cui Diana proveniva consiglio di leggere “Snob” di Julian Fellowes un romanzo irresistibile, piacevole e scritto divinamente che celebra, appunto, lo snobismo inglese e il «futile mondo di duchi e duchesse, marchesi e governanti».

 * alcuni anni fa nella città in cui vivo un noto medico ha finto un allarme bomba all’aeroporto per fermare la sua amante in partenza per le vacanze. Qualche giorno dopo un signore mi ha fermata e mi ha detto «tutta colpa vostra».

Nel 1985 Diana e Carlo hanno fatto un trionfale viaggio lungo la penisola e in in Sicilia… se volete saperne di più cliccate qui.

Qui invece la storia di uno dei diademi portati da Diana, la lover’s knot tiara 

Comments ( 98 )

  • Laura

    Agosto 29, 2012 at 7:42 pm

    Bellissimo post : come sempre, Marina, hai fatto centro nella descrizione del personaggio. E poi, fatemelo ripetere visto che ho la fissa dell’istruzione, cosa si pretende quando ancora negli anni Settanta si mandavano le fanciulle di buona famiglia e da marito nelle finishing school ?

  • anonimo

    Agosto 29, 2012 at 8:30 pm

    Sono molto contenta che Marina sollevi la inadeguatezza culturale della persona e che Laura sia d’accordo.
    Solo ieri quando sotto altro post ho scritto che era una immatura viziata poco equilibrata avevo anche scritto che se avesse letto quaqlche libro in più..se avesse in avuto interessi culturali approfonditi, forse si sarebbe salvata. Salvata anche dal correre dietro a ogni pantalone, avrebbe avuto più armi e consapevolezza di sè..Ma ho cancellato, non volevo infierire.
    Comunque va detto che tradizionalmente la nobiltà inglese non si curava molto della cultura delle figlie, erano solo educate alla caccia del miglior partito, e poi
    ” che il teatrino continui”, ma che sia credibile.Magari il figlio maggiore del confinante, quando si hanno già notevoli proprietà, erede del titolo poi..
    So quel dico, credetemi.
    Bel lavoro come al solito, Marina.

  • elettra

    Agosto 29, 2012 at 9:14 pm

    @Marina , non lo è, ma se fosse possibile dirlo…hai superato te stessa!…si sente che la cosa ti ha molto coinvolto e tutti ci ricordiamo quella telefonata mattutina, la mia fu alle 7 da parte di mia suocera
    Oggi pomeriggio senza sapere che avresti scritto questo articolo, ho riguardato tutto il matrimonio

    http://www.youtube.com/watch?NR=1&feature=endscreen&v=zgmpgvf1O44

    se avete più di un’oretta riguardatelo…si vedrà la faccia disperata di Carlo al momento del suo arrivo alla cattedrale e sembra, dall’espressione, che Andrea gli mormori parole di conforto…questo viso un po’ “perso” dura per tutta la cerimonia e Carlo lascia la sposa velata, per quasi tutto il rito, come se si fosse dimenticato di scoprirla…tutto il contrario del figlio che ha subito alzato il velo di Kate!…Diana muove nervosamente le mani, sulle quale compare il famoso zaffiro che oggi è di Kate….i due sposi raramente si rivolgono lo sguardo e delle parole… e tutti non dimostrano nessuna spontaneità, l’unica sorridente è la Queen Mum
    Mi ricordo che per seguire le nozze non ero neppure andata al mare, ma tutto ciò mi era sfuggito….forse ero più giovane anch’io e tutto potevo pensare,ma non che questa unione cominciasse sotto i più neri auspici, anzi! proprio in quel viaggio in Italia, i due sembravano affiatatissimi…lei rideva alle battute di lui e lui raccontava piccoli episodi divertenti, della loro vita coniugale…mi ricordo che in uno di questi lui spiegava come la moglie gli dicesse che non aveva niente da mettere per un’ occasione, gli chiedesse un consiglio e poi faceva tutt’altro….proprio come te e me , commentò mio marito! Tutto sembrava molto normale e bello…mi dispiace ancora tanto che sia morta, anche se proprio la morte le ha regalato l’immortalità, così come ,fu infatti per Maryline Monroe….il morire giovane è il prezzo da pagare…se fosse vissuta, oggi, avrebbe le zampe di gallina o si sarebbe fatta tirare…….se fosse vissuta e invecchiata, e nessuno probabilmente si preoccuperebbe di lei
    @Marina…per carità!!!!…non trascrivere più certe ricette e, in particolare, certi menu siciliani, che mi hanno fatto ingrassare solo a leggere…la pasta con le sarde! il pesce spada e per finire cannoli e cassata…mi sto sentendo male ,anche se ho cenato!

  • Laura

    Agosto 29, 2012 at 10:52 pm

    @Elettra : grazie per il link , io avevo visto tempo fa una versione piuttosto sgranata di nozze. In effetti e’ strano che la sposa sia stata per quasi tutta la cerimonia a viso coperto. Per quanto ne so in genere e’ il padre della sposa che scopre il volto (cosi’ ha fatto il padre di Kate) e credo che cio’ avvenga quando il prete chiede : “Chi porta questa donna ?” e il padre avanza e dice “sono io” e la scopre. In questo caso la “svelatura” mi pare sia avvenuta quando tutti sono andati nella cappella laterale per le firme quasi alla fine della cerimonia.
    Curiosa l’andatura traballante del conte Spencer forse non stava bene (spero non fossero effetti del whiskey) addirittura all’ingresso della chiesa c’e’ una persona che lo sostiene per poi passarlo a Diana.

  • Dora

    Agosto 29, 2012 at 11:48 pm

    qualche riflessione vedendo i primi minuti del video del matrimonio di c&D

    cappellini paglia: o che siamo ad una fiera in campagna??? no, dico io!!!!

    le damigelle erano in palese difficoltà col velo e il vestito, inoltre una volta entrata sembrava un cavallo da esibizione…

    filippo sorrideva

    carlo sembrava vagamente interessato, come se si stesse sposando uno sconosciuto

    Diana aveva una mano da bambina e la sua voce non si sentiva per niente

    il padre di diana barcollava di brutto! si vedeva che era malato

    la soprano solista sembra un clown rivestito

    musiche stupende

    zara è identica alla madre da giovane (un pò più robusta forse…

  • Rita

    Agosto 30, 2012 at 8:35 am

    Un anniversario significativo.
    Sono trascorsi quindici anni e il fantastico giubileo di Elisabetta ci ha dimostrato cosa sia la “regalità ” e come si esprima, nel tempo e attraverso le vicissitudini inevitabili della vita, un’esistenza improntata ad un ruolo, privilegiato finchè si vuole ma maledettamente scomodo nello stretto abito dei doveri, interpretato con stile e profondo senso istituzionale.
    Una lezione postuma

  • paola (baldanzi)

    Agosto 30, 2012 at 10:26 am

    Al di là dei suoi meriti e dei suoi limiti, quando si parla di lady Diana provo una forte sensazione di dolore e di angoscia.
    Ho visto una parte del filmato indicato da Elettra (ma sei diventata bravissima nel postare i link!) e l’ho trovato malinconico e commovente, se si pensa a come è finita la cosa, al fatto che Diana se è andata prematuramente e molti altri, come i suoi genitori, non ci sono più. è vero che Carlo aveva un’aria mesta, ma all’epoca si pensava fosse l’emozione del matrimonio. Lessi che il vescovo che officiò la cerimonia ( o un altro vicino a Carlo, non ricordo) lo trovò molto depresso poco prima delle nozze e pensò “l’opinione pubblica pensa che questi matrimoni siano qualcosa di meraviglioso e invece non si immagina la sofferenza che c’è sotto”. Quando lessi questa cosa diversi anni fa mi colpì molto. D’altra parte Diana aveva creduto di sposare il principe azzurro che oltre che darle un trono l’avrebbe amata. Però poco prima delle nozze aveva scoperto che Carlo era legato a un’altra donna, ma le sue sorelle le dissero “ormai hai la foto su tutti i piatti e bicchieri del regno, non puoi tirarti indietro!”. Un’unione nata male e già condannata dall’inizio e i due interessati non ce l’hanno fatta nemmeno a trasformare questo falso amore in amicizia e rispetto.

  • marina

    Agosto 30, 2012 at 2:46 pm

    insomma vai a vedere che ha ragione la Soncini, mi sa che il mito non è più tanto mito e che altre sono le icone. mi aspettavo un diluvio di commenti almeno sulla pagina Facebook del blog, ma niente, quasi vuoto.
    grazie a tutti per i complimenti, siete forti e mi aiutate sempre ad essere forte anche se in questo periodo fra caldo e scadenze del 101 marche non è andata molto bene. dicevo a qualcuno che nei giorni trementi avevo la concretazione di un criceto del tipo mi metto davanti al pc e mi sparo.
    @ Laura grazie, si concordo con te e l’istruzione non è una fissa. lei era proprio ai minimi sindacali e per carità va anche bene così, ma come ho scritto su ricettereali basta guardare che faccia aveva alla Scala quando le hanno fatto sentire tutta la Turandot. cioè lei e Carlo in comune avevano zero. la cosa del velo credo sia anglosassone, qua mai vista, ma in Inghilterra non so se c’è la parte “chi dà questa donna?”
    @ mi sa che sei nicole, infierisci, infierisci 😉
    @ elettra 😀 😀 e grazie per il link;
    @ Dora il padre di Diana aveva avuto un grave ictus qualche tempo prima ed era ancora piuttosto provato. lei poi ha raccontato che preticamente le si è appeso al braccio;
    @ Rita grazie per il commento. una lezione postuma, da questa tragedia i Windsor hanno imparato un nuovo modo di fare i reali e credo che il frutto migliore sia William;
    @ Paola è vero neanche sono riusciti a trasformare il tutto in amicizia, potevano forse, ma credo che lei fosse molto amareggiata, anzi infuriata e anche molto impulsiva. e non ha pensato al male che stava facendo ai figli.
    se ripenso a quel matrimonio mi commuovo, è stato così bello, ero così giovane – siamo coetanee con Diana – ci hanno raccontato tante balle così bene che tutte noi siamo state folgorate dalla favola.
    non mi ricordo se vi ho mai detto che nel fondo del mio cuore ho sempre sognato un abito da sposa come quello di Diana, magari con meno pizzi, ma in forma di crinolina si. poi la prima volta che mi sono sposata non era il caso, nozze civili, semplici, la seconda avevo 45 anni e idem non mi pareva il caso. in entrambe le occasioni ho messo abiti che non mi hanno convinta fino in fondo.
    poi nel 2010 ho iniziato a ballare le danze dell’Ottocento e mi sono messa un abito di metà Ottocento, crinolina ampia, corpetto, e… santo cielo stavo benissimo, spariti i difetti – molti -, evidenziati i pregi – pochi. e lì mi sono maledetta perché se avessi avuto coraggio avrei avuto un abito da sposa proprio così. 🙂

  • Rosanna

    Agosto 30, 2012 at 4:12 pm

    io l’adoravo accidenti. Leggevo tutto quello che trovavo su di lei ed ero dalla sua parte ora però non so se è perchè un pò sono cresciuta vedo tutto quello che ha combinato dalle interviste ai ripetuti tradimenti.. e non è che mi piaccia più così tanto (beh ancora mi piace e sono arrabbiata che sia dovuta morire).
    Mi è successa la stessa cosa dopo “l’infatuazione” per Sissi.
    Oh che commento sconclusionato spero di aver azzeccato almeno le basilari regole dell’italiano

  • elettra

    Agosto 30, 2012 at 4:58 pm

    @ Oh Marina…mi dispiace tanto per il tuo abito da sposa…purtroppo a certe cose non si può rimediare…ho già raccontato del mio bouquet, ma non è stata l’unica cosa che andata male….tutta la giornata, tranne la scelta del marito, è stata contro la mia volontà……..fortunatamente almeno il matrimonio, poi è andato bene , ma la rabbia di quel giorno resta, tanto che non guardo neppure le foto…..

    Come ti ho scritto su FB, circa il post, i nostri animi sono così coinvolti e così i continua contraddizione sull’argomento, che a volte è difficile dire tutto insieme…per esempio, la possibilità che i due potessero diventare amici, almeno per amore dei figli, come ha detto @Paola, non l’ avevamo mai preso in considerazione….forse penso che non ne abbiano avuto il tempo, perchè solo quello acquieta gli animi….come si dice?, il tempo è galantuomo, ed è vero! era solo passato un anno dal divorzio…troppo poco!
    Anch’io mi sono commossa a rivedere quelle immagini così lontane, ma ancora così vive nella mia memoria…anch’io ero tanto giovane, non era ancora nata neppure mia figlia, che ha qualche mese meno di William…sembrava un sogno collettivo…quella bella tiara , degli Spencer, che poi, appena divorziata fu negata a Diana!
    @Nicole
    @Marina
    @Laura
    Diana non fu scelta solamente perchè nobile e vergine, ma anche perchè era così poco istruita, preparata e anche un po’ vuotina, che tutti -Camilla compresa – pensarono che in questo modo, sarebbe stata eternamente grata di essere stata scelta e non avrebbe dato fastidio….ha il cervello di un canarino, disse Camilla, non ci disturberà…. e ho pensato anche a lei mentre scorrevano le immagini…due innamorati costretti a separarsi per la ragion di stato…lei che vede lui, baciare l’altra, che poi è la moglie, li vede partire per il viaggio di nozze,…è tutto molto crudele!
    Io non credo che corresse dietro a tutti i pantaloni….io credo che una donna tradisca solo per rabbia, in particolare quando ha dei figli che un domani la possano giudicare, senza capire…poi non so, magari mi sbaglio…..certo era giovane e aveva bisogno di essere amata…si è buttata anche in braccia sbagliate, che l’hanno tradita …poi era bella, e tutto ha contribuito…
    oggi credo che i figli abbiano capito, ma hanno capito anche il padre, che è stato ed è un buon padre
    Vedi Marina ,ogni volta vengono fuori argomenti nuovi …ci sarà sempre da dire su questa persona e su tutto quello che è successo!

  • rita

    Agosto 30, 2012 at 5:50 pm

    @Marina, il rimpianto per l’abito da sposa …principesco credo sia un tormentone della nostra generazione, parte della quale ha fatto una vera e propria scelta di rottura per l’abito bianco e ricco della tradizione, con tutto il suo carico di significati , primo fra tutti quello della libertà e della parità con l’uomo, come se fosse un abito quello che fa la differenza……

  • elettra

    Agosto 30, 2012 at 6:47 pm

    per me in ogni famiglia reale c’è una tiara che prediligo…la famiglia reale inglese ha un patrimonio privato così vasto ,che le mie amate sono tre: la tiara greca, di Alice di Battenberg, la tiara delle ragazze d’Inghilterra ed Irlanda e questa, la tiara Cambridge… l’associazione di questa, a lady D, è così grande che, penso che non la vedremo per un bel po’ assegnata a qualcuna….solo la regina, ma con molta parsimonia, ne ha fatto uso negli ultimi anni…sulla testa della bionda principessa era un incanto…le perle poi danno una luce particolarissima al volto e queste sono veramente delle piccole pere
    Ce ne sono altre, che si assomigliano molto, secondo la moda del momento in cui sono state fatte, io non le ho contate,Marina scrive che sono 5 , ma questa per me resta la più bella, per l’armonia tra la luce delle perle e quella dei diamanti, per per il volume e gli spazi tra un archetto e l’altro, per l’immagine definitiva c’è aria ,sostanza, luce, proporzioni e arte
    Diana dopo il divorzio in pratica restò senza nulla…non facendo più parte della famiglia reale la dovette restituire, così come quella Spencer…questa poi mi sembra proprio una cattiveria….siamo d’accordo non era più una Windsor, ma Spencer, quello sì..nessuno le poteva negare il suo cognome…ma siccome non era più utile all’immagine della famiglia, il fratello non gliela prestò più…poi dopo morta ritornata economicamente valida, ci ha costruito sopra la fortuna della famiglia

    @Marina …sono entrata dal calendario…da qui non si entra sul vecchio post!

  • elettra

    Agosto 30, 2012 at 6:55 pm

    A proposito della tiara Cambridge..le perle sono sostituibili a degli smeraldi , anch’essi di grandi dimensioni che Mary fece incastonare nella Vladimir Tiara…entrambe possono sfoggiare sia le une che gli altri…però mi sembra che siano ormai molti anni che ogni tiara conserva o le perle o gli smeraldi e siamo abituati a conoscerle così

  • Lady Vivian

    Agosto 30, 2012 at 11:53 pm

    Probabilmete Diana, specie negli ultimi anni della sua vita infastidiva tanto.
    Forse Diana non è stato un grande aquisto ( che ho letto da qualche parte ma non mi ricordo dove?) per la casa reale Inglese, certo pero’ che una volta morta Diana che aquisto ha fatto la casa reale Inglese?
    Camilla Parker Boweles’,
    Un donna gia’ sposta, divorziata, e con figli da un’altro uomo.

    Ho conosciuto persone con molta cultura ma poco intelligenti, e viceversa ho conosciuto anche persone con poca cultura ma molto intelligenti.

    Si dice spesso di una persona che è spiccatamente intelligente, oppure spiccatamente romantica ma anche spiccatamente forte o decisa etc.. etc..
    Ma è impossibile trovare una persona che possa vantare tutte queste qualita’ insieme.

    Sono tanti anni,
    che quando posso viaggio,
    viaggio e conosco persone e attraverso questi viaggi provo a conoscere anche me stessa.
    Credo, sinceramente, che le persone sono fatte dalle mani che si danno, dalle PROMESSE CHE CI LEGANO, e credo che l’amicizia sia un valore assoluto, oggi, nel mondo
    e nella nostra anima.

    Viviana

  • Lady Vivian

    Agosto 31, 2012 at 3:48 am

    Fai un atto di bonta’, casuale, e stai sicuro che un giorno qualcun altro potrebbe fare lo stesso per te.

    Diana Spencer

    NOME
    Diana Frances

    NOME COGNOME DEL PADRE
    Lord Jhon Spencer 8° conte Spencer

    NOME E COGNOME DELLA MADRE
    Lady e Viscontessa, Frances Bounke-Roche, discendente diretta del Re Carlo I Stuart (1600-1649).

    NOME E COGNOME DELLA MATRIGNA
    Raine Cartland, Contessa di Dartmouth, figlia unica della famosissima romanziera Barbara Cartland.

    NOME E COGNOME DELLE SORELLE E DEI FRATELLI

    Diana ha solo due sorelle maggiori:
    Lady Sarah & Lady Jane
    e un fratello minore,
    è Lord Charles.

    DATA E ORA DI NASCITA
    Diana è nata il 1 luglio 1961 alle ore 19,45

    DATA DI BATTESIMO
    era il 30 Agosto del 1961 nella chiesa di St.Mary Magdalene a Sindrigham.
    Il suo padrino fu’ lo zio Winston Churchil Leonard Spencer.

    LUOGO DI NASCITA
    Parkhouse, Althorp che dovrebbe essere a circa 130 KM da Londra a nord- ovest.

    NAZIONALITA’
    Inglese

    RESIDENZA
    Prima a Althorp e poi in seguito a Londra

    RESIDENZA DOPO LA NASCITA
    Ho detto prima a Palazzo Spencer, Althorp Park, proprieta’ Spencer, poi Londra.

    RESIDENZA PRIMA DEL MATRIMONIO
    Appartamento di Coleherm Court di Londra

    DATA DEL PRIMO BACIO
    e’ tenuto segreto..

    E ALLORA DATA DELLA PRIMA RELAZIONE SESSUALE
    30 Luglio 1981 credo:) almeno Diana ha detto cosi’?

    IL NOME E COGNOME DI COLUI CON IL QUALE HA AVUTO LA PRIMA RELAZIONE SESSUALE
    ma che stuppidagini mi dici, il proprio marito Carlo Windsor

    STATO CIVILE
    Coniugata, separata, divorziata, nubile e poi morta.

    DATA DEL MATRIMONIO
    29 Luglio 1981

    RESIDENZA DOPO IL MATRIMONIO
    Villa Highgrove e Kensington Palace di Londra

    NOME DEL CONIUGE
    Charles, Philips, Arthur, George

    COGNOME DEL CONIUGE
    Hannover-Sassonia-Coburgo-Gotha-Mountbatten-Battenberg-Windsor

    TITOLI EREDITATI DAL CONIUGE
    Principe di Galles erede al trono Britannico

    PROFESSIONE DEL CONIUGE
    Ohhh ma che palle, cavalcare i cavalli, pescare da solo con la canna sul fiume e parlare con le piante.

    NON DEVE PARLARE COSI’, MI DICA GLI HOBBY DEL CONIUGE?
    Donnaiolo,Bissessuale e caccia spietata alle volpi.

    CARATTERISTICHE MOLTO NEGATIVE DIREI, ALTRE CARATTERISTICHE?
    egoista, menefreghista di tutto e di tutti e felice di vedere soffrire altra gente.

    BASTA!
    NON SI PERMETTA DI DIRE ALTRO!
    CHI E’ STATA LA NEMICA NUMERO 1 DI DIANA.

    forse lei stessa, ma piu’ precisamente Camilla Parker Bowles’, sempre e costantemente presente, prima e anche dopo la morte l’amante perenne di Carlo.
    …questa donna ha distrutto il mio matrimonio

    DATA DELLA SEPARAZIONE
    9 Dicembre 1992

    DATA DEL DIVORZIO
    28 Agosto 1996

    RESIDENZA DOPO LA SEPARAZIONE E DIVORZIO
    Londra, Kensington Palace, appartamenti n°8 e n°9.

    FIGLI, QUANTITA’ E SESSO
    Diana ha solo 2 figli, entrambi di sesso maschile

    NOME DEL PRIMO FIGLIO
    William,Arthur,Philip,Louis, Mountbatten-Windsor-Spencer (Guglielmo) nato il 21 giugno 1982

    TITOLO DEL PRIMO FIGLIO
    Principe di Galles secondo erede al trono britannico, dopo Carlo.

    NOME DEL SECONDO FIGLIO
    Henry, Charles, Albert,David, Mountbatten-Windsor-Spencer ( Enrico) è nato il 15 settembre a Londra.

    TITOLO DEL SECONDO FIGLIO
    Principe di Galles anche lui, terzo erede al trono britannico dopo il fratello William.

    grazie Lady Vivian

  • marina

    Agosto 31, 2012 at 9:09 am

    anche se non capite il francese guardate le foto
    http://www.parismatch.com/Royal-Blog/

    ho cercato anche su un altro magazine notissimo e con belle foto Hello! e il ricordo è concentrato sulla sua eredità, cioè i figli
    http://www.hellomagazine.com/royalty/201208299104/princess-diana-15-years/
    ormai tutti sono concentrati su Kate.
    http://www.hellomagazine.com/

    che abbia ragione la Soncini?

    ps ommioddio è sparito myroyals

  • Ale

    Agosto 31, 2012 at 11:59 am

    a me non ha mai entusiasmato molto la figura di diana, forse è anche perchè io avevo sei anni quando è morta e ho approfondito l’argomento solo tanti anni dopo. sono rimasto molto colpito quando ho letto che una suora un giorno chiese a madre teresa perchè permettesse che diana le si avvicianasse, visto che lo faceva solo per averne un ritorno di immagine; la santa rispose che ne era consapevole ma che lo faceva per riportare l’ex principessa sulla buona strada.
    mi sono reso conto che di una cosa non si parla mai, del rapporto che hanno i figli di carlo con camilla, voi ne sapete qualcosa? dalle foto e dai video sembra buono, anche perchè camilla secondo me è intelligente e avrà costruito al meglio il suo rapporto coi due ragazzi. trovo che sia molto adatta per carlo, ha saputo col tempo ritagliarsi anche il suo posto all’interno della famiglia reale e ultimamente è stata anche apprezzata dai sudditi.

  • Ale

    Agosto 31, 2012 at 12:02 pm

    @marina è vero è sparito myroyals, peccato prendevo molte foto. da quello che ho letto dai link è stato oscurato o cancellato perchè potrebbe non aver rispettato delle regole o perchè qualcuno gli ha fatto causa per la privacy. speriamo che ritorni, era comodo per recuperare le foto.

  • Ale

    Agosto 31, 2012 at 12:21 pm

    non so voi ma a me piace molto raccogliere foto da internet dei vari reali, praticamente da due anni ho creato una specie di archivio diviso per dinastie in cui raccolgo immagini di stemmi, palazzi, carrozze, gioielli, onoreficienze, documenti, foto e ritratti. tutto questo per dirvi che lunedì viaggiando a caso per il web ho trovato un sito che vende foto in cui ci sono tutte le case reali. ci sono molte immagini e foto anche di principi non di primo piano, per me è stata una manna dal cielo.

    http://www.akpool.co.uk/categories/32827-postcards-aristocracy-monarchy

    immagino sappiate come copiare una foto da internet, quindi se c’è qualcun altro che raccoglie foto come me gli consiglio questo sito molto molto fornito.

  • LadyF

    Agosto 31, 2012 at 12:23 pm

    Annata infausta anche per me, mia madre è morta il 5 Maggio dello stesso anno e il 31 Agosto sarebbe stato il suo 29 anniversario di nozze con mio padre.

    Le nozze del Secolo le ho vissute da bambina, romanticismo e crinoline….col senno del poi non mi stupisce il naufragare di Diana.

    Che vita ti si prospetta quando scopri che la tua carrozza è diventata zucca ancor prima di uscire dalla rimessa e che il tuo Principe Azzurro se la fa da secoli con Grimilde, in qualche modo coperto da tutta la Corte?

    Per me se la son cercata.

    Dovevano trovare una brutta titolata, parlare chiaro e forte e il Dumbo di Corte sarebbe stato ancora sposato con una docilissima Lady e contorniato di figliolanza meno “turbolenta” (forse…).

    Grimilde non sarebbe Duchessa di Cornovaglia ma di corna si sarebbe occupata ugualmente.

  • Martina

    Agosto 31, 2012 at 12:32 pm

    Bellissimo post Marina, sei riuscita a centrare alla precisione quello che penso anche io. Quando si sono sposati non ero neanche nata quindi non ho vissuto questo matrimonio da “favola” e anzi le foto che ho visto anni dopo mi hanno dato l’idea di qualcosa di pacchiano ma c’è da dire che erano gli anni ’80 e in quel periodo anche la donna più elegante e fine del mondo poteva sembrare un clown. La storia di Lady D l’ho conosciuta quando è morta e in modo più attento solo negli ultimi anni, quello che ho dedotto è che era una persona molto triste e per questo mi dispiace, ma si cercava anche larga parte di questa tristezza da sola, Carlo da parte sua non era innamorato di lei e quindi anche lui, se vogliamo, non sarà stato così felice di sposare questa ragazzina per la quale non provava nulla.Vedendo i filmati del fidanzamento e delle nozze ora, si capisce chiaramente che sarebbe stato un matrimonio fallimentare. Diana effettivamente aveva una doppia personalità, non voglio credere che quando prendeva parte alle varie iniziative umanitarie non fosse sincera, ma certamente cercava di sfruttarle a suo vantaggio per attirare i cuori della gente comune e rendere antipatica la famiglia reale, gioco che ha sempre provato a fare ed era spesso lei a chiamare i giornalisti e i paparazzi per farsi vedere in un determinato posto, è andata a finire in una cosa più grande di lei. Mi dispiace per una giovane donna e madre morta, ma non posso darle quell’aria di mito che le danno ancora molte persone.

  • anonimo

    Agosto 31, 2012 at 1:22 pm

    Anche a voi è sparito il sito ”myroyal-myroyals” blog ???
    ps: molto bello e interessante il commento di Marina!

  • elettra

    Agosto 31, 2012 at 2:02 pm

    Ma questo oscuramento di Myroyals è una vera !!!!!!
    se qualcuno ,in futuro riuscirà a collegarsi, per carità !, lo comunichi a tutti, please!!!!!!!

    @Ale ….WOW bellissimo link! ma se cerchi una foto, come fai? mica dovrai sfogliare tutte e 200 le pagine!?

    @LadyF……AHAHAH!!!!!!!!una brutta, titolata e MOLTO accondiscendente…..!!!!!!!!
    Il Dumbo di corte?…ahahah!
    Forse ora una famiglia tranquilla , ma veramente brutta, con eredi bruttissimi….e in tutte le altre corti?Tutti principi ereditari infelici e con brutte mogli, ma nobili!
    unica nota positiva …non ci sarebbe stata la Leti!
    ma per il resto, dai! che depressione!

  • elettra

    Agosto 31, 2012 at 2:05 pm

    …una vera CATASTRoFE!,…volevo scrivere….

  • Ale

    Agosto 31, 2012 at 3:06 pm

    intanzo ringrazio ancora tutti per la vicinanza, non so se avete visto il mio commento sul post di guillame del lussemburgo (visto che probabilmente non è comparso nei link degli ultimi commenti).
    @elettra eh si sono tante foto, per fortuna sono divise per paese di provenienza. però basta mettere 100 o 50 foto per pagina, in modo da avere solo 4 o 5 pagine. ho trovato molto interessanti quelle italiane dove ci sono tante immagini anche dei borbone-parma e dei borbone delle due sicilie che di solito non sono facili da trovare.

  • elettra

    Agosto 31, 2012 at 4:47 pm

    @Ale…grazie ..ho capito….poi ci provo…ho imparato troppo tardi ad usare il PC e sono un po’ tosta di comprendonio
    Ho letto i tuoi ringraziamenti…..Socrate diceva che nessuno muore, finchè resta nel ricordo e nell’amore degli altri, ed è un po’ vero…vedrai che questo tuo bel rapporto ti accompagnerà tutta la vita

  • paola (baldanzi)

    Agosto 31, 2012 at 5:10 pm

    @Ale, il tuo sito è molto interessante, però di difficile consultazione, o forse ancora non ho capito bene io… cioè se cerco un personaggio o una famiglia il metodo è scrivere nella casella in alto il nome e poi digitare search, giusto? ma non capisco perchè di alcuni personaggi vengano fuori le immagini e di altri no, anche se poi di questi secondi immagini ce ne sono.

    un altro sito dove trovare delle belle foto di royals, ma solo di donne è
    http://www.gogmsite.net/

    scorrendo in fondo si può cliccare sull’epoca scelta e poi, cliccando sull’icona del personaggio, viene fuori l’album o la singola foto.

    è un peccato che Myroyals sia stato soppresso, chissà come mai, speriamo che sia riattivato. Tra l’altro non ho mai capito come faceva l’organizzatore ad avere subito tutte quelle foto!? cioè appena c’era un evento, zac! le foto

  • Laura

    Agosto 31, 2012 at 5:11 pm

    Per consolarvi della sparizione di Myroyals ecco un sito che consulto spesso con bellissime immagini.

    http://royalwatcher.tumblr.com/

    Purtroppo sono tutte gettate un po’ alla confusa non capisco secondo quale criterio pero’ sono sempre molto belle

  • paola (baldanzi)

    Agosto 31, 2012 at 5:25 pm

    proprio nel sito che ho indicato sopra ho trovato questa foto:

    http://www.gogmsite.net/russian-style-in-the-bustle/princess-dagmar-of-denmark-/1888-dagmar-and-nicky.html

    guardate se Maria di Russia e il figlio Nicola non sembrano fratello e sorella anzichè madre e figlio! Maria, nata Dagmar di danimarca, rimase giovane molto a lungo, come sua sorella Alexandra (regina consorte del regno unito).

    a proposito di Diana, volevo aggiungere che se è vero che gli interessi culturali e l’istruzione sono un’arma in più per affrontare la vita, i disastri esistenziali e le pene d’amore rimangono gli stessi per tutti. Purtroppo quando ci sono in ballo i sentimenti, l’istruzione e l’intelligenza servono a poco, perchè è l’emotività che la fa da padrone. Comunque la frase riportata da Elettra in cui Camilla avrebbe detto che Diana aveva un cervello da canarino e così sarebbe stata inoffensiva, mi sembra molto crudele (ma l’avrà detto davvero?).

    @Elettra, sul fatto che gli uomini tradiscono perchè cacciatori e le donne invece, porelle, solo per rabbia o per rivalsa abbiamo già avuto una bella discussione (lo dico con molta simpatia nei tuoi confronti :)) Io non vedo le donne così innocenti… ma ecco Camilla dove la metteresti a questo proposito? dato che c’era pur sempre un marito di mezzo, mi sembra che lei abbia saputo gestire la sua vita sentimentale e sessuale con molta spregiudicatezza, a riprova che questa non è una facoltà unicamente maschile.

  • Ale

    Agosto 31, 2012 at 7:27 pm

    @paola non saprei, io per esempio sono andato per nazione e ho copiato quelle che mi interessavano. altro particolare interessante è che una volta che clicchi sulla foto che desideri, non solo questa diventa più grande ma passandoci sopra il mouse è come se si passasse sopra una lente di ingrandimento, molto utile per notare dettagli di uniformi o medaglie.
    @paola grazie per il link mi è già tornato utile 🙂

  • elettra

    Agosto 31, 2012 at 7:47 pm

    @Paola…quella ipotetica frase di Camilla era riportata dal Corriere della Sera nei giorni della morte di Diana….era veramente brutta, tanto che oggi, dopo 15 anni, ancora la ricordo…speriamo che non l’abbia detta, ma nei giorni del loro fidanzamento e matrimonio doveva essere, comprensibilmente, molto rabbiosa anche lei
    Mi ricordo la discussione sulla fedeltà delle donne e ti do ragione…forse scrivo così, perchè sarebbe stata l’unica cosa – l’ infedeltà del coniuge – che mi avrebbe fatto molto infuriare tanto da pensare di rendere pan per focaccia… avendo due figli, non l’avrei mai fatto, per rispetto a loro e a me , ma il pensiero mi sarebbe venuto, lo ammetto!

    Ragazzi speriamo torni Myroyals…i vostri link sono molto belli, li ho già messi nei preferiti, ma devo ancora imparare a gestirli

  • Dora

    Agosto 31, 2012 at 9:43 pm

    nell’anniversario della morte di diana muore anche myroyals!!!!!!!!!!!!!!!!!
    nuooooooooooooooooooo

  • sisige

    Settembre 1, 2012 at 7:59 am

    Paola il sito e’davvero bello. Mi piace molto Maria Fedorovna di Russia (ex principessa danese) perchè aveva un vero spirito da ”imperatrice’: amava i balli, i gioielli, i pettegolezzi, l’apparire davanti ad un pubblico adorante, la corte ed era ricambiata. Non ultimo il suo matrimonio con ALessandro fu davvero felice come quello del figlio Nicola (ultimo zar) con Alice d’Hesse. Purtroppo invece Alice (Alexandra Fedorovna) non fu mai amata dal popolo perchè timida, sgraziata, chiusa e ritrosa. Tutte qualità inadatte per chi aveva il dovere di comparire in pubblico, cosa che Alexandra non fece mai volentieri.

  • Laura

    Settembre 1, 2012 at 11:50 am

    Ecco informazioni sulla rimozione di myroyal.

    http://myroyal.wordpress.com/

    Avete visto notizie su Frederik a Venezia e Haakon a Torino : Ho messo dei link sul post : Mary di Danimarca una splendida etc

  • paola (baldanzi)

    Settembre 1, 2012 at 6:53 pm

    @Laura, grazie per la dritta su myroyal! come avrete già visto, qui mi sembra ci sia il sostituto del blog:

    http://sineminroyal.blogspot.it/

    gestito dalla stessa persona (che, se non sbaglio, dovrebbe essere turca perchè la lingua è quella, un po’ incomprensibile per noi, ma l’importante sono le immagini). Non ho però capito i motivi della rimozione, comunque l’importante è aver trovato il sito gemello 🙂

  • paola (baldanzi)

    Settembre 1, 2012 at 7:06 pm

    @Sisige
    @Ale
    sono contenta che il sito delle grand-ladies vi piaccia, ci sono foto belle e che in molti casi non avevo mai visto, poi il downloading è gratuito.
    Sono anche contenta di aver visto il sorriso di Ale, anche se solo tramite “smile”, in questo momento difficile per lui.

    @Sisige, in effetti Maria Feodorovna era nata per fare la zarina consorte (si dice così?), tutto il contrario della nuora Alice-Alexandra, che, a quanto ho letto, era una donna piuttosto negativa e problematica.

  • Ale

    Settembre 2, 2012 at 9:13 am

    @paola grazie del pensiero. per fortuna guardo sempre il mondo sorridendo e questo mi aiuta molto nei momenti tristi e difficili.
    @laura@paola avete fatto delle importanti scoperte su myroyals. speriamo che vanga riattivato presto o che che sineminroyal venga scritto in inglese, mi piaceva sapere a cosa si riferivano le foto e sul nuovo blog mi sembra impossibile.

  • elettra

    Settembre 2, 2012 at 11:01 am

    Buona domenica e buon settembre a tutti…ce lo meritiamo un po’ di fresco, senza zanzare!
    Scusate sul nuovo sito a me compare la Leti , nello stesso abbigliamento di quando è arrivata a
    Maiorca…è aggiornato? o sono rimasta idietro…come devo fare?
    Non so a voi ma a me compare anche …vuoi tradurre dal turco?
    inoltre si può contattare con una mail in inglese…io non sono in grado di usare uno slang adatto al caso…ma se c’è qualcuno che sa usare un linguaggio ad hoc questo è l’indirizzo
    didemcafe@gmail.com

    poi dice anche che un certo /a yapicagimila** ci darà notizie …sulla G c’è una specie di virgoletta, come un accento breve in latino ……SIGH!

  • paola (baldanzi)

    Settembre 2, 2012 at 2:51 pm

    @Elettra, sì in effetti il sito parallelo non sembra aggiornato

  • paola (baldanzi)

    Settembre 2, 2012 at 3:01 pm

    @Ale, sono tornata sul sito che hai indicato e, come dici tu, sono entrata in una nazione, così ho visto una serie di foto per me inedite e molto, molto interessanti. I Borbone due sicilie sono (o forse è il caso di dire che erano) veramente molto numerosi. Per esempio mi era sfuggita l’esistenza di Barbara di Borbone 2 sicilie figlia di Ferdinando duca di Calabria.

  • paola (baldanzi)

    Settembre 2, 2012 at 4:56 pm

    a proposito di Myroyals, stamattina avevo scritto una mail all’organizzatrice che mi ha gentilmente risposto dicendo che non sa la ragione per la quale il suo blog è stato rimosso e sta cercando di contattare i responsabili della rimozione. Comunque mi dice anche che presto aprirà un nuovo blog, intanto non ci resta che andare su sineminroyal.

  • elettra

    Settembre 3, 2012 at 7:36 am

    @Paola….grazie….speriamo che presto ci siano delle buone notizie…un blog molto bello per le fotografie e di un tempismo unico direi!

    @Ale…. veramente bello quel sito che ci hai indicato…ieri giornata di pioggia(finalmente!) l’ho guardato ben bene

    Sull’inserto “letture” del Corriere della Sera di ieri due lunghe pagine su Grace Kelly….vi farò sapere qualcosa più tardi…. ora devo proprio correre come una lepre!

  • paola (baldanzi)

    Settembre 3, 2012 at 10:16 am

    ecco il nuovo Myroyals

    http://newmyroyals.blogspot.it/

  • Ale

    Settembre 3, 2012 at 12:27 pm

    @paola @elettra si quel sito è pieno di foto di principi non tanto conosciuti, e ha anche tante immagini che non è facile trovare in giro per il web.
    @paola che bella notizia che mi dai, il ritorno di myroyals! anche se ho visto che insieme ai reali ha aggiunto le star del cinema e di hollywood, non è che l’accostamento mi piaccia un gran chè, però meglio di niente. speriamo che tornino anche le suddivisioni per casa reale, altrimenti cercare nell’archivio sarà un lavoro molto più lungo rispetto a prima.

  • Simonetta

    Settembre 3, 2012 at 2:14 pm

    Ho letto sempre le vostre chiacchiere ,ma alla sera quando avrei potuto risponder ero sempre troppo addormentata.
    @marina belle parole.Ne avevo già parlato anch’io di questo libro di J.F. SNOB consigliandolo,e’ uno spaccato della nobiltà inglese,una buona lettura per noi royal-lovers!
    Lady D per me e’stata un mito…ero una ragazzina sognatrice e romantica quel 29 luglio del1981…quel vestito,la cerimonia,gli invitati reali….tutto portava alla proiezione in realtà di quello che sognavo a occhi aperti da bambina(certo non di sposar un principe).Poi ho sempre seguito tutte le sue uscite ,le notizie ,i gossip… mi sembrava anche attraverso le foto di capirne gli stati d’animo,quando era felice,per i primi 3/4 di matrimonio penso che che lo sia stata,e poi triste e disillusa(come una di noi)…e poi un po’ troppo sopra le righe.Non ci posso pensar che il suo spirito umanitario fosse un calcolo premeditato per aver più visibilità e ‘fargliela ‘pagar a quei suoi ‘parenti serpenti reali’.
    Pero dopo tanti anni….penso che effettivamente il mito sia esagerato,(@paola anche se il dolore c’e’ stato in quei giorni) si e’ trovata in una cosa più grande di lei ,non ha saputo gestirsi e soprattutto non ha avuto nessuno che l’aiutasse ,confortasse ….di veramente affidabile,solo squali che sfruttavano ogni situazione.
    Non era ne poco ne molto intelligente,una ragazza di 18 anni che ancora doveva iniziar ad affrontar la vita!senza esperienza.Anch’io avevo sentito questa frase di Camilla del canarino,sicuramente era comprensibilmente amareggiata.Mi son chiesta tanta volte ,perché se Carlo e Camilla si amavano gli e’ stato impedito di sposarsi in fondo lei era una ragazza di buona famiglia,il padre ufficiale,certo non come avrebbe voluto Elisabetta per suo figlio futuro re;forse Carlo avrebbe dovuto impuntarsi di più ,far valere le sue ragioni….qualche matrimonio con ‘comune mortali’c’era già stato Sonia di Norvegia,Silvia di Svezia….future regine.Poi Camilla si e’scocciata di aspettar e si e ‘sposata prima di Carlo,forse non avrebbe dovuto aver tutta questa fretta….chissà se avesse aspettato un altro po’ ….magari Carlo scuoteva la sua proboscide(DUMBO che ridere)faceva capire alla sua cara mammina quali erano i suoi desideri..,non ci sarebbero state tutte queste tragedie.
    @paola fortuna che sei riuscita ad aver notizie subito del nuovo blog,ieri sera quando mi son accorta che myroyal era sparito….una vera catastrofe (@elettra parola appropriata).
    Interessanti tutti questi siti di foto reali…..ma myroyal ops newmayorays ha qualcosa in più l’Immediatezza ,sembra di esser li con loro a viver quelle situazioni!!!

  • Laura

    Settembre 3, 2012 at 2:49 pm

    Il ritorno di myroyals insieme ad attori di Hollywood magari non sara’ gradito da tutti (devo dire pero’ che mi e’ molto piaciuto il vestito della Casta).
    Comunque vi consiglio di vedere questo sito che ho gia’ linkato l’altro giorno perche’ in questo periodo sta mettendo una serie di foto che riguardano gli ordini. Le foto spesso sono di bassa qualita’ pero’ puo’ essere interessante vedere oggi una foto del re Frederik, della regina Ingrid e della principessa Benedikte ricevuti a Roma dal presidente Segni (e mi pare che quello sulla destra sia Giovanni Leone probabilmente allora presidente del Consiglio).

    http://royalwatcher.tumblr.com/

  • elettra

    Settembre 3, 2012 at 3:11 pm

    @Paola….yahoooo!!!!!già visitato e già inserito nei preferiti!
    Grazie per l’interessamento
    òAle…ma che ci importa dei vip di Hollywood.?..mica è obbligatorio guardarli….scorreremo via!

  • Dinora

    Settembre 5, 2012 at 1:56 am

    Molto bello il sito indicato da Paola (Baldanzi) dove si può ammirare una splendida Kate mentre porge la medaglia d’oro all’atleta inglese durante le Paraolimpiadi! Ho seguito in diretta la premiazione perché sia io che mio marito amiamo lo sport ed in particolare le Paraolimpiadi . Insegnano moltissimo!! E’ stato bellissimo vedere le due emozioni, quello di Kate e specialmente quello dell’atleta britannico nel farsi premiare HRH the Duchess of Cambridge! Ora c’è Lei, con accanto un marito che l’ama tantissimo! Cosa c’è di più bello vedere persone innamorate , che si rispettano, che si aiutano anche in publico!? Una cosa che fu preclusa ad una Principessa!
    Carissime, come Sissi anche la Principessa Diana fa sempre parlare di se stessa anche a distanza di un secolo l’una e di 15 anni l’altra. Volenti o nolenti rimarranno “immortali” anche dopo di noi. Non per niente sulla tomba di Sissi vi sono sempre fiori freschi!
    Cara Marina come sempre i tuoi articoli sono sempre molto interessanti e possono aprire discussioni ed opinioni di ogni genere. Per quanto riguarda la mia opinione sui giornalisti è uguale a quello per gli storici: devono riportare ciò che accade ne più ne meno ed essere il più possibile obiettivi. Spesso entrambi si lasciano trascinare dalle correnti. Purtroppo hai dei colleghi (?) (ma che di giornalistico non hanno nulla!)che sono bravissimi nell’inventare, di sana pianta , storie non vere, di pubblicarle arricchendole di foto e, la cosa meravigliosa è che spesso anche l’ANSA ci casca. Come questa estate quando giornalisti di gossip (loro) si sono inventati e costruito storie su vari attori di Holliwood che, secondo i loro articoli, si cimentavano in uno sport “olimpico”: correre in giro per l’Italia andando da tutte le parti a cercare ville, castelli, palazzi da acquistare!!!!!!!!!!!!!!
    Non è possibile che alcuni “giornalisti gossip ari” si siano divertiti a inventarsi storie su Lady D pur di vendere a caro prezzo i loro articoli a giornali compiacenti?
    Ognuno di noi non è un essere perfetto anzi ma a corte e nell’aristocrazia inglese del tempo di Diana l’unica cosa che era importante era l’apparenza. Come lo è anche in molte altre famiglie.
    Il “giro” ristretto aristocratico inglese era ed è ancora in parte, un ingranaggio spietato in cui se nonti sottometti alle loro regole vieni stritolato a tutti i livelli
    Diana si ritrovò dopo breve tempo ad essere non più vista di “buon occhio” dal giro ristretto. Perché si era svegliata dal sonno della Bella Addormentata nel Bosco e si era accorta che il suo Principe Azzurro si era prestato nel gioco del matrimonio combinato, così di moda fino ad all’ora nell’aristocrazia anglosassone e non. Dopo la morte di Diana nessun Principe ereditario ha sposato figliole designate dalla corte ma chi amavano .Forse la sua vita e la sua morte hanno portato ad una regola e ad un insegnamento?
    Ora è diventata la strega cattiva (perché non aveva cultura, o aveva una “doppia personalità” una nuova curiosità),aveva 19 anni quando fu presa per divenire la Principessa del Galles secondo gli antichi canoni, aveva “diviso”due cuori eternamente uniti!!!!
    Ma ……Carlo era insieme a Camilla da quando aveva 18 anni !! Perché non aveva preso il coraggio di imporla come fidanzata e quindi sposa? O forse chiamare fino a poco tempo fa, Sua Maestà non solo in pubblico la propria madre era un po’ freddino e distante? Forse si, il coraggio delle proprie azioni non ha mai albergato in Lui fino a quei momenti. In quanto a Camilla ora è entrata nelle grazie dei sudditi ma ….. cosa ci faceva con Carlo prima e durante il proprio matrimonio con il signor Andrew Parker Bowles ( da cui ha figli) , poi anche dopo il suo divorzio, durante il fidanzamento di Carlo, durante le nozze (poverina vede andare all’altare il suo amato con un’altra donna da “cervello di canarino!!”) e durante il matrimonio del Principe di Galles.
    Diana non sarà stata una cima per cultura ma non credo sia stata una calcolatrice nel porsi come testimonial contro le mine antimonio. Era riuscita ad avere il consenso da parte del Presidente Clinton nel proporre una legge che vietasse l’uso di questi ordigni. Ovviamente appena morta tale proposta fu messa in un cassetto se non nel cestino.
    Ha sempre adorato i suoi figli e per fortuna loro la stanno seguendo sul piano umano – sociale e nel porsi ai sudditi britannici.

  • Dinora

    Settembre 5, 2012 at 1:57 am

    Scusate …. mine antiuomo

  • elettra

    Settembre 5, 2012 at 12:13 pm

    @Dinora…sono in perfetto accordo con te quando dici che Sissi e Diana ci faranno parlare e scrivere ancora per molti anni e forse non solo noi,ma anche i nostri posteri……
    Credo di averlo già scritto, non mi ricordo dove, poi magari sparisce l’intervento, dall’elenco degli ultimi commenti e chi magari non legge in quei giorni, perde lo scritto
    Personalmente non sono mai stata nè pro o contro Diana,nè pro o contro Camilla……ho sempre cercato di vedere con oggettività il ruolo di queste due donne, prima, nel loro rapporto con Carlo e poi all’interno della famiglia reale…penso che la regina -e tutti quelli a lei vicini- se solo avesse potuto avere la più pallida idea di quello che poi sarebbe successo, avrebbe fatto sposare il figlio con Camilla 100 volte, anche se, in passato, aveva rifiutato a Margaret il matrimonio con il colonnello Towsend ( si chiamava così?)….ha agito come da copione, anzi come da tradizione, credendo di fare il meglio per la monarchia e per il lustro che questa dà alla nazione
    Perchè Camilla si era sposata, in precedenza ,con l’ integerrimo , vero gentiluomo, silenziosissimo sig.Parker Bowles, onestamente, non l’ho mai capito………..può darsi che Carlo stesso, sapendo che il loro era un amore impossibile, l’abbia consigliata di farsi una famiglia, magari ritenendo che anche il sig. Parker Bowles aveva un cervello da canarino e non li avrebbe disturbati…….forse questo buon uomo,sarà stato innamoratissimo e le avrà promesso tutta la libertà necessaria…..forse, invece, una vicinanza con la famiglia reale, tramite la moglie, gli tornava comoda….forse, più semplicemente, Camilla si sarà stancata di aspettare e voleva dei figli….non so!….Certo non deve essere stato bello per i due amanti, ma meglio dire innamorati, il vedersi reciprocamente accompagnati da coniugi con i quali avevano poco da spartire
    Carlo, in quella famosa intervista rilasciata in risposta a quella di Diana, disse che aveva fatto di tutto per cercare di farsela andare bene, e che, per un certo periodo, non ci furono incontri tra lui e Camilla, poi…poi…poi…quando l’amur el ghè la gamba la tira el pè! …….quando c’è l’amore la gamba tira il piede( per raggiungere l’amato bene)
    ….alla prossima!

  • paola (baldanzi)

    Settembre 5, 2012 at 2:17 pm

    credo che Camilla non fu scelta a suo tempo come sposa per Carlo perchè era prima di tutto cattolica e poi non illibata, due condizioni considerate allora incompatibili con il ruolo di futura principessa del Galles.

  • marina

    Settembre 5, 2012 at 3:33 pm

    sono come al solito al volo e lo sarò ancora di più nei prossimi giorni – poi vi spiego – ma volevo dire solo che Camilla non accettò la proposta di Carlo, semplicemente perché non voleva essere invischiata negli affari della casa reale. non è cattolica altrimenti comunque Carlo non avrebbe potuto sposarla perché ancora è in vigore quella norma che se uno nella lista della successione sposa una cattolica ne esce automaticamente. come Ernest August di Hannover quando ha sposato Carolina.:D
    a prestoooooooo e leggetevi il libro di Tina Brown, c’è tuttoooooooo ed è anche in edizione economica.

  • paola (baldanzi)

    Settembre 5, 2012 at 5:27 pm

    hai ragione Marina, sono andata a controllare: Camilla non è cattolica nonostante il suo primo marito fosse cattolico così come i suoi figli (che era cattolica l’avevo letto su vari giornali, ma evidentemente era una stupidaggine).
    Appena posso cercherò questo libro di Tina brown, comunque tutta questa storia mi sembra un po’ contraddittoria… a meno che la Cammillona non preferisse da sempre essere un’amante reale regolarmente sposata con il sig. Parker Bowles (e questo lo affermò mi sembra anche il suo ex cognato) piuttosto che regina consorte, insomma prendersi il lato simpatico della relazione con Carlo senza i doveri (bohh??)

  • sisige

    Settembre 5, 2012 at 7:33 pm

    Letto il libro di Browne, buon libro. Scusate ma secondo voi, com’è organizzato il sito ”The ROyal Watcher”??? c’è una raccolta di foto ”random”?? ..un po’ a caso?? grazie a tutti

  • Dinora

    Settembre 5, 2012 at 11:51 pm

    Una domanda. Se la futura consorte, di un membro della famiglia reale, si converte alla religione anglicana ovviamente prima del matrimonio?

  • elettra

    Settembre 6, 2012 at 8:12 am

    @Sisige…ma che terribili quelle due immagini di Elisabetta e Carlo! il gusto dell’orrido!!!
    no, non ho capito il criterio con cui postano le foto…..piuttosto , ma N&R , non ha ancora ricominciato?
    mi compaiono immagini vecchie … a voi risulta qualcosa di più?

  • Dora

    Settembre 6, 2012 at 7:40 pm

    @ elettra
    sì, a volte si “congelano” le pagine, nel senso che n&r va avanti ma non compre sulla schermata tua…
    io uso chrome per tutto ma per n&r devo usare explorer…

  • elettra

    Settembre 7, 2012 at 4:37 am

    @Dora…grazie…provvederò!

  • paola (baldanzi)

    Settembre 7, 2012 at 11:17 am

    @Elettra, @Dora, io uso Safari e di solito riesco a beccare N&R sempre aggiornato.

    tra l’altro qui
    http://www.noblesseetroyautes.com/nr01/2012/09/portrait-grande-duchesse-maria-pavlovna-de-russie-2/

    c’è un ritratto di Maria Pavlovna di Russia (Maria P. la giovane, figlia del granduca Paolo e madre di Lennart di Svezia, scomparso non molti anni fa). Come dissi tempo fa, ho letto le sue memorie, scovate da un librario antiquario, molto interessanti: la granduchessa passò da una vita dorata e isolata dalle preoccupazioni del mondo (in cui non si vestiva nemmeno da sola, ma sempre la vestiva la cameriera personale) a un’altra vita, dopo il 1917, completamente diversa, in cui mise addirittura su una propria azienda di moda, piena di preoccupazioni e di responsabilità. Mi era venuta in mente questa cosa nell’altro post, quando Ale raccontava dello sfarzo della corte di Russia. Per questi granduchi deve essere stato uno shock tremendo dopo la rivoluzione bolscevica passare da una dimensione da favola in cui erano padroni assoluti di tutto (“un mondo perfetto” lo definì la regina Maria di Romania) a una vita precaria in cui praticamente non erano più nessuno e dovevano contare solo sulle proprie forze (come tutti i comuni mortali).

  • elettra

    Settembre 7, 2012 at 2:24 pm

    @Paola…oh sì…mi ricordo che avevamo accennato alla vita di questa donna cresciuta senza affetti e lei stessa,incapace di darne….una vita segnata da lutti ricorrenti, che deve averla fatta sentire indegna di essere amata, anche quando questo sentimento poteva essere a un passo da lei…però il suo talento artistico, almeno quello, non ne ha risentito…o forse proprio perchè era un’ipersensibile, aveva paura di amare
    E’ molto bello il fatto che il figlio sembra sia passato sopra all’indifferenza della madre e l’abbia ricordata con una cappella commemorativa, nell’isola di Mainau

    Per questi arciduchi russi, sopravvissuti deve essere stato un tonfo terribile, in una realtà crudelissima, difficilissima….il solo pensiero delle tremende sorti toccate a chi era rimasto, in Russia, e capire di essere incapaci di fare tutto….come precipitare all’inferno!

  • patriziavioli

    Settembre 7, 2012 at 2:44 pm

    Belissimo questo pezzo su Diana, che non ho mai amato molto, molto oggettivo. Complimenti!
    Voglio senz’altro leggere Snob e magari anche il libro di Tina Brown che concordo on te è bravissima.

    A Hyde Park c’è un angolo di parco giochi per bambini intitolato a Diana molto carino. (ai tempi, diciamo una decina di anni fa, c’erano i giochi più nuovi e intelligenti per i bambini)

  • rosella

    Settembre 9, 2012 at 2:02 pm

    Come risulta da questo post, Diana era dotata di una personalità molto complessa e intricata che forse la royal family non aveva valutato appieno!!
    Certo l’ essere o apparire “ragazzina giovane, ingenua, inesperta, con pochi interessi e zero cultura/istruzione..” avrà rassicurato tutti, specie Carlo sulla facile gestione/manipolazione di lady D.
    Si sbagliavano e ben gli è stato a tutti per il cinismo con cui hanno selezionato Diana tra le tante.
    La quale lady D era maestra nella gestione della propria immagine e ,a sua volta, nella manipolazione.
    Ah,lady D ( per la quale non ho avuto mai simpatia) , se fosse sopravvissuta avrebbe creato guai a non finire alla royal family….

  • Lady Vivian

    Settembre 10, 2012 at 3:31 am

    Sicuramente ci sono stati sbagli di valutazione in questo matrimonio, e quindi anch’io penso sia stata proprio una mancanza di sensibilita’.
    Il caso Diana, purtroppo, tutte le volte che se ne’ parla tira di mezzo la royal family, e questa cosa un po’ mi ha stancata.

    Mi ha stancata proprio perche’ penso che in Inghilterra ci sia gia’ in atto un cambio generazionale, è inutile stare a discutere sulla royal family quando gli stessi figli di Diana sono il futuro della monarchia inglese.

    Spero di non essere stata fraintesa, perche’ tutte le volte che se ne’ parla nasce un caos..
    e questo mi dispiace.

    Sono pero’ convinta che ogni persona abbi il diritto di esprimere liberamente la propria personalita’, che dovrebbe essere basata sulla sincerita’ d’animo, senza opportunismi o tornaconto personali, non si puo’ adeguarsi alle circostanze mirado a trarne solo un vantaggio o comunque un profitto personale.
    La societa’ odierna, oggi, ha dimenticato valori essenziali.

    “Oscar Wilde” diceva:
    Lo scopo della vita è lo sviluppo di noi stessi,
    la perfetta realizzazione della nostra natura:
    è per questo che noi esistiamo.

    Desidero fare un’ultima nota.
    Una delle cause piu’ grandi di questo dramma di Lady Diana e’ stato sicuramente dovuto alla sua famiglia, un’infanzia sicuramente infelice, ma sopratutto una famiglia con una provenienza a dir poco pessima.
    Gli Spencer sono stati un po’ sciagurati, io non posso credere che negli anni 80 Diana non sapesse a cosa andava incontro sposando l’erede al trono della famiglia reale, ma possibile che nessuno dei suoi famigliari gli abbi consigliato,chiarito bene le idee?

    E quella maledetta notte a Parigi la morte fu’ un complotto o un tragico incidente?

    Il principe Filippo qualche giorno prima della morte di Diana l’aveva sentita per telefono chiedendogli se aveva bisogno della scorta reale, perche’ a suo dire non le sembrava molto protetta, ma lei rispose che sarebbe rientrata a Londra a breve perche’ voleva segiure i figli nel rientro a scuola : questo e’ un particolare che viene poco considerato, ma per me molto importane.

    La morte stessa di Diana colse di sorpresa anche la casa reale.
    Elisabetta aspetto’ alcuni giorni prima di parlare al popolo, decidere del funerale e di conseguenza le varie prassi dell’istituzione monarchica del caso.
    E questo mi fa’ pensare proprio che fossero completamente impreparati nell’eventualita’ della morte improvvisa di Diana.

    A me rimane molti piu’ dubbi sulla mega denuncia che Diana fece poco prima di morire verso le potenze che sfruttavano i bambini e le mine anti-uomo.
    Diana aveva raccolto molti fascicoli con moltissime prove compromettenti.
    E allora mi chiedo chi era veramente intenzionato a fermarla?

    Le ultime riprese di Diana che esce dal Ritz con Dodi, tutto mi dicono, ma non mi dicono che era una donna innamorata.
    Quello che è certo è che Diana non era affatto incina di Dodi.
    E la mia sensazione osservandola bene e’ che Diana non si sarebbe mai sposata con Dodi.

    Diana e’ stato un genere di Principessa insolito e sopratutto direi unico.
    Il problema e’ stato proprio perche’ questa donna non ha rispettato e considerato la sua posizione, infatti e’ totalmente differente dallo stile e dai modi in uso corretti del sistema principesco delle donne Europee.
    Diana si e’ fatta amare dalla gente non come una principessa io direi piu’ per come lei era, proprio per la sua persona e paradossalmente non per quello che invece doveva rappresentare.

    (@marina ho scritto troppo, tagli o elimini veda lei, grazie)

  • Anna

    Ottobre 22, 2012 at 1:39 pm

    Forse andrò controccorente ma per me Diana non è stata neanche tanto un’ottima madre,dove per ottima madre intendo una che mette il bene dei figli prima di se stessa. Leggevo tempo fa di un suo tentativo di suicidio incinta di William lanciandosi giù dalle scale, il tutto dinanzi ad un’incredula Queen Mum -che non aveva certo avuto una vita sempice- e ammetto che la cosa mi fece rabbrividire. Ancora prima leggevo di William ancora bambino che spesso si ritrovava ad asciugare le sue lacrime dopo furibonde liti con il marito, per poi ritrovarsi negli anni successivi a consolarla per le sue svariate pene d’amore. Ora io madre ancora non lo sono, ma se mai in futuro dovessi diventarlo, cercherei di proteggere i miei figli da qualsiasi sofferenza o anche solo turbamento. Anche lo stesso Dodi non godeva di tanta stima da parte dei figli che non credevano che le cose tra loro sarebbero potute funzionare, ma questo purtroppo non lo sapremo mai. Sicuramente era impulsiva, giovane, bella, con grande carisma, umanità e capacità di relazionarsi con la gente, il che l’ha resa la cosiddetta principessa del popolo.
    Forse per alcuni la morte prematura porta ad idealizzare colui che muore, ma per me non è così, perchè anche se aveva solo 19 anni, lei sapeva bene ancora prima di sposarsi(e quindi ancora in tempo per tirarsi indietro, ma chissenefrega dei piatti e bicchieri, si sarebbe sicuramente gridato allo scandolo, ma si sarebbe evitata molto sofferenza a tante persone)che lui amava l’altra e quindi la reputo allo stesso modo connivente. Io farei santo piuttosto l’ex marito di Camilla, l’unico che in tutta questa storia per me ne esce completamente indenne da critiche, fondamentalmente per la sua discrezione. Marina anche stavolta ho scritto troppo e ammetto che avrei scritto ancora tanto, ma adesso devo andare a dopo! 🙂

  • Giulio

    Gennaio 16, 2013 at 11:04 am

    vorrei dire una cosa su Lady Diana, ho letto molto sulla principessa di cuori,molti libri direi, e mi sono fatto questo pensiero:era un’icona, la piu’ bella fra tutte le principesse dopo naturalmente di Grace Patricia Kelly e l’attuale duchessa di Cambridge Kate,ladY Diana era una donna eccezzionale, una grande donna con un gran cuore e una forte sensibilita’,volevo cambiere il volto della monarchia britannica;una monarchia piu’ vicino al popolo;come del resto dovrebbe essere in parte ci e’ riuscita e in parte con la morte improvvisa a Parigi no, Kate sta completando il suo lavoro e l’ammiro tantissimo,comunque Diana restera’ sempre la principessa di cuori,e penso che l’inglesi non la dimenticheranno mai,percio’ basta parlare male di Diana anzi dovremmo solo eloggiarla e ammirare Kate che sara’ un giorno una grande Regina al fianco di William…

  • marina

    Gennaio 16, 2013 at 11:27 am

    @ Giulio a me dispiace deluderti, ma gli inglesi se la sono già discretamente dimenticata Diana. per dire a Kensington Palace dove da poco c’è un nuovo allestimento delle sale a lei è dedicata una stanzetta striminzita con alcuni abiti nelle vetrine. punto e basta.
    come ho scritto più volte non è stata una santa, aveva i suoi difetti e di danni ne ha fatti un discreto numero. però è stata una madre splendida e se William, soprattutto, è un ragazzo meraviglioso il merito è anche suo.

  • Giulio

    Gennaio 17, 2013 at 11:16 am

    Marina,se Diana ha avuto molti amanti, vorrei saper quante amanti ha avuto Carlo sia prima del matrimonio, che dopo sopratutto con quella Camilla,percio’ secondo le regole della chiesa Carlo risulterebbe un’adultero, quale e’ stato, secondo le ultime voci a palazzo poi smentite non si sa’ come mai stava o starebbe divorsziando anche da Camilla la sua seconda moglie, e’ ridicolo e senza dignita’ se Diana non e’ stata una santa Carlo e’ stato ancora peggio.

  • marina

    Gennaio 17, 2013 at 12:09 pm

    @ Giulio scusa ma che c’entra quello che dici? mica ho parlato degli amanti. non era a quelli che mi riferivo quando ho detto che non è stata una santa. i danni che ha fatto sono di altro genere. ma ti confermo che gli inglesi se la sono quasi dimenticata.

  • elettra

    Gennaio 17, 2013 at 1:20 pm

    @Giulio…scusa se mi intrometto…ho una certa età e ho vissuto dal “vivo” la tragica storia Diana-Carlo-Camilla…. e anche in questa sede più volte abbiamo sviscerato la storia e, credo, che ancora molto ci scriveremo…nessuna di queste tre persone, è stata senza peccato e ognuna di loro aveva la sua parte di innocenza, ma la cosa è molto più allargata…non erano solo loro,implicati, ma l’intera famiglia reale a cominciare dalla Queen Mum che aveva caldeggiato questo matrimonio , fallimentare dall’inizio….. e forse proprio per questo, perchè tutta la famiglia ebbe delle responsabilità, si fa di tutto per far dimenticare la principessa……….io, anche per l’età che ho, miti non ne faccio così, come non mi faccio dei pregiudizi sui “colpevoli” a tutti i costi….è andata così , perchè così doveva andare,ed è colpa o merito di tutti

  • paola (baldanzi)

    Gennaio 17, 2013 at 2:56 pm

    @Elettra, sono totalmente d’accordo con te, mi è piaciuta molto la tua frase “nessuna di queste tre persone, è stata senza peccato e ognuna di loro aveva la sua parte di innocenza”.

    @Giulio, @Marina, sento vicino Lady Diana ai miei sentimenti, non saprei come spiegarmi meglio. Cioè non la reputo immacolata, ma sicuramente ha pagato un prezzo altissimo (la vita!) per sbagli degli altri e in parte suoi (perchè secondo me l’incidente non è stato un caso). Diana avrà fatto i suoi errori, ma si è trovata in una situazione molto, molto difficile da gestire specialmente x una donna giovane. E poi a quale donna farebbe piacere se il marito avesse un’amante prima e durante il matrimonio? se ci pensate questa situazione, che allora venne in parte giustificata anche dai media, ora sarebbe improponibile. Ce la vedete una Letizia o un’altra giovane principessa consorte in un pasticciaccio simile? scoppierebbe il finimondo, grazie anche a una nuova consapevolezza della dignità femminile.

  • Hermione

    Gennaio 17, 2013 at 8:51 pm

    La vicenda-Diana ha fatto da spartiacque, suo malgrado…forse la regina si sarà fatta un esame di coscienza dopo la sua morte, anche solo per l’ amore che ha per i nipoti. Diana stessa, da diciannovenne ingenua e ignorante, è diventata una leonessa grintosa e agguerrita, purtroppo esagerando, cercando la vendetta, andando in tv a dire quello che sappiamo e mancando di stile, diciamolo….finalmente si era liberata dal cappio della Corte inglese (con certi limiti, ovvio!), aveva tutta una vita davanti, il mondo ai suoi piedi eppure ha continuato a vivere guardando indietro, senza forse apprezzare quello che poteva avere davanti, con il finale tragico che tutti conosciamo.
    @ Marina ha ragione, gli inglesi la stanno dimenticando, ma credo sia fisiologico, il tempo alleggerisce quasi tutto, se pensiamo a dove è Camilla, forse non amata, ma apprezzata sì, con tutto quello che si è detto di lei all’ epoca. Diana resterà immortale per i suoi figli, gli unici che l’ hanno amata incondizionatamente, nel bene e nel male.
    @ Paola….credo che Letizia sopporterebbe corna su corna pur di mettere il suo ossuto sederino sul trono, poi in privato sarebbero botte da orbi 😉
    …e forse, non solo Letizia!
    Oddio, mi sono dilungata, scusate 🙂

  • Anna

    Gennaio 17, 2013 at 10:18 pm

    Il mio giudizio freddo e forse anche severo nei confronti di lady Di, nasce sicuramente dal fatto che il primo ricordo che ho di lei, é proprio quello della sua morte. Insomma non ho vissuto l’epoca del mito,dei suoi impegni umanitari e tutto il resto. Il mito Diana era già in via di demolizione, i panni sporchi erano giá stati lavati in pubblico,. Peró ció non toglie che nessuno merita di vedersi strappare via la vita cosí crudelmente.

  • Chloe

    Febbraio 20, 2013 at 10:04 pm

    L’ultima notizia legata all’intramontabile Lady D è la vendita all’asta di altri 10 abiti da lei indossati, annunciata dalla casa d’aste Kerry Taylor, che avverrà il 19 marzo.

    http://www.ilmondo.it/esteri/2013-02-20/gb-all-asta-dieci-abiti-della-principessa-diana-marzo_203509.shtml

  • giulio

    Maggio 15, 2013 at 10:57 am

    io sono cresciuto con il mito di Lady Diana, devo dire che per e’ stata e sara’ sempre una grande donna nonostante pregi e difetti, non dico che e’ stata una santa ma neanche un demonio, e dico anche che ha fatto molto del bene ,moltissime opere umanitarie, e per questo la stimero’ e la difendero’ sempre per me lo ripeto e’ stata una grande donna.sempre

  • Rollone il Pedone

    Settembre 7, 2013 at 11:03 am

    “Manipolatrice, instabile e dalla personalità multipla” addirittura…non è mai parso a nessuno che la Principessa Diana fosse da internare in un manicomio.
    E del marito cosa vogliamo dire? Ce ne siamo dimenticati?

    1. marina

      Settembre 7, 2013 at 11:28 am

      Diana ha estimatori e non estimatori, io – riposi in pace – faccio parte della seconda categoria. l’ho sempre detto molto chiaramente. e si a leggere la sua vita e le sue azioni appare proprio così, manipolatrice, instabile e dalla molteplici personalità. ma non sono la sola a dirlo. che tutto questo sia stato esasperato da un matrimonio che non ha mai funzionato non si può negare. ma di sicuro – visto che era il 1980 e nessuno l’ah costretta – poteva anche dire “no grazie”, mica come alla povera Margot a cui il fratello e la madre le hanno date di santa ragione per farle sposare il futuro Enrico IV.

  • Rollone il Pedone

    Settembre 7, 2013 at 11:05 am

    @Dora, sì, effettivamente, ormai appare sempre più chiaro che sia il Principe Harry ad aver ereditato il carisma della madre la Principessa Diana.

    1. marina

      Settembre 7, 2013 at 11:30 am

      mahhhhhh

  • Dora

    Settembre 7, 2013 at 2:03 pm

    @ rollone e marina
    io ho trovato una foto in cui harry è uguale a charles spencer…

  • Dora

    Marzo 6, 2015 at 4:37 pm

    “Aveva intenzionalmente imitato alcuni trucchi della defunta Principessa di Galles nel modo in cui aveva perfezionato il calore e il fascino delle maniere con la gente del villaggio, quel mélange di celebrità priva di boria e di studiata formalità che non mancava di far breccia in tutti i cuori. Risplendeva, tutta effusioni, quando la scortavano in visita alle nuove attrezzature per l’allestimento di un campo da gioco o quando distribuiva premi alle mostre floreali, conquistando nuovi amici e facendo capitolare i vecchi critici. Quanto la divertiva cogliere lo sguardo intimidito dei bambini per poi disarmarli con un improvviso sorriso che li conquistava, seguito da uno strale luminoso rivolto alle madri. Ma del resto era così facile…”

    “A questo bisognava aggiungere che aveva già scelto la pericolosa opzione , aperta solo a chi ha una vita “pubblica” di alto profilo, di recitare la parte della moglie felice e gentile per una folla di adoratori, cosa che poteva sempre servire a dare alla frigida inerzia della sua vita casalinga un netto sollievo. popolare com’era tra la gente del villaggio, gli enti di beneficenza e gli operai, aveva perfino cominciato a pensare che questa donna felice ed elegante che vedeva riflessa nei loro occhi (e nella stampa locale) fosse in qualche modo reale, e che fosse colpa di Charles se non era in grado di risponderle con la stessa adorazione dei suoi ammiratori di provincia.”

    “Negli Stati Uniti la storia dell’abdicazione, per esempio, è dipinta come “il mondo perduto per via dell’amore”, mentre gli inglesi, perlomeno di un certo tipo, la trovano semplicemente infantile, irresponsabile e assurda.”

    Da SNOB di Julian fellowes…

    1. marina

      Marzo 6, 2015 at 4:45 pm

      uno dei romanzi migliori degli ultimi decenni, mi fa piacere che lo citi 😉
      Julian è sempre Julian. lo adoro

  • Dora

    Luglio 15, 2015 at 3:26 pm

    era il 15 luglio 1997 quando morì gianni versace. il 22 ci furono i funerali a milano a cui partecipò anche la principessa del galles. appena un mese e mezzo dopo morì tragicamente anche lei.

    http://d.repubblica.it/images/2015/07/14/173802135-670a94c9-abcf-4a35-89d7-9eed96903815.jpg

  • Lavinia

    Luglio 20, 2015 at 3:47 pm

    Ciao a tutti, nei gironi scorsi sono stata a un seminario estivo di scienze umane ad Alassio organizzato dalla mia professoressa di storia e filosofia. Durante questo seminario ho potuto ascoltare interventi di vari esperti tra cui uno pscicoterapeuta che ha citato questo libro “Il mito della perfezione” di E. Riva, mi ha molto colpito perché nel suddetto libro vengono analizzate da un punto di vista freudiano diverse figure femminili tra cui Sissi e Lady Diana. Essendo entrambe due figure affascinanti, nel bene e nel mane, mi è venuta voglia di leggerlo per cercare forse di capire meglio queste due donne, qualcuno di voi lo conosce?

    1. F

      Luglio 20, 2015 at 11:52 pm

      Scusa se te lo chiedo Lavinia, dai commenti mi sembra già di aver capito che siamo quasi coetanee (ho diciassette anni). Sei ligure anche tu o eri ad Alassio di passaggio?

      1. Lavinia

        Luglio 21, 2015 at 9:47 am

        Si io compio 18 anni il 29 dicembre ma non sono ligure ma milanese, ero lì solo per il seminario, tu? 😀

        1. F

          Luglio 21, 2015 at 10:40 pm

          Io sono del ponente ligure, al confine con la Francia. In questi giorni ringrazio il cielo di abitare al mare! 🙂 Piaciuta la Liguria? A mio parere andrebbe valorizzata molto, ma molto di più!

          1. elettra/cristina palliola

            Luglio 22, 2015 at 9:20 am

            Anch’io ho frequentato di più il Ponente …parte delle vacanze estive e qualche Natale ad Albissola Marina e Savona…ma nessuno della mia famiglia di origine è ligure…La Liguria divenne la sede dei miei nonni dopo il pensionamento di mio nonno…siamo una famiglia di migratori…un po’ dovunque ne abbiamo un pezzo e ,sicuramente ovunque, molti amici

          2. Lavinia

            Luglio 22, 2015 at 9:56 am

            Si mi è piaciuta molto anche se c’era un gran caldo e per via del seminario non sono potuta andare in spiaggia molto spesso perché dovevo seguire le lezioni… Comunque la conoscevo già come regione perché ho una casa a Rapallo

          3. F

            Luglio 22, 2015 at 7:30 pm

            @elettra/cristina palliola e Lavinia, io ancora più a Ponente, nell’ultima città al confine con la Francia. Una posizione molto strategica insomma, che ha permesso che io nascessi a Monaco, al princesse Grace 😉 Amo la mia regione, e sono contenta di aver trovato qualcuno che abbia dei ricordi (mi auguro piacevoli) legati ad essa 🙂

      2. maria giulia

        Gennaio 10, 2019 at 4:55 pm

        rispondo a Lavinia. si, certo. e illustr con chiarezza provenienza e sintomi. nel primo caso se ci sentiremp trascurati, o messi da parte o peggio preferiti da altri ciò provocherà sensi di colpa e l’attribuzione di tali delusioni a sé stessi, in particolare nei primi anni di vita. ciò farà da cassa di risonanza nell’età posto adolescenziale e situazioni simili produrranno effetti simili. e cioè: depressione in genere tra i 15 e i 20 anni; 2. i disturbi del comportamento alimentare, bulimia ed anoressia; 3. le somatizzazioni da stress cronico con comportamenti autolesivi. naturalmente se una ragazza di 19 anni si “caccia” in una situazione del genere è solo colpa sua, come è colpa sua il sogno del principe azzurro (banale ma piuttosto comune). se invece crea maggiore empatia renderla artefice della sua vita ed assolvere urbi et orbi la famiglia reale ok. non mi aspetto che sia pubblicato, grazie, mg

    2. elettra/cristina palliola

      Luglio 21, 2015 at 7:10 am

      No questo libro non lo conosco, e ti ringrazio per il suggerimento…non me lo farò mancare, ma su Sissi, ne ho circa una decina e quasi lo stesso numero su Francesco Giuseppe e Francesco Giuseppe /Elisabetta, perchè, secondo me, non si può analizzare Elisabetta senza vederla nel suo rapporto di coppia e nel suo rapporto con i figli Gisella e Rodolfo, nel suo rapporto con la suocera ….inoltre ho il diario di M.Valeria, che secondo me è il libro più interessante e che ci riporta la vera Elisabetta.
      Mi sembra di capire che sei molto giovane e ti dirò che anch’io, fino a una certa età sono rimasta folgorata e rapita dal personaggio:anche per molti motivi familiari,l’ho amata visceralmente……poi ho cominciato a scoprire i suoi lati oscuri e negativi, le sue piccinerie, le vendette, l’egoismo, la possessività e lentamente il contorno dorato, è sparito! resta un personaggio interessante da un punto di vista psicologico, ma non certo umano
      Diana l’ho vissuta in tutto il suo tempo, dal fidanzamento con Carlo fino alla sua morte e oltre, ma anche di lei, non ho una buona opinione, come principessa, anche se come donna, penso di averla capita, ma non giustificata.Su Diana ho un paio di biografie che neppure considero tali, perchè raccontano di fatti troppo recenti
      Le due donne, anche se per molti aspetti e parallelismi possono sembrare simili, a mio modesto avviso, sono molto diverse…diverse anche come mogli e come madri: indifferente e lontana, non solo fisicamente Sissi (tranne che con M.Valeria dove tira fuori tutta la possessività) affettuosa e giocosa Diana( anche se ultimamente sembra abbia usato i figli, durante il periodo della separazione) Se il libro le analizza dal punto di vista freudiano sicuramente analizzerà anche il loro comportamento sessuale: anche qui Sissi e Diana, sono molto diverse: fredda e e infastidita Sissi, un vulcano e assetata d’amore , Diana.
      sicuramente sarà un libro da non perdere e da aggiungere alla collezione! inoltre se vuoi leggere anche tutti i nostri commenti nei vari post che AR ha dedicato alle due donne, troverai che anche noi abbiamo scritto fiumi di inchiostro. Su Diana troverai molti riferimenti su tutti i post sulla famiglia reale inglese , perchè, gira e rigira, comunque ,la sua breve vita ci ha toccati ed emozionati e lei, salta fuori, un po’ dovunque!

      Anche io ho vissuto molto in Liguria, anche se non stabilmente, quindi un saluto alla Liguria e ai liguri del blog!

  • elettra/cristina palliola

    Luglio 21, 2015 at 7:26 am

    @Lavinia…sono andata a leggere la recensione del libro, che però mi sembra più incentrato sui disturbi alimentari e sui personaggi celebri che ne hanno sofferto. Da questo punto di vista sicuramente Sissi e Diana si possono assomigliare, ma diverso era il problema da cui il disturbo è partito. Sissi è stata una donna molto amata dal marito,cresciuta in un contesto familiare discretamente sereno, Diana, purtroppo, no!Non amata dal marito, per la ragioni che sappiamo e che troverai descritte a bizzeffe nei vari post e cresciuta in una famiglia disastrata, frutto del terzo tentativo, fallito, di avere il maschio a cui lasciare il titolo. Infatti subito dopo la nascita del quartogenito maschio, i genitori hanno divorziato!

  • Lavinia

    Luglio 21, 2015 at 10:02 am

    @elettra grazie per tutto quello che hai scritto, sicuramente andrò a leggere i vostri commenti che sono sicura saranno interessantissimi. Sissi è stata la prima principessa di cui mi sono innamorata (grazie al cartone su Rai2) e ancora per me è quella dep cartone, è un po’ che voglio leggere biografie su di lei ma non ho mai trovato il tempo per via della scuola, sapresti consigliarmi le migliori?Invece Diana per me è ancora in un personaggio indefinito perché essendo nata nel ’97 non ho vissuto il suo mito, le riconosco pregi e difetti ma non ho un’ idea chiara su di lei

    1. marina

      Luglio 21, 2015 at 11:42 am

      su Diana il libro di Tina Brown che trovi anche in edizione super economica http://www.altezzareale.com/2009/01/18/letture-reali/lady-d-nuda-e-cruda/

  • elettra/cristina palliola

    Luglio 21, 2015 at 11:29 am

    @Lavinia….ti posso consigliare

    Elisabetta dìAustria nei fogli del diario di Costantin Christomanos il suo lettore di greco
    Sissi Brigitte Hamann., per me il più distaccato e “storico”
    Sissi Nicole Avril
    Inoltre se vai sul sito della
    MGS Press di Trieste
    è una casa editrice che vende solo per posta , al telefono o on-line ed è specializzata sugli Asburgo…lì ho trovato molto materiale e molti libri tra cui il diario di M:Valeria (La Prediletta Dove la figlia traccia una madre ossessiva e non facile ) quello di Stefania del Belgio, la nuora, e quello di Irma Sztaray, che è stata la sua accompagnatrice negli ultimi anni, il suo diario poetico e molti documenti sull’attentato nel quale perse la vita…e moltissimo altro, tra cui anche un’analisi psicologica fatta post mortem sui fatti conosciuti….puoi farti una bella lettura e vedere il personaggio sotto tutti i punti di vista, da chi l’ha amata e anche da chi l’ha trovata antipatica
    Come ti ho detto il mio percorso su di lei è cominciato molto presto…qui , gli amici del blog, oramai lo sanno tutti: io ho avuto una nonna viennese, nata il 24 dicembre come Sissi e mio nonno nato il 18 agosto come F. Giuseppe…da piccola ero bombardata da notizie che la riguardavano , perchè a Vienna di lei si è fatto un mito, benchè quando era viva non fosse molto amata e neppure lei amava Vienna…con il tempo e le varie letture il mito è caduto, anzi si è frantumato…non voglio deluderti ma Sissi, non è quella del cartone animato: è un personaggio se non di più, almeno lunatico e scostante…pessima moglie, pessima madre, pessima imperatrice…basta non ti dirò di più!
    …..e anche Diana sarà un personaggio sul quale si è scritto e si scriverà molto e non sempre a favore…già ora non ne viene fuori molto bene!

  • Lavinia

    Luglio 21, 2015 at 8:01 pm

    Grazie mille delle segnalazioni, il moto di Sissi mi è già crollato da un po’ e ci sono anche rimasta malissimo…

    1. elettra/cristina palliola

      Luglio 22, 2015 at 9:33 am

      Diciamo che l’Austria e Vienna in particolare, ne hanno fatto un mito, per motivi strettamente turistici ed economici, perchè, quando era viva, non hanno mai amato Elisabetta, mentre, al contrario ,adoravano l’imperatore e soffrivano sapendolo trascurato e infelice , con lei. Però……Elisabetta con le sue stranezze sicuramente era un personaggio interessante per cui se ne parlava anche se non sempre in bene….la morte che ha avuto ,poi, l’ha fatta vittima innocente per cui molte cose le sono state perdonate…del resto è proprio perchè è stata così, che oggi ancora se ne parla, se ne scrive e addirittura, della sua vita (edulcorandola) se ne fanno cartoni animati!
      Se FG avesse sposato, come era nei progetti, la sorella Elena, le cose sarebbero andate diversamente…Elisabetta avrebbe fatto un matrimonio nobile, ma così così, come le sue sorelle,nessuno si sarebbe interessato alle sue fisime ed Elena sarebbe stata un ‘ ottima imperatrice, un’ottima moglie e un’ottima madre,ma che nessuno oggi ricorderebbe

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post

Claudia contro Luisa per amore di Francesco I

Next Post

La bellissima Paola, una regina italiana per il Belgio

error: Content is protected !!