Carlo e Camilla dieci anni come marito e moglie

Anni e anni di relazione più o meno segreta e in mezzo un matrimonio sbagliato, una crisi coniugale, tradimenti, ripicche, panni sporchi lavati in pubblico, un drammatico incidente, un professionista della comunicazione per ricostruire l’immagine dei personaggi interessati, la scomparsa della nonna irriducibilmente avversa ai divorziati e finalmente l’ok anche della mamma regina. Insomma un dramma che finisce come una favola? Non proprio. Consegnato l’anello – un enorme diamante taglio smeraldo – stabilita la data (il che considerando l’agenda di Elisabetta II è una specie di rompicapo cinese) muore papa Giovanni Paolo II e il Vaticano programma il solennissimo funerale alla presenza dei capi di Stato di tutto il mondo e di tutte le teste coronate cattoliche e non l’8 aprile. Cioè il giorno che Carlo e Camilla avevano scelto per le loro nozze. Così a causa delle esequie del capo della Chiesa cattolica il futuro capo della Chiesa anglicana ha dovuto posticipare di un giorno il matrimonio con la donna della sua vita. Da allora sono passati dieci anni e, nonostante le più fosche previsioni, la coppia, che il 9 aprile ha celebrato le sue nozze di stagno, sembra funzionare davvero bene.
Circa un mese fa, poco prima di un viaggio ufficiale negli Stati Uniti, l’erede al trono britannico ha concesso un’intervista alla CNN durante la quale ha abbandonato, almeno parzialmente, il tradizionale riserbo da gentleman inglese. «È sempre bello avere qualcuno al tuo fianco», ha detto Carlo «È un supporto enorme e io ringrazio Dio di poterlo avere. Ti fa scoprire il lato divertente della vita».

Prince Charles And Camilla Parker-Bowles Announce Intention To Marry

La prima apparizione ufficiale dopo l’annuncio delle nozze il 10 febbraio 2005

Il principe di Galles ha anche commentato un recente sondaggio secondo il quale solo il 35% dei britannici sarebbe contrario a una Camilla regina nonostante gli accordi pre nuziali avessero stabilito che la moglie del futuro re sarebbe diventata solo “principessa consorte” .
«Si tratta di una vera sfida», ha rivelato il principe, «Ma, credo, che lei potrà affrontarla in modo brillante, come ha fatto finora».
E Carlo, ha ammesso di essere molto felice: «È sempre meraviglioso avere qualcuno che ti capisce e ti incoraggia», ha spiegato, «Anche se lei generalmente prende in giro il mio modo di affrontare le cose troppo seriamente. E anche questo aiuta».

gales-1-a

Si dice che durante il ricevimento nuziale posticipato (ma tanto le monumentali wedding cake inglesi sono fatte apposta per durare anni) la regina d’Inghilterra, che è una donna saggia e di grande esperienza, abbia paragonato la storia d’amore di Carlo al Grand National, uno dei più celebri concorsi ippici inglesi. «Nonostante i fossi, gli ostacoli e una lunga serie di impedimenti mio figlio ce l’ha fatta», pare abbia mormorato la sovrana con un sospiro di sollievo.
Scandali e rivelazioni piccanti a parte questo matrimonio ha segnato la chiusura definitiva di una crisi per certi versi drammatica e l’ingresso in famiglia di una persona che, a parte tutto le polemiche, fa da sempre parte del “giro”, ne conosce i rituali e soprattutto ha saputo rendere felice quest’uomo intelligente e sensibile, arrivato all’età della pensione senza aver mai in effetti esercitato la “professione” per la quale studia da tutta la vita.
Camilla Parker Bowles è stata a lungo una spina nel fianco di Elisabetta e di sicuro la sua presenza tra le quinte ha affrettato la conclusione del matrimonio fra Carlo e Diana e ha contribuito a complicare uno dei momenti più difficili del suo regno, ma le due signore hanno anche molto in comune.
Sia la madre che l’attuale moglie del principe di Galles amano la campagna, i cani, i cavalli e le solide vecchie tradizioni inglesi, però la marcia di avvicinamento è stata lenta e difficile e nessuno, all’epoca della morte di Lady D, avrebbe scommesso un penny su un epilogo del genere. Eppure in questo caso l’amore, un amore fatto di passione e di complicità, di comprensione e affetto profondo, ha vinto su tutto e su tutti, persino sui consiglieri della casa reale più conservatori della stessa sovrana.
L’operazione Camilla inizia in sordina nel 1998 quando il mondo ancora piange la “principessa del popolo”. Madame Parker Bowles (figlia del maggiore Bruce Shand, un eroe della seconda guerra mondiale, diventato commerciante di vini, e di Rosalind Cubitt, a sua volta nipote di quella Alice Keppel che aveva rallegrato gli ultimi anni di re Edoardo VII, trisavolo di Carlo) è a tutti gli effetti la padrona di casa ad Highgrove la residenza di campagna del principe Carlo ed è lei a organizzare nel novembre di quell’anno la festa per i cinquant’anni dell’erede al trono, evento al quale Elisabetta non si fa vedere. I tempi non sono ancora maturi, il lutto è troppo fresco e soprattutto all’interno della famiglia reale ci sono due persone contrarissime al nuovo matrimonio dell’erede al trono, il marito della regina, Filippo duca di Edimburgo, e la vecchia ma sempre in gamba e amatissima regina madre. È fuori discussione pensare di contrariare l’anziana Queen Mum, la quale veleggia verso i cento anni, è una specie di mito vivente e soprattutto non tollera i divorziati.
Inoltre il principe c’è anche un problema di ordine religioso: Carlo una volta re, sarà il capo supremo della Chiesa anglicana, che non approva le nozze fra divorziati.
La missione appare quasi impossibile, ma verrà condotta con la tenacia di una guerra, con le armi della diplomazia e l’aiuto di un esperto di pubbliche relazioni e di alcuni amici fidati. Uno fra tutti l’ex re di Grecia, Costantino, il fratello della regina di Spagna, intimo amico dei reali inglesi e per questo presente a tutti i grandi appuntamenti della monarchia.
Il 3 giugno del 2000, il principe Carlo organizza ad Highgrove un’altra grande festa di compleanno, quella per Costantino di Grecia e questa volta è impensabile che la regina non ci sia. Sarebbe uno sgarbo nei confronti di un parente stretto e di un amico, il quale per di più insiste molto con la sovrana perorando la causa dei due maturi innamorati. L’incontro con Camilla a questo punto è inevitabile ma si risolve in quaranta secondi netti, piuttosto gelidi, eppure fondamentali.

The Duchess of Cornwall, formerly Camill
Il breve saluto da parte di The Queen costituisce una specie di placet ufficiale e la posizione della “compagna” si consolida. La morte della regina madre, all’inizio del 2002, è un altro passo avanti e nel frattempo Camilla si affida a un esperto di immagine che le rifà il look e l’immagine sociale. Signora ormai over 50 non bella come era stata Diana, la signora Parker Bowles, a differenza della rivale, viene da una famiglia solida che ha cresciuto i figli in modo intelligente e aperto ed è, forse proprio per questo, sicurissima di se stessa. Camilla non cerca di fare la ragazzina, ma anzi diventa una donna in puro stile Windsor: abiti classici, cappotini, borsette, colori pastello, cappelli piumati.
Un incidente diplomatico alle mondanissime nozze della figlia del duca di Westminster contribuisce a risolvere definitivamente la delicata questione: Camilla, che è ancora solo un’amante, viene relegata in fondo alla chiesa e Carlo, offeso e infuriato, non si presenta alla cerimonia. Deciso a non replicare situazioni così imbarazzanti il principe di Galles chiede alla madre di acconsentire alle nozze e finalmente il 9 aprile 2005 la donna, che l’erede al trono inglese ama da oltre trent’anni, diventa Sua Altezza Reale la duchessa di Cornovaglia. Teoricamente sarebbe la nuova principessa di Galles, ma la decisione di non usare quel titolo, ancora legato al ricordo di Diana, è un modo per non urtare la
sensibilità dei principi William e Harry e degli inglesi.
I due ragazzi comunque accettano la scelta del padre, e William, insieme al figlio maggiore di Camilla, Tom Parker Bowles, è addirittura il testimone di queste nozze celebrate in forma civile e a porte chiuse nel Guidhall di Windsor.

The Royal Wedding of HRH Prince Charles and Mrs. Camilla Parker Bowles - The Blessing Ceremony - Inside
Per l’occasione la futura duchessa di Cornovaglia indossa un abito da mattina bianco avorio con l’orlo smerlato, un cappottino leggero disegnato da Robinson Valentine e un cappello a tesa larga di Philip Treacy. Assolte le formalità civili i due si sono spostati al castello di Windsor per un rapido cambio di abito e la benedizione nella cappella di Saint George davanti a un piccolo gruppo di selezionatissimi ospiti (parenti stretti, l’ex marito di lei, amici royal fra cui l’erede al trono di Norvegia con la moglie, il principe Constantijin dei Paesi Bassi, l’immancabile Costantino di Grecia e molti volti noti della società civile britannica compresi diversi attori famosi). La donna che tutti avevano fino ad allora avevano considerato poco elegante si è presentata con un lungo e sofisticato manteau in tessuto damascato azzurro polvere ricamato in oro (il disegno pare fosse quello di un gioiello appartenuto alla madre di Camilla) con sotto un abito leggero di chiffon azzurro chiaro. In testa niente diadema ma un copricapo sempre di Treacy. Sobria, raffinata ma molto, molto regale la neo Altezza Reale appare emozionata certo però anche sicura e sorridente.

charles2--a

Oggi il 50 inglesi su 100 credono che la moglie del principe ereditario stia facendo bene il suo lavoro nella “Firm”.
Il principe, sempre più sereno e sorridente, ha finalmente trovato una persona che sa stare al suo fianco ed è capace di assecondarlo. Adesso nessuno gli ruba più la scena come accadeva ai tempi di Diana, quando, mentre lui parlava di ecologia e di ambiente, l’attenzione di tutti era concentrata sugli outfit della principessa di Galles, perché Camilla non è un’antagonista ma una partner che con i suoi modi gentili e spontanei e una cordialità non solo di facciata ha conquistato quasi tutti compresi il suo più strenuo oppositore, il duca di Edimburgo il quale, entrando nell’abbazia di Westminster il giorno delle nozze di William, ha salutato la nuora, un tempo odiata, con un bacio molto affettuoso e decisamente inusuale per i royal inglesi.

Marzo2015

Prima del viaggio negli Usa sono uscite nuove foto ufficiali nelle quali la coppia appare rilassata ed è evidente come fra di loro ci siano la complicità e l’intesa profonda di due persone che non hanno perso mai la voglia di stare insieme. E’ evidente che i protagonisti di uno degli amori più controversi del XX secolo continuano a divertirsi insieme e non hanno bisogno di altro. Al guardarli, ormai di mezza età, sorridenti e allegri, si ha davvero la sensazione che sì, l’amore esiste e può durare davvero tutta la vita.

Marzo2015-2

Su Carlo e Camilla potete leggere anche:

Il principe ecologico

http://www.altezzareale.com/2013/11/14/personaggi-reali/personaggi-reali-di-oggi/il-65-anni-carlo-dinghilterra-principe-verde/

Prove di abdicazione?

http://www.altezzareale.com/2014/01/20/donne-reali/the-queen/prove-abdicazione-forse/

I gioielli di Camilla

http://www.altezzareale.com/2011/05/27/gioielli-reali2/i-gioielli-della-duchessa-di-cornovaglia-la-greville-tiara/

http://www.altezzareale.com/2012/03/05/gioielli-reali2/da-mary-a-camilla-la-durbar-tiara/

Comments ( 164 )

  • Dora

    Aprile 8, 2015 at 4:16 pm

    😀
    moooooooooolto bello! XD
    ma solo a me l’abito nuziale di camilla pareva più grigio che azzurro??

  • Marinella

    Aprile 8, 2015 at 5:11 pm

    Complimenti Marina, sempre attenta e puntuale nelle ricorrenze! Per me il matrimonio di Carlo e Camilla è la realizzazione di un grande amore e della tenacia del sentimento. Ricordo che dieci anni fa ho esclamato “che sfiga!” Quando ho sentito che il funerale del papà si teneva il giorno programmato per il loro matrimonio. Cmq è finita bene
    ! benissimo direi. Ho letto sull’edizione online di “oggi” che la contessa di Wessex ha compiuto cinquant’anni… Uau! Secondo me è la migliore rappresentante della famiglia reale inglese. Sempre elegante, discreta è composta. Pensavi ad un post su di lei?

    1. milady

      Aprile 8, 2015 at 7:30 pm

      in passato qualche polemica l’ha scatenata anche la contessa di Wessex…niente di gravissimo, ma notevoli indiscrezioni per ottenere qualche incarico di lavoro. Credo l’abbiano convinta ad abbandonare il lavoro ed ora davvero è inappuntabile, direi nei limiti della moda inglese anche piuttosto elegante

  • elettra/cristina palliola

    Aprile 8, 2015 at 5:11 pm

    Se le cose fossero andate come dovevano andare e così come sono ora, adesso la coppia avrebbe festeggiato i 40 anni di matrimonio Diana sarebbe una sconosciuta Lady, ma viva e unica nota dolente, non avremmo i due bei principi William e Harry,( e anche George) ma chissà chi e Kate sarebbe anche lei una comunissima ragazza, forse neppure laureata al prestigioso St. Andrew! Ma le cose sono andate come sappiamo e come @Marina ci ha sapientemente ed esaurientemente, ricordato. Anch’io non avrei scommesso un penny, sulla possibilità di queste nozze il giorno della morte di Diana, anzi, addirittura, pensai che si sarebbe potuto digerire un erede al trono divorziato , ma mai un erede al trono vedovo e risposato con la donna, tanto da lui amata, ma tanto odiata, dal popolo, che aveva anche saputo, grazie a intercettazioni, particolari piccantissimi sulla loro vita intima. La forza di Camilla è stato il suo silenzio. si è lasciata infangare, umiliare, sbeffeggiare, ma è sempre stata zitta, nell’ombra,non ha provato, neanche con un gesto a difendersi. Esattamente tutto il contrario di quello che aveva fatto Diana e mi ricordo che il giorno dei funerali del Papa GP II, a causa dei quali, i due innamorati furono costretti a rimandare le nozze, pensai: ecco che il fantasma di Diana si fa sentire e ,come i bravi a don Abbondio, dall’aldilà, ammonisce: questo matrimonio non s’ha da fare !…invece si è fatto e come volevasi dimostrare è stato e continua a essere un matrimonio felice, forse anche per tutte le difficoltà che i due hanno dovuto superare.
    Certo che a volte, la realtà supera la fantasia….a guardare a ritroso, le foto che ritraggono i due ragazzi Carlo e Camilla innamorati già allora, chi avrebbe potuto dire che ognuno di loro, si sarebbe sposato con due persone diverse e dopo 1000 difficoltà, 1000 dolori, 1000 ansie, avrebbero potuto coronare il loro sogno?…la prima a non crederci era proprio Camilla, che infatti, ha cercato di rifarsi una vita, con un altro uomo che le ha anche dato due figli….e tornando agli anni ’80, alle foto delle nozze tra Carlo e Diana, chi poteva dire che la loro unione fosse così fallimentare’? e da erede al trono, Carlo avrebbe mai potuto pensare alla parola “divorzio” ? …e avrebbe mai potuto pensare anche di diventare un vedovo?…e avrebbe mai potuto pensare che alla fine Camilla sarebbe stata stimata e rispettata anche da suo padre e sua madre? e che i suoi figli, l’avrebbero considerata una buona compagna , per lui? come in un grande puzzle, che in alcuni momenti ha assunto anche colori foschi, ogni tessera è andata al posto giusto…che dire? sembra davvero che tutto ciò ha avuto e ha un suo perchè e che così era scritto nel cielo!

    1. milady

      Aprile 8, 2015 at 6:03 pm

      Probabilmente Lady D avrebbe fatto come il nostro principe ballerino: una carriera nelle trasmissioni più trash. Ci scordiamo che tanto era brava a piangere in TV sulle sue disgrazie tanto era brava a glissare sui suoi numerosi e variopinti amori….come martire quanto meno improbabile.

  • Maria Paola

    Aprile 8, 2015 at 5:24 pm

    basta vederli insieme per capire che sono felici e si amano molto

  • Lucia

    Aprile 8, 2015 at 5:29 pm

    Complimenti Marina, bellissimo articolo .All’inizio Camilla non mi piaceva tanto ma con il tempo si è fatta apprezzare, peccato vi siano voluti anni e dolori prima del classico e lieto the end.

  • nicole

    Aprile 8, 2015 at 6:59 pm

    Ho sempre apprezzato molto Camilla, con sua regale riservatezza, mai mezza parola,solida .. vicino a un Carlo finalmente felice.

  • Simplicitas blog

    Aprile 8, 2015 at 8:47 pm

    Ho sempre pensato che la loro fosse una delle più belle storie d’amore dei nostri tempi. Di quelle che a inventarle sembrerebbero troppo inverosimili, quindi possono solo succedere.
    E tu Marina la racconti benissimo!

  • edo

    Aprile 8, 2015 at 8:53 pm

    Ma quanto era elegante il principe Carlo al suo matrimonio? Anche nella vita di tutti i giorni è sempre elegante (forse l’uomo più elegante del pianeta) ma il giorno delle nozze ha veramente superato se stesso. Marina, c’è qualcuno che può scrivere qualcosa sull’eleganza di Carlo e dei suoi predecessori? Infatti, anche il padre FIlippo è molto elegante, per non parlare poi del prozio Edoardo VIII (ma anche il nonno Bertie non era male…). Dai, per una volta potresti pensare un po’ anche a noi maschietti…tutti i post sono dedicati a tiare, gioielli, cappellini… 🙂

    1. marina

      Aprile 8, 2015 at 9:20 pm

      Hai ragione mea culpa 🙂 se c’è qualcuno che ha voglia di parlare di eleganza reale maschile si faccia avanti

    2. milady

      Aprile 8, 2015 at 9:32 pm

      d’accordissimo….ma bisogna anche dire che tanto la moda inglese non dona alle donne, tanto è il massimo della raffinatezza per gli uomini

  • nicole

    Aprile 8, 2015 at 10:06 pm

    Non ho mai capito questa schizofrenia tutta british.. Uomini di eleganza eccelsa, portamento, ecc .. Donne con gusti discutibili . La stessa Diana faceva piangere all’inizio.. Si conciava come poche! The Queen ha suo stile, i suoi abiti di un tempo erano abiti senza tempo .. Da regina . Perché una regina non segue mode, almeno non pedissequamente. Camilla è ok , per lo più, per essere moglie del Galles . Anche Kate , volendo. Anche se è noioso vederla sempre con quei cappottini e abitini di stesso taglio quasi .. Versione invernale e estiva. La moglie di Edoardo pure lei è bon ton senza sbavature vistose .. Ma le due sorelle , le due figlie di Andrea… Dovrebbero avere una diffida a uscire combinate come sono in certe occasioni ..
    I cappelli .. Non toccatemeli! Li adoro .. Bisogna solo saperli portare !

  • Donna Bianca

    Aprile 8, 2015 at 10:26 pm

    Sono una coppia bellissima, si vogliono bene e si vede. Anch’io che ho amato tantissimo, come quasi tutte le adolescenti della mia generazione, Lady D e creduto nella sua favola non posso non riconoscerlo. Condivido però, con molta amarezza, il pensiero di quanti sostengono che se Carlo non avesse sposato Diana si sarebbe evitata tanta sofferenza. Ma come sempre, è facile fare i saggi con il senno di poi…

  • elena poli

    Aprile 8, 2015 at 10:40 pm

    Per lungo tempo non ho amato affatto Camilla,troppo grande la perdita della
    Principessa Diana…Ma ora devo dire che la stimo,con il tempo è diventata una solida ma raffinata lady inglese,concreta,complice di suo marito,ha saputo costruire un ottimo rapporto con William e Harry,pare abbia istruito kate su come muoversi all’interno della royal family,è come gli inglesi si aspettano che sia,e sempre più numerosi la vorrebbero Regina.Anche se non ho mai dimenticato Diana,anche io penso che Camilla debba essere Regina al fianco di Carlo,per continuare a sostenerlo e come riconoscimento al buon lavoro che ha svolto in questi anni,buona serata!

  • Ody

    Aprile 9, 2015 at 8:25 am

    Ho sempre tifato per Camilla, per questa storia normale ed eccezionale di amore vero, che sa aspettare. Ma anche un amore moderno (se mi passate il termine), che ha fatto parlare la passione anche quando era sconveniente farlo per la situazione, o, se volete, non di specchiata onestà per la presenza di altri due coniugi.
    Ma Carlo e Camilla appartengono a quella generazione di mezzo che ha pagato caramente, in proprio, il grande cambiamento della società. Una generazione che in molti casi ha dovuto piegarsi alla convenienze, ma poi non è riuscita a stare all’interno di questi recenti ed ha cercato soluzioni intermedie, scorciatoie che sembravano assicurare almeno delle briciole di felicità.
    Certo poi per loro il tutto era enormemente complicato dalla visibilità pubblica e dal ruolo eccezionale che Carlo riveste all’interno del sistema-monarchia inglese.
    Credo comunque che anche le famose intercettazioni telefoniche “piccanti” abbiamo contribuito a farmi amare questa donna, a farmi capire che c’era una vera passione tra i due, incurante degli stereotipi di bellezza e glamour, incurante anche di età e di contorno familiare e pubblico.
    Non è questa, davvero, la passione? Una pulsione così forte e insana che chi non la vive non la capisce e può solo demonizzarla o considerarla ridicola?
    Ecco, in quel caso io l’ho invece apprezzata (è un po’ invidiata)

  • Simplicitas blog

    Aprile 9, 2015 at 9:55 am

    Ma per festeggiare l’anniversario, avranno tirato fuori dal royal freezer una fetta di torta di dieci anni fa? 🙂

    1. marina

      Aprile 9, 2015 at 10:25 am

      ahahahah forse si. e non c’è bisogno di freezer è una cake alla frutta molto denso che pare si conservi a lungo. ne abbiamo parlato per le nozze di William e Kate mi sono dimenticata di mettere il link 😉

  • annarita

    Aprile 9, 2015 at 11:21 am

    A me Camilla non piace,lasciamo stare il non essere bella come Diana, ma quello che non concepisco è come abbia rovinato due matrimoni, il suo e quello di Carlo. Quando il principe stava per sposarsi, si doveva ritirare in sordina e non di fare in modo che lui la cercasse per chiedere consiglio e passare con lei l’ultima notte da scapolo.Mi pare chE sia una gran furbona, ha saputo scandagliare bene l’animo di Carlo, ha capito di cosa aveva bisogno e si è adeguata. Non credo che accetterà il titolo di principessa consorte ma vorrà quello di regina. Mi piacerebbe che Elisabetta saltasse il figlio e dasse il titolo di erede a William.Mi spiace di essere così cattiva ma è quello che penso.

    1. marina

      Aprile 9, 2015 at 11:38 am

      rispetto il tuo pensiero, ma non è proprio così la storia. Il primo marito di Camilla era un noto dongiovanni e il matrimonio fra i due è andato in frantumi anche per colpa di lui. il matrimonio di Carlo si è sfasciato da solo anche senza bisogno di Camilla.

      1. Dora

        Aprile 9, 2015 at 2:50 pm

        concordo con marina.
        entrambi i matrimoni di carlo e camilla sono stati “di ripiego”.
        e il consorte di camilla lo sapeva e “si è adeguato”. diana l’ha scoperto sulla sua pelle ma al posto di reagire da gran signora ha reagito da quella ragazzina che era, diventando la facciata della “principessa del popolo” (una che il popolo non lo aveva neanche visto da lontano)
        inoltre ORA si sono sposati e lei sarà principessa consorte. ma per anni ha dovuto subire le angherie e il disprezzo di una nazione intera (che, secondo me, si sono estesi anche ai suoi famigliari) senza vedere la luce in fondo al tunnel che è la situazione di oggi.
        il gioco non valeva candela.
        e “desse” non “dasse”, per favore.

        1. Maria Paola

          Aprile 11, 2015 at 7:28 pm

          ciao Dora, però Diana era a tutti gli effetti una ragazzina quando sposò Carlo e credo che abbia molto sofferto!! anche se ero una fan di Diana, non ho mai disprezzato Camilla, anzi ho sempre sostenuto che Carlo avrebbe dovuto sposare lei fin da subito, ma insomma non credo nemmeno che lei sia stata una vittima. Anzi mi sembra una donna con le p..le, con un carattere forte, deciso e molto duttile. Non credo sia mai stata in un tunnel, è sempre stata un’agiata signora, molto amata dall’erede al trono. Stiamo tranquilli che Camilla è una donna che ha subito ben poco nella sua vita, si è sempre saputa destreggiare molto bene!

  • Giacomo

    Aprile 9, 2015 at 2:10 pm

    Anche a me loro due non mi fanno impazzire, soprattutto Carlo, che ha fatto soffrire molte persone, prime fra tutti i suoi figli. Se amava Camilla, perché non sposarla subito? È vero che la madre non era dalla sua parte, ma aveva sempre un asse nella manica:” o Camilla o rinuncio al trono” ( come ha fatto più tardi Felipe con Letizia).E scommetto che Elisabetta avrebbe acconsentito pur di evitare un’altra abdicazione. E poi avrebbe dovuto insistere un po’ di più: la Queen Mum aveva rifiutato per ben tre volte il matrimonio con Giorgio, ma poi ha ceduto. Lui al primo rifiuto ha mollato e si è rivolto altrove. Almeno poteva usare un po’ di tatto: non indossare i gemelli regalati da Camilla il giorno del matrimonio. Lei , invece, non mi fa né caldo né freddo…è una classica signora inglese che si veste all’inglese.

    1. Dora

      Aprile 9, 2015 at 3:50 pm

      fare il giochetto “o lei o il trono” a sua madre e, soprattutto sua nonna, dopo la cazzata fatta dal prozio edoardo? assolutamente no. io credo che carlo sia stato l’ultimo che si è sposato “per dovere”. (sulle famiglie mediatizzate non so)
      e sarò controcorrente ma molto spesso preferisco camilla a kate

      1. Pellegrina

        Aprile 26, 2015 at 3:56 am

        Assolutamente anch’io: Camilla ha da sempre l’aria di una persona interessante, sinceramente calorosa e attenta agli altri per istinto, non per dovere, spontanea, che sta bene con sé stessa. Middleton proprio l’opposto.

    2. elettra/cristina palliola

      Aprile 9, 2015 at 4:17 pm

      Io credo che se non ci fosse stata in precedenza la Diana-story, non avremmo mai visto non solo Letizia sul trono, ma neppure le varie Maxima, Mary, Mette-Merit e chi più ne ha più ne metta! Questa storia è stata talmente unica e dolorosa e se vogliamo anche scandalosa che nessuna monarchia ha avuto il coraggio di replicare e imporre ai vari eredi, una moglie, non gradita
      Camilla rifiutò la proposta di Carlo, ANCHE perchè sapeva in cuor suo che sarebbe stato difficile stare in quella famiglia e perchè proprio non poteva neanche lontanamente supporre di essere accettata e digerita e sono sicura che Carlo non l’avrebbe MAI spuntata davanti all’opposizione della nonna, del padre e in parte anche della madre…Elisabetta si oppose al matrimonio di Margaret con il capitano Townsend, ricordiamocelo! e la proposta di rinunciare al trono sarebbe stata accolta come il capriccio di un bambino che non meritava neppure di essere presa in considerazione, senza andare a scomodare il ricordo di cosa era successo con Edoardo VIII…no, non ce l’avrebbe mai fatta! e questo era un ragionamento molto diffuso in tutte le famiglie reali. Carlo Gustavo ha sposato Silvia come re, ma ha aspettato la morte del nonno e Harald si è sposato dopo un tentativo di suicidio di Sonia, M.Teresa del Lussemburgo, ha visto i sorci verdi, fino a che la suocera è stata in vita…insomma non era così facile, come ora, entrare a far parte di una famiglia reale…ancora oggi i principi tedeschi, non si sposano con le borghesi, pena il decadimento del diritto al trono, seppure solo ipotetico
      Le cose sono cambiate solo dopo lo scandalo e la morte di Diana…non so se è stato un bene, forse non del tutto,ma sicuramente, purtroppo c’è voluto tutto questo, per avere un cambiamento di rotta…

      1. marina

        Aprile 9, 2015 at 4:46 pm

        no non credo che Camilla sarebbe stata malvista nella famiglia reale, certo non accolta a braccia aperte ma malvista no. in fondo lei era già del giro, suo padre era un eroe di guerra e la madre figlia di un conte o visconte non ricordo. certo non era una innocente fanciulla in fiore e questo rischiava di turbare le coscienze. io a Carlo rimprovero il non avere avuto le palle, solo così la poteva convincere e imporre. le ha tirate fuori solo dopo, quando però tanti avevano sofferto.
        il no alle nozze di Margaret con Townsend era motivato dal fatto che lui era divorziato, da null’altro che questo. divorziato. nonostate la stima della famiglia reale e il fatto che anche lui era un eroe della Raf.
        comunque sono d’accordo senza la Diana-story non ci sarebbero state le attuali consorti.

        1. Pellegrina

          Aprile 26, 2015 at 4:03 am

          Avevo letto molto tempo fa, mi sembra, che quando iniziò la relazione fra C e C la famiglia lo spedì agli antipodi, e solo allora lei scelse di sposarsi con il suo primo marito con cui aveva avuto una relazione già altalenante. Poi oggi, cioè dopo la ricostruzione di immagine, si legge che sarebbe stata lei a rifiutarlo, ma la prima versione, o almeno una versione alternativa circolata era diversa… si sa da quando data questa ricostruzione?

  • nicole

    Aprile 9, 2015 at 3:39 pm

    Non dimentichiamo che chi dà ordini perentori è anche Filippo! Carlo non era stato allevato per poter dire di no.. Poveretto .. Dico adesso! 30 anni fa mi pareva senza attributi.. Finché tutto è andato a catafascio e forse qualcuno ha iniziato a pensare che qualche errore era stato fatto nel volere gestire le vite degli altri .

  • luka

    Aprile 9, 2015 at 3:55 pm

    Del matrimonio di Carlo e Camilla ricordo due particolarità: il bel cappello di Camilla con le spighe di grano e l’abito della regina Elisabetta!
    Le spighe di grano non sono simbolo di fertilità?…la regina Betta non era “troppo” vestita di chiaro, quasi bianco?…
    Ecco i dubbi di allora e di oggi!
    Comunque per me sono degni di diventare re e regina: hanno già pagato per eventuali errori del passato !

    1. Dora

      Aprile 9, 2015 at 9:21 pm

      il cappello di camilla non aveva spighe di grano. al massimo le potevano ricordare ma non lo erano.
      il suo vestito è uno dei miei preferiti insieme a quello di victoria di svezia, fabiola del belgio, irene dei paesi bassi e sua figlia carolina, di mette marit, di letizia (lo so, ma gustibus) e dell’infanta cristina. poi mi piacciono anche quelli di tatiana e annemarie di grecia, claire del lux e charlene (vabbè armani!)

      1. Pellegrina

        Aprile 26, 2015 at 4:16 am

        D’accordo anche sui vestiti: spagnolo in primis e questo di Camilla. Mi piacciono anche Fabiola, Margarethe (che trovo l’unica altra persona realmente interessante tra tutti costoro) e una tipa che si è sposata nel sud della Francia un settembre vestita di pizzo, bruna, bella ed elegante – nome persosi nei meandri del tempo.
        Poi che dire: quella formula penitenziale la trovo di un’umiliazione senza senso, davvero. Una meschinità come solo le religioni a volte sanno imporre.
        Per fortuna, dopo averne viste tante, questa dev’essere sembrata davvero piccina a due persone che più sposate non potrebbero essere, con tutto quel che ciò comporta. E molto intenso il non voler più sopportare, da parte di Carlo, che la donna della sua vita fosse relegata in un sottoscala simbolico mentre lui restava in primo piano. Auguri.
        P.S.: difficile pensare che non si passi l’ultima notte con una persona che sta uscendo dalla propria vita per sempre, a meno che non si tratti di un aguzzino…

        1. Dora

          Aprile 26, 2015 at 12:20 pm

          ah, intendi claire del lussemburgo.
          sì, anche a me lei era piaciuta come sposa ma l’abito di elie saab è uguale a tutti gli abiti dello stilista. quindi bella ed elegantissima lei ma originalità zero.

  • Maria Paola

    Aprile 9, 2015 at 4:33 pm

    di triangoli come quello di Camilla Carlo e Diana è piena la storia delle famiglie regnanti. Di solito gli eredi al trono si sposavano con persone adeguate soprattutto per ceto, al fine di proseguire la discendenza. Insomma i figli dovevano nascere dai “lombi” giusti, la consorte serviva solo per quello, mentre le persone amate erano altre. Quasi sempre il principe di turno aveva già una o più amanti al momento del matrimonio. Non è una bella cosa e infatti è stato il dramma di Diana. Carlo all’epoca si adeguò semplicemente alla tradizione. A me personalmente lui non piace molto, lo trovo un po’ senza carattere, ma è anche vero che non ha mai avuto modo di esprimersi pubblicamente, trovo inconcepibile che un erede al trono rimanga tale a quasi 70 anni!

  • annarita

    Aprile 9, 2015 at 7:55 pm

    @Dora scusa se ho sbagliato a scrivere, prima di inviare dovevo guardare che cosa avevo battuto, purtroppo con il gesso non è una cosa semplice.

    1. Dora

      Aprile 9, 2015 at 9:12 pm

      immagino…
      mio cugino si ruppe il braccio d’estate E GLI VENNE PURE LA VARICELLA!!!
      inoltre cadde in torrente e si bagnò il gesso, per fortuna se lo sarebbe tolto il giorno dopo!!! XD buona guarigione

  • laura

    Aprile 9, 2015 at 8:31 pm

    @ Maria Paola, Certo e’ piuttosto insolito che un erede debba attendere i 70 anni per iniziare a fare il lavoro che gli e’ stato destinato, ma vista la situazione cosa dovrebbe fare la regina Elisabetta ? suicidarsi ? e’ evidente che non abdichera’ mai. Ricordo che una volta avevo scritto, non so piu’ in quale occasione, che una soluzione potrebbe essere l’associazione al trono che non credo abbia precedenti in UK ma ne ha uno famoso in Austria-Ungheria quando Maria Teresa associo’ al trono il figlio Giuseppe. Ma questo , se non ricordo male, avvenne dopo che Maria Teresa era rimasta vedova ed evidentemente, visti i tempi e le circostanze, aveva preferito avere comunque accanto un figura maschile. Certamente non fu la soluzione scelta dalla formidabile Vittoria che anzi fece di tutto per tenere lontano Bertie dai “compiti” regali fino all’ultimo. Visto quindi che Elisabetta non e’ vedova, non intende minimamente abdicare ed e’ piu’ in forma che mai a Carlo non rimane che attendere pazientemente. L’unica concessione e’ stata l’unificazione degli uffici. Non mi pare che i compiti di Elisabetta siano diminuiti nonostante la notizia che ricordo di avere letto un bel po’ di anni fa su un presunto trasferimento di Elisabetta a Windsor per lasciare campo libero a Carlo … direi proprio che abbiamo visto il contrario.

    1. Maria Paola

      Aprile 26, 2015 at 5:46 pm

      @Luka, senza voler giudicare Elisabetta, io ho molto apprezzato il gesto di abdicazione di Beatrice dei Paesi bassi, che ha passato il testimone quando era ancora una donna in gamba e anche molto più giovane della regina del regno Unito. Ripeto che non ho molta simpatia per Carlo e che Elisabetta è stata una regina formidabile, ma secondo me lo sarebbe ancora di più se cedesse il passo al figlio.

  • Ale

    Aprile 9, 2015 at 8:52 pm

    molto bello questo post 😀
    sono già passati dieci anni! mi ricordo che avevo visto il servizio al tg sulla cerimonia di Windsor. lo sapete a me piacciono molto come coppia. sarà che avendo sei anni nel ’97 non sono stato minimamente toccato dalla figura di diana ma a me sia carlo che camilla sono sempre stati simpatici. mi spiace molto che abbiano tribolato loro e le persone a loro legate per arrivare dove sono oggi.
    ho approfondito la figura di diana molti anni dopo che carlo e camilla si erano sposati e devo dire che non mi piace come persona, molto costruita, il suo rapporto coi tabloid poi era assurdo, il suo usare i figli per ingraziarsi l’opinione pubblica, per non parlare del fatto che come principessa del galles ha dimostrato di essere inadeguata al suo ruolo. camilla dopo la morte di diana era odiata da tutto il regno unito, credo che una volta le abbiano pure lanciato addosso delle cose, forse patate. ma piano piano con grande stile ha saputo farsi apprezzare nella firm e dai britannici. lei faceva già parte dell’ambiente, anche se molto meno di diana, e quindi diciamo ha anche le stesse passioni della suocera. trovo esemplare il suo stile, mai un passo falso, sempre in secondo piano, mai una parola di troppo, dote che Elisabetta sicuramente apprezza. credo sia molto intelligente. non mi dispiace neanche il suo stile da matrona inglese, tradizionale un po’ fuori dal tempo, la trovo elegante e sicuramente sa portare degnamente anche i gioielli più impegnativi.
    la mossa di dire per rispetto alla memoria di diana non porterò il titolo che mi spetta ma quello minore di duchessa di Cornovaglia è stata una genialata, un colpo azzeccatissimo. io non so se potrà portare il titolo di regina per questione del divorzio e tutto il resto, però credo che non ci sarebbe niente di scandaloso se riuscisse a ottenerlo. ultimamente è uno dei membri dei Windsor che preferisco, concordo con @dora quando dice che kate sta un po’ come dire stufando, sembra sospesa tra due mondi, quello più semplice e basato sui soldi dove è nata e quello di william basato sul rango e sui doveri reali a cui non ci si può sottrarre. a mio parere ha ancora tante cose da imparare.
    concludo dicendo che io invece non sono un amante delle abdicazioni, credo che dovrebbero avvenire solo per questioni di salute o per salvare l’istituzione dopo errori politici. la penso come gli inglesi, quello del monarca è un dovere a vita, non trovo giusto abdicare solo perché si raggiunge una certa età. in più proprio per la storia recente del regno unito Elisabetta non abdicherà mai quindi a carlo toccherà attendere il suo turno. e direi che è impensabile che si possa saltare una generazione nella linea di successione al trono, il monarca non può scegliere il suo successore. carlo non avrà un regno lungo ma sicuramente se non passa a miglior vita prima della madre un giorno sarà re … a meno che non venga fuori che è un nazista 🙂
    nel frattempo mi auguro che william si faccia un po’ le ossa e che impari anche qualche lingua oltre al pessimo francese che parla. ha un grande potenziale, tutti lo adorano quindi deve stare attento a non deludere le aspettative.

  • Alex

    Aprile 10, 2015 at 2:46 am

    Che bel post! Aggiungo solo ai commenti che quando Camilla si sposò la prima volta non lo fece credo per ripiego, ma perchè non voleva vivere secondo i criteri rigidi della famiglia reale, che preferiva certamente una sposa diversa, più innocente e sottomessa, ma anche perchè probabilmente innamorata o affascinata da Andrew Parker Bowles, per il quale negli anni seguenti tribolò non poco. Anche io sono sostenitore di questa coppia e di Camilla per il suo stile, la sua riservatezza, la sua intelligenza, i suoi silenzi, ma credo che di colpe ne abbia avute anche lei nell’esasperare il già fallimentare matrimonio di Carlo e Diana. Capendo molto bene il carattere di Carlo, i suoi bisogni e i vuoti lasciati da un’infanzia arida di affetto e comprensione, è riuscita ad occupare un posto centrale e a rivestire il ruolo di amante, amica, forse madre, di cui Carlo aveva bisogno, infondendogli coraggio e sicurezza, come abbiamo potuto constatare. Calcolatrice? Forse in parte, direi piuttosto saggia, sicura, deteriminata ma senza dubbio anche innamorata di un uomo per il quale si è presa in silenzio ogni tipo di insulto, oltre a vari ortaggi e al ruolo di “brutta e cattiva sfasciafamiglia”.
    Che nella famiglia reale inglese (solo?) le donne siano sempre state più intelligenti degli improbabili uomini è una costante e Camilla, senza nulla togliere alle capacità del principe di Galles, non fa eccezione.

  • Nicoletta

    Aprile 10, 2015 at 9:39 am

    Scusate ma non ci riesco. Debbo premettere che sono stata una fan di Diana, dal primo momento. Ne ho criticato gli errori e pianto la scomparsa. E ora non ci riesco. Non riesco a non pensare a Carlo e Camilla non distinguendo un prima ed un dopo.Parto dalla fine, da dopo la morte di Diana. Ed ora, eccoli lì e, certamente, anche io apprezzo il fatto che rappresentino il trionfo dell’amore, vero, concreto e solido. La vittoria del sentimento sulla ragion di stato. L’amore che dona speranza a tutte, il lieto fine che non bada all’età anagrafica ed alle misure da top model. E riconosco che Camilla non abbia commesso un solo errore, nell’ultimo periodo, e si sia conquistata, a ragione, l’ammirazione di cui gode. Ora. Ma io ricordo il prima. E prima lei, evidentemente, intelligente e già matura, comprese che la sua storia con l’erede al trono non poteva avere futuro ed, allora, decise di lasciarlo e sposarsi, a sua insaputa si dice, mentre lui era impegnato in qualche addestramento militare o per mare o in qualche accademia. Si sposò ed ebbe due figli, che tendiamo sempre a dimenticare privilegiando gli altri due ben più noti. E non si fece alcun scrupolo di continuare, indisturbata, la sua relazione con Carlo. Il marito la tradiva, si dirà. Beh, per me non è una giustificazione. E se vale per lei deve valere anche per l’altra. Da donna intelligente e matura avrebbe potuto comprendere che c’era in ballo ben più del classico triangolo, in quella storia. All’epoca, non ancora considerata una specie di santa redentrice, non si fece alcun scrupolo, lei sposata e con figli, di passare con Carlo l’ultima notte prima del matrimonio di lui, e credo che, forse, della cerimonia dell’indomani le fosse arrivata voce. E continuò anche dopo. E credo pure che chi scelse Diana lo fece considerando, tra l’altro, che sarebbe stata sufficientemente innocua da garantire la continuazione di una situazione consolidata. Ecco io questo, scusate, non lo posso dimenticare e continua ad offuscare il presente. Ribadisco so che Diana ha fatto degli errori enormi ed inaccettabili per una persona del suo rango ma non posso non chiedermi cosa sarebbe stato di quel matrimonio, si la favola che mi fece sognare da ragazza, se non fosse stato così affollato e se quella donna così solida e matura avesse, all’epoca, fatto un passo indietro. E non comprendo perché solo Diana avrebbe dovuto modellare i suoi comportamenti in relazione alla posizione occupata e ciò non dovesse, parimenti, valere per Carlo e Camilla che, per primi, resero pubbliche le loro conversazioni. Diana non era Sofia di Spagna non ne aveva lo spessore, é evidente. Ed, invece, Carlo è un JC qualsiasi! Se è vero come è vero che oggi Ginger e Fred (non è così che si chiamano tra loro?) rappresentano un bell’esempio di amore reciproco che vince su tutto si sono lasciati dietro un bel pò di inutile sofferenza che, forse, maggior coraggio e/o discrezione avrebbero potuto, all’epoca, evitare.

    1. milady

      Aprile 11, 2015 at 1:05 am

      credo che il matrimonio tra Carlo e Diana sarebbe stato comunque destinato al fallimento, anche se Camilla fosse morta o fosse diventata suora di clausura: difficile trovare due persone così male assortite. Diana frivola, mondana, poco interessata a quanto invece è essenziale per Carlo: musica pop anzichè classica, abiti anzichè ecologia, gossip anzichè giardinaggio. Perfetta per finire all’isola dei famosi col nostro Emanuele Filiberto.

    2. totocorde

      Aprile 21, 2015 at 1:46 pm

      Sono perfettamente d’accordo con Nicoletta, questi due futuri sovrani sono stati spietati con Diana, che sicuramente aveva molti limiti e difetti ,ma altrettanto sicuramente ha pagato il prezzo più alto possibile per ogni suo sbaglio.

  • marina

    Aprile 10, 2015 at 11:05 am

    ho riletto di recente una serie di biografie dei vari personaggi, Diana, Carlo e Camilla e anche se un margine di errore c’è sempre e non è detto che tutti abbiano detto tutto, gli autori (quasi tutti giornalisti britannici) concordano nella cronologia dei fatti: all’epoca delle nozze Carlo e Camilla si frequentavano ancora ma da amici, pare – ripeto pare – che non ci fosse più alcuna relazione.
    come ho scritto sopra se lui, Carlo, avesse tirato fuori le palle qualche anno prima si sarebbero evitate molte sofferenze.
    certo nel 1981 tutti e mi ci metto anche io, siamo stati travolti dall’ondata di smielato romanticismo, ce l’hanno venduta come la storia d’amore del secolo e se ci ripenso, a guardare bene le foto, lei aveva già in viaggio di nozze una faccia fra il triste, il disperato e l’annoiato.
    purtroppo a 20 anni capisci poco o nulla della vita e di conseguenza se credi di avere incontrato il principe azzurro e, per di più, sei una lady inglese pensi che diventare la futura regina sia il non plus ultra. c’è un passo famoso in Via col Vento che se lo ritrovo ve lo copio ed è molto illuminante. in questo caso sarebbero dovuti intervenire i familiari di lei, ma come è noto genitori non pervenuti, sorelle lasciamo perdere, nonna vade retro.
    qualche anno prima una ragazza dello stesso giro e con un nonno impegnativo aveva ricevuto una proposta da Carlo ma valutata la cosa aveva detto di no. parlo della nipote di Mountbatten. altra tempra, altra famiglia e forse anche altro carattere della ragazza.
    io a 20 anni avevo un fidanzato che soddisfaceva un pieno le aspettative dei miei genitori medio borghesi e credevo anche le mie: bravo, buono e laureato. ma una laurea non fa la felicità. e neanche una corona. questo l’ho capito solo mooooolto dopo. 😉
    poi dipende dai caratteri, io sarei stata infelicissima perché il tizio in questione non capiva quello che stavo facendo e volevo fare, non condivideva le mie passioni né le approvava o era disposto ad accettarle. mio marito non è laureato, ha iniziato a leggere con passione quando ci siamo conosciuti, è ultratifoso della Juve, ma se non ci fosse lui nella mia vita questo blog non esisterebbe e neanche i libri.

    1. Maria Paola

      Aprile 12, 2015 at 5:37 pm

      @Marina, hai ragione, sono d’accordo con te, i genitori avrebbero dovuto consigliare Diana e metterla in guardia sulla vera vita che avrebbe avuto con Carlo. Penso che lei fosse anche innamorata di lui, almeno all’inizio. Cioè stravedeva per lui, lo vedeva come il suo principe azzurro in tutti i sensi, mentre la realtà era ben diversa. Anche in seguito comunque Diana non fu ben consigliata, secondo me ha fatto dei tragici errori proprio perchè agiva sempre di testa sua.

  • elettra/cristina palliola

    Aprile 10, 2015 at 3:02 pm

    Il triangolo Diana-Carlo-Camilla , come si vede, ha scosso gli animi di tutti, sia di giovanissimi, a quel tempo, che di persone, più mature come ero io
    Io credo che in questa brutta storia siano tutti colpevoli e tutti innocenti, ognuno visto dal proprio punto di vista personale
    Innocenti la Queen Mum, Filippo ed Elisabetta, per aver cercato una moglie del rango che ci voleva per un erede al trono, considerando la mentalità diffusa, per quei tempi e nella quale erano stati cresciuti ed educati; colpevoli, per non capire che Diana non era la madonnina infilza che sembrava e che i tempi erano cambiati e ci voleva una piccola rivoluzione mentale: una ragazza solo un po’ più esperta non sarebbe stata una rovina e che una vergine non era una garanzia…e infatti si è visto, come si è scatenata, dopo!…nulla è immobile e statico, neppure le monarchie…tutto scorre, come diceva Eraclito!
    Innocente Carlo, che abituato ad obbedire, sopraffatto da personalità tanto più forti ed arroganti e anche superiori numericamente, non ha potuto,saputo opporsi con forza e ha accettato pensando che comunque poi si poteva vivere insieme senza disturbarsi troppo; colpevole, perchè nel fondo del suo cuore credeva di poter vivere due vite parallele come tanti suoi antenati, collaterali ed affini avevano già fatto
    Innocente Camilla, perchè alle fine aveva saputo rinunciare a Carlo, pensando che il formare una nuova famiglia potesse appagarla e, in qualche modo ricompensarla, e invece ha trovato anche molte spine, che l’hanno portata sulla vecchia strada, magari anche solo per sfogarsi e trovare conforto in un amico.Carlo stesso ha detto che per un certo tempo, all’inizio del suo matrimonio , ma dopo la famosa ultima notte, si erano promessi di non frequentarsi e cercare di vivere in pace, con i rispettivi coniugi Colpevole, perchè anch’io credo abbia spinto molto , trovando terreno fertile nell’infelicità di Carlo e Diana.e dando un grande contributo alla rovina dell’unione
    Innocente Diana perchè , per immaturità, per debolezza caratteriale si è trovata in una famiglia che non le ha dato aiuto, pensando che solo perchè era nobile, doveva per forza capire la situazione e l’ha abbandonata a se stessa. Colpevole perchè in fondo aveva sposato per ambizione , non Carlo, ma il ruolo di Carlo: il principe di Galles, credendolo innamorato davvero di lei
    Innocente e colpevole anche il marito di Camilla, perchè sapeva di sposare una donna innamorata di un altro, ha accettato, non solo il sentimento della moglie, ma anche il tradimento mentale e fisico e tutto il beneficio che tale vicinanza poteva offrirgli
    @Nicoletta,…… permettimi di dire una cosa:se Diana non è stata Sofia di Spagna, neanche Carlo credo sia stato un “JC”! A parte gli anni giovanili, durante i quali la tempesta ormonale, la fa da padrona, in fondo lui,non sarà stato fedele alla moglie, ma sicuramente lo è stato all’amante! un paradosso, però, in fondo è stata l’unica vera donna della sua vita! per me JC, appartiene a un’altra categoria: quella di un perenne cacciatore, non solo di elefanti…secondo me a JC piacciono le donne eleganti e intelligenti, ma si può accompagnare anche a donne più sanguigne e popolane….. da questo punto di vista mi ricorda molto il nostro Vittorio Emanuele II che non andava troppo per il sottile, specialmente durante le battute di caccia…insomma “purchè respiri!

    1. Nicoletta

      Aprile 12, 2015 at 11:59 pm

      @Elettra . Si hai ragione. Ho sbagliato paragone. JC è stato “cacciatore” mentre Carlo non ha avuto altrettanta curiosità. Resta il fatto che in questa storia ovunque ti giri vedi errori. Come dici tu tutti colpevoli e tutti innocenti. L’aattenuante di Diana almeno all’inizio sono state l’ingenuita e la giovane età

  • Alex

    Aprile 10, 2015 at 10:10 pm

    Marina solo un OT per dire che spero che tuo marito legga il tuo commento, una dichiarazione così chi non la vorrebbe! Non ci sono canoni da rispettare nell’avere accanto una persona, ma solo comprensione, affinità, rispetto, sostegno e poco altro. Quello che Carlo forse ha avuto da Camilla, nonostante come sottolinea bene Nicoletta di errori ne abbiano fatti tutti, chi più platealmente chi meno.

  • annarita

    Aprile 11, 2015 at 1:58 pm

    Libera dal gesso, seppur con un braccio nero per gli ematomi, posso nuovamente scrivere e qundi ne approfitto subito. Un dubbio, se e quando Camilla sarà principessa consorte, davanti ai reali, per esempio de Belgio, dovrà fare la riverenza o no ?

    1. Maria Paola

      Aprile 11, 2015 at 7:20 pm

      ciao Annarita, forse mi sono persa qualche passaggio, ma che ti è successo?

    2. Dora

      Aprile 11, 2015 at 9:57 pm

      boh, le altre due principesse consorti sono salma del marocco e charlene di monaco. ma, accipignolina, sono tutti e tre casi differenti tra di loro!!!

      1. laura

        Aprile 12, 2015 at 11:27 am

        Avevo dimenticato il caso di Salma che è la prima consorte di un red del Marocco “visibile” mentre prima di queste donne non si conosceva nemmeno il nome e quindi si tratta di un esempio poco utile per UK dove le consorti sono state sempre personaggi con un certo peso.

        1. tody

          Aprile 13, 2015 at 6:49 pm

          Ha molto più peso Salma di molte consorti europee.
          Sul perchè del mancato titolo di Regina, che porterebbe molto bene secondo meglio della sua dirimpettaia, va chiesto al di lei marito, che ha domanda in un’intervista rispose che non era la tradizione del Marocco o giu di lì, ma non mi stupirei che prima o poi lo ottenga.

  • Chloe

    Aprile 11, 2015 at 10:20 pm

    @Marina, davvero un bellissimo post, anche per il taglio che hai scelto di dare! Arrivo un po’ di rincorsa, ma purtroppo una congiuntivite mi ha tenuto un po’ lontana dal pc negli ultimi giorni 🙁

    In fin dei conti le loro sono due esistenze da sempre affiancate e piene di incroci, prima, durante e dopo Diana. Sì, sono pienamente d’accordo, in tutta questa storia ci sono stati tanti errori di valutazione, da parte di tutti. Un concorso di colpa generale. A mio avviso, guardandoli, quello attuale è un quadro di grande equilibrio. Peccato, peccato davvero che si sia arrivati qui passando attraverso tutto ciò che ben sappiamo e purtroppo anche una tragedia.

    E da YouTube, qualche immagine delle nozze:

    https://www.youtube.com/watch?v=HvJ5f_qPF1M&list=PL0p7VRpOOY_O7MB6tJxhRaO_v-3i5ySEA

  • annarita

    Aprile 12, 2015 at 10:40 am

    @Maria Paola, mi sono rotta il polso a causa di una caduta per il tornado di vento avvenuto il 5 marzo scorso.Essendo stata una frattura scomposta di ulna e radio, ho dovuto tenere un gesso fino alla spalla e non usare un tutore ma solo stare con il braccio, notte e giorno, in verticale.

    1. Maria Paola

      Aprile 12, 2015 at 5:30 pm

      @Annarita, mi dispiace! ma ora ne sarai quasi fuori. Anche qui in Toscana il tornado ha fatto dei danni incredibili.

      1. Maria Paola

        Aprile 12, 2015 at 5:31 pm

        p.s. dimenticavo che anche tu vivi in Toscana 🙂

      2. Dinora

        Aprile 12, 2015 at 11:39 pm

        Carissime vi capisco benissimo noi in Emilia -Romagna abbiamo avuto pioggia torrenziali con venti fortissimi. Purtroppo a noi sono caduti alberi secolari! Una tristezza vedere questi colossi che in un attimo non esistono più!
        @Annarita auguri!!

  • Dinora

    Aprile 12, 2015 at 7:24 pm

    Il triangolo Camilla – Carlo – Diana sarà sempre presente! Inevitabile direi! Quando guardi la coppia Camilla – Carlo verrà sempre in mente l'”altra” che fu tradita!
    Che Camilla sia la persona giusta per stare al fianco del Principe Carlo nessuno lo mette in dubbio,ha un’età matura giusta per lui perché possano condividere gli stessi interessi, quando sono insieme si nota la loro complicità, il loro affiatamento. È giustissimo che Carlo abbia finalmente la sua serenità e la sua felicità. È nonno e lo ridiventerà di qui a poco. Probabilmente l’esperienza passata è servita anche nell’accettare la scelta del figlio!
    Ma perché Camilla divenga regina se non sbaglio si deve cambiare una legge riguardante il Re come capo della chiesa Anglicana, Carlo e Camilla hanno contratto matrimonio solo civile perché lei è divorziata.
    Dopo il rito civile vi fu una benedizione nella cappella del castello di Windsor dove pronunciarono una preghiera di perdono che ho trovato sul web e che riporto di seguito:
    “Noi siamo consapevoli e ci pentiamo dei nostri peccati e delle nostre debolezze che nel tempo abbiamo commesso attraverso le parole, i pensieri e i gesti, contro la Divina Maestà, provocando indignazione contro di noi.”

    Però! Già, però!
    Perché prendere in giro una ragazza di 19 anni (che adesso è divenuta una fredda calcolatrice, frivola, e chi più ne ha ne mette!!) illuderla che sarà felice nonostante la presenza dietro le quinte di un’altra donna con più anni di lei e decisamente molto scafata visto le sue esperienze di vita già vissute!!
    Carlo all’epoca non poteva sposare una divorziata,non era ancora il momento. L’ombra dello zio aleggia ancora sulla famiglia inglese!!
    Quindi per doveri alla corona e forse anche dietro pressioni del padre,si decise a sposare una giovane fanciulla illibata( da tradizione!) non pronta a coprire il ruolo che avrebbe dovuto essere suo in seguito. Fu praticamente buttata allo sbaraglio senza nessuna preparazione. Io mi ripeterò ma se accanto hai una persona che ti ama e tiene a te sopra ogni altra cosa tutto è superabile. Lo dico anche per mia esperienza personale. Non posso certo paragonare mia suocera, pace all’anima sua, a The Queen ma….quasi trent’anni fa le stesse regole erano in voga anche in determinate famiglie italiane!
    La convivenza non è stata semplice anzi per niente ma avevo e ho accanto una persona che mi ha sempre aiutato anche se mamma è sempre mamma. Pensatelo a livello di famiglia reale?

    1. marina

      Aprile 12, 2015 at 7:38 pm

      l’ho scritto qualche commento fa, Diana ha visto solo le luci sfolgoranti e nessuno della famiglia – la sua di famiglia – l’ha aiutata e consigliata. Carlo spinto a prendere moglie perché “era ora” ha fatto l’errore più grosso della sua vita. a sua discolpa c’è solo il fatto che nel suo ambiente questo tipo di arrangiamenti erano e sono abbastanza frequenti.
      Calcolatrice credo che Diana lo sia diventata in seguito quando si è resa conto del suo successo mediatico, ma di sicuro era una ragazzina poco preparata. Ieri su Sky ho visto un documentario sul futuro secondo bambino reale e c’erano anche immagini di Diana con i figli bambini. Lei davvero è stata una madre amorevole almeno così sembra nelle immagini ma quello che mi sono sempre chiesta come abbia potuto, lei che amava così tanto i suoi bambini, metterli in mezzo all’uragano della separazione e del divorzio. cioè bene separiamoci ma facciamolo nel silenzio e nella discrezione anche se ci odiamo, perché i bambini devono essere protetti. qualcuno di voi ha mai pensato a come si devono essere sentiti i due ragazzi quando sono venute fuori tutte le cose più intime e private sia del padre che della madre.

      1. Dinora

        Aprile 12, 2015 at 11:50 pm

        Purtroppo quello che tutti i bambini e ragazzi che vivono le stesse esperienze. Io non ho potuto avere figli e per fortuna ho un un matrimonio solido. Nonostante suocera!!!! Abbiamo purtroppo amici con figli, che si sono comportati più o meno come i due Royal! È disastroso a livello psicologico! Una delle ragazze è la mia figlioccia. Per fortuna molto intelligente e determinata. Una cosa che mi dice spesso è che non si sposerà mai!!
        Io le dico sempre che dipende da chi avrà la fortuna di innamorarsi di lei e che l’amerà con sincerità

    2. laura

      Aprile 12, 2015 at 7:58 pm

      Non mi pare che la storia di Diana sia stata un caso unico al mondo … tutt’altro. Tanto per rimanere in ambiente royal, Alessandra di Danimarca e Joachim si sono separati, come molti altri, senza creare tante tragedie. Alessandra è ancora invitata a corte e i due ex coniugi ad inizio di anno scolastico vengono fotografati mentre portano i figli a scuola. Si tratta probabilmente di azioni programmate anche a beneficio della stampa,ma se non altro trasmettono un messaggio di serenità e di pace familiare. Magari la pressione mediatica in UK nei confronti dei royals è maggiore che in Danimarca però lo stesso mi pare che ci sia stata una amplificazione spropositata su tutta la vicenda.

      1. milady

        Aprile 12, 2015 at 9:47 pm

        darei un’altra spiegazione: Alexandra è una donna matura e intelligente, Diana una sciocca egocentrica ed egoista. Ho anche dei dubbi sul suo amore per i figli – almeno sul suo amore lontano dai fotografi -: non poteva non pensare alle conseguenze delle sue azioni.

        1. totocorde

          Aprile 21, 2015 at 1:43 pm

          devi aver frequentato Diana per anni per averla conosciuta così bene e per azzardare un commento così orribile..

  • Dinora

    Aprile 12, 2015 at 11:58 pm

    @Marina una domanda di “servizio”!!!
    Con amici abbiamo organizzato un weeck end,all’inizio di maggio, nelle terr di Urbino e Pennabilli. La mostra in cui è esposta la “Muta” di Raffaello è ancora in corso?
    Grazie

    1. marina

      Aprile 13, 2015 at 6:29 pm

      in realtà la Muta è stabilmente a Urbino e dopo la fine della mostra verrà semplicemente spostata da una sala ad un’altra. in contemporanea c’è anche la mostra dedicata allo studiolo del dua e quella è proprio da non perdere.
      come da non perdere è la buonissima crescia sfogliata di Urbino 😀

      1. Dinora

        Aprile 14, 2015 at 10:08 am

        Grazie Marina! Non mancheremo di mangiarla!!

  • Queen B.

    Aprile 13, 2015 at 12:18 am

    Alexandra ha mollato lei il principe e lo ha anche rapidamente sostituito. È ed era una donna di spessore e cultura. Diana decisamente no. Io poi sono tutta cuoreamore e principe azzurro, però Diana quell’ambiente lo frequentava e doveva aver visto che cuoreamore lì molto poco, a cominciare da casa sua…
    Posso capire la rabbia e tutto, ma i tuoi figli non li umili così.

  • annarita

    Aprile 13, 2015 at 12:26 pm

    Grazie a tutti per gli auguri e poi novità dalla Spagna. Ieri è venuta a trovarmi la mia amica che ha un parente alla corte spagnola, vi riferisco quello che mi ha raccontato.1) La regina Sofia,quando il giorno di Pasqua ha visto la nipotina come era vestita,ha consigliato alla nuora di vestirla in un altro modo, ma Letizia ha risposto che a lei piaceva così.2) Pare, ma non è ancora sicuro, che J.C sia stato lasciato da quell’ultima amante con la quale fece il famoso safari in Africa. Lui è andato in crisi perchè sembra che la donna abbia scelto un uomo molto più giovane, insomma l’ex re si sente vecchio.3) Le due infante sono arrabbiate tra loro perchè Elena è convinta che la sorella abbia avuto dalla madre del denaro mentre a lei era stato negato un prestito.Questo è quanto mi ha narrato la mia amica.

    1. marina

      Aprile 13, 2015 at 12:33 pm

      che notizie succulente 😉
      ho visto una foto di JC a una corrida, invecchiatissimo e acciaccatissimo. pensare a come era bello.

  • luka

    Aprile 13, 2015 at 3:51 pm

    Buongiorno,
    leggendo gli ultimo post sulle “colpe ” dei tre protagonisti credo che si sia persa una questione: se Carlo e Camilla hanno potuto rimediare agli errori commessi Diana non ne ha avuto la possibilita’!
    Magari come dice qualcuno era una donna immatura e problematica ma forse col tempo sarebbe cambiata e cresciuta!
    Probabilmente tutti siamo d’accordo che la sua morte ha creato per la monarchia inglese un prima e un dopo: la stessa regina si e’ umanizzata!

    Così credo inopportuno il confronto con Alexandra di Danimarca, una donna che a trent’anni ha sposato un principe cadetto ( diversa eta’, diverso peso mediatico, diverse famiglia di origine e acquisite e sopratutto epoca storica).

    1. milady

      Aprile 13, 2015 at 6:44 pm

      Diana era vicina ai 40 anni quando è morta, se non si è maturi a quell’età non lo si diventa più!

  • luka

    Aprile 13, 2015 at 4:02 pm

    @Annarita
    Le notizie dalla Spagna sono giunte come regalo per il gesso tolto? 🙂
    Quando tolsi il gesso per una frattura al polso mi stupii di quanta peluria mi era cresciuta, sembrava il braccio di una scimmia e a quattordici anni si vedeva tantissimo ( ora potrei sembrare uno che e’ stato ingessato ovunque) 😉

    Mamma mia sta Corinna, non ha pace: prima il matrimonio col principe Sayn di dieci anni più giovane, poi amante di JC più vecchio di 25 anni….e ora? Un coetaneo, finalmente?…

    1. tody

      Aprile 13, 2015 at 6:45 pm

      No tenterà di carpire carlo d’inghilterra che abdicherà per lei così william sarà re per la soddisfazione di tutti gli inglesi e carlo finirà in qualche isola dei caraibi ad annacquare i dispiaceri degli amori perduti e delle mancate corone nell’alcool.
      Oppure potrebbe cercare di abbindolare il di lui fratello, dovrebbero essere lì come età. Non credo si fermerà mai…………………………..
      P.s.
      Per chi ama l’esotismo repubblica pubblica oggi le foto 22 del matrimonio del figlio del sultano del Brunei roba fantasmagorica colore dominante Oro.

  • Ale

    Aprile 13, 2015 at 7:26 pm

    anche a me ha sempre lasciato perplesso la questione figli… non solo per quello che potevano leggere sui giornali sul conto dei genitori, ma soprattutto perché diana che sbandierava ai quattro venti quanto li amava li usava nella guerra contro carlo, dandoli in pasto ai giornali e usandoli con i paparazzi. non certo una bella immagine di madre. già i figli sono sempre le vittime dei divorzi se poi li si tira pure in mezzo alla mischia…
    @annarita libera dal gesso e subito attiva 😉 molto interessanti le tue voci spagnole … posso dire una cosa?? forse juan Carlos dovrebbe capire che è vecchio, mica vuole finire come berlusconi. piuttosto che pensare alle donnine allegre forse sarebbe ora di fare il nonno e cercare di trasmettere la sua esperienza di monarca alla nipote. anche risistemare le cose in famiglia non sarebbe male, giusto per lasciare un buon ricordo prima di finire all’escorial 😀 le due figlie di sofia devono essere terribili, povero felipe.

  • laura

    Aprile 13, 2015 at 7:30 pm

    No comment su JC che si sente vecchio …. forse è il caso che si dedichi al giardinaggio cercando di fare meno danno possibile ….
    @ Marina , ti imploro un ben post sulla mia adorata Daisy che compie gli anni con tutto il luccichio e splendore che solo i danesi sanno fare …

    1. nicole

      Aprile 14, 2015 at 8:02 pm

      Ma qualcuno gli avrà mai detto che mostra anni in più È da almeno 10 anni che li porta male .. , che non ha saputo invecchiare .. E sono quelli che invecchiano peggio .. Per invecchiare bene oltre a cromosomi adeguati ci vuole disciplina , equilibrio più ancora che intelligenza ( lo dice una che era sua fan anni fa .. Ma che comunque ha sempre avuto chiare che QI non è eccelso) , auto ironia , affetti profondi e interessi , curiosità .
      Chi è incredibile è Filippo di Edimburgo ! Ma lui ha con Elisabetta un rapporto sicuramente molto profondo , e nemmeno lui un santo come marito ..

  • annarita

    Aprile 14, 2015 at 2:50 pm

    Nuovamente vi ringrazio e vi voglio raccontare di una grande storia d’amore avvenuta nella mia città.Accanto alla mia casa c’è uno splendido palazzo barocco con un giardino meraviglioso. E’ stato scelto per girarvi i film “Il marchese de Grillo”,Arrivano i bersaglieri”, e”Ritratto di signora”. Gli avvenimenti che sto per raccontarvi avvennero nella metà del ‘600. Il palazzo era di proprietà della famiglia Moriconi, ricchissimi mercanti di seta, i quali vollero dare una grande festa in onore di Federico, erede al trono di Danimarca, che era di passaggio in città. Furono invitate le famiglie più importanti tra cui i Trenta, pure loro ricchissimi comercianti di seta. Costoro arrivarono con la loro figlia bellissima di nome Maddalena. Per i due giovani scattò il colpo di fulmine, ma le divergenze di religione e il fatto che la giovane non era nobile, fecero andare in fumo il matrimonio. Lei disse che si sarebbe ritirata a Firenze nel convento di clausura fondato da Maria Maddalena dei Pazzi e così fece. A distanza di anni Federico, ormai diventato re, tornò nella mia città e, saputo che la giovane era in convento, andò a Firenze ed ottenne il permesso di poterla salutare. Il colloquio avvenne nel parlatorio del monastero alla presenza della madre badessa: Maddalena disse che era serena, dedicandosi alla preghiera, visto che non aveva potuto coronare il suo sogno d’amore. Federico, durante tutto il colloquio non fece che piangere e, prima di andarsene, ricevette in dono dal suo amore perduto, un crocifisso in avorio. Questo è ancora nel patrimonio personale della regina di Danimarca.

    1. marina

      Aprile 14, 2015 at 3:13 pm

      che bella storia, triste ma bella

      1. Dora

        Aprile 14, 2015 at 3:49 pm

        te ne volevo parlare, marina. nel convento in cui si ritirò maddalena c’è una targa che ricorda i fatti (a firenze, ovviamente!! XD)
        onestamente. sei bella e semi nobile ma diventare regina di danimarca? soprattutto se cattolica? ma daiiii…

  • Rollone il Pedone

    Aprile 19, 2015 at 12:09 am

    ROLLONEWS: finalmente in Inghilterra è stata modificata quell’orribile legge di successione del ‘600; d’ora in poi i membri della famiglia reale inglese, compreso il re e l’erede al trono potranno sposare senza problemi una principessa cattolica. Un piccolo, ma significativo passo verso la scomparsa della discriminazione e persecuzione religiosa contro i cattolici attuata dai reali inglesi e dai governi inglesi a partire dallo scisma anglicano.

  • Ale

    Maggio 14, 2015 at 11:16 pm

    sono state rese pubbliche le lettere di carlo al governo che the guardian tanto voleva e per cui sono stati spesi tanti soldi in avvocati. sembrava fossero un brutto guaio per il principe di galles che invece secondo me ne esce bene e sicuramente gli inglesi apprezzeranno, almeno questo sembrerebbe leggendo l’articolo.

    http://www.lastampa.it/2015/05/14/esteri/carlo-il-principe-impiccione-fate-di-pi-per-i-pesci-e-larte-kk3sq2ZJykOzfQVf9DnhRP/premium.html;jsessionid=909FF51E108B91D6FA7D3381A96118A2

    questa notizia invece è più inquietante!!! poveri carlo e camilla…

    http://www.ilsussidiario.net/News/Esteri/2015/5/14/IRLANDA-Progettavano-attentato-contro-il-principe-Carlo-e-Camilla-sei-arresti/608759/

    una cosa assurda! credevo che quei tempi fossero finiti, e invece volevano fargli fare la fine lord mountbatten

    1. marina

      Maggio 15, 2015 at 12:13 am

      non lo posso leggere perché non sono abbonata. tu puoi, me la mandi magari nella mail. grazie

      1. Chloe

        Maggio 15, 2015 at 4:57 pm

        Anch’io non posso leggere l’articolo de La Stampa, ma ho trovato questo link, che dovrebbe riportare l’articolo completo … dico bene?

        http://www.msn.com/it-it/notizie/mondo/carlo-il-principe-%E2%80%9Cimpiccione%E2%80%9D-%E2%80%9Cfate-di-pi%C3%B9-per-i-pesci-e-l%E2%80%99arte%E2%80%9D/ar-BBjKs6X

        1. Ale

          Maggio 15, 2015 at 6:46 pm

          ottimo segugio!! l’articolo è proprio questo 🙂

  • Dora

    Maggio 15, 2015 at 2:09 pm

    e carlo è un mito perchè ha questa pagina facebook!!!! XD
    muoio! 😀
    https://www.facebook.com/pages/Il-principe-Carlo-che-insegue-cose/1428151820770655?fref=photo

    1. Maria Paola

      Febbraio 18, 2016 at 12:12 pm

      forte!!!!

  • nicole

    Maggio 15, 2015 at 3:28 pm

    Riguardo a Carlo in fondo da quanto si capisce non ha contravvenuto alcuna legge o norma . In gran Bretagna non esiste una costituzione scritta con articoli che disciplinino il comportamento del re o erede . Diciamo che ci si aspetta che te regina e famiglia reale siano super partes.
    Invece mi è sembrata imbarazzante la posizione di Blair che in una lettera di definisce ” suo umile servitore”: ma caspita , io voto per uno , dico uno che diviene primo ministro e questo si dichiara umile servitore? Mah..!!
    Anche fosse solo una formula , direi che é assurda. La forma é sostanza.
    @Ale, pare che ci siano delle lettere che non parlano solo di ecologia, tbc bovina..
    Gia erede che chiede potenziamenti nella forza aerea..
    La regina mamma da 63 anni incontra i primi ministri, ma non di è mai lasciato sfuggire nulla da nessuna delle parti.
    Credo sia stato solo un poco malaccorto.. Diciamo peccato veniale, a meno che non salti fuori altro.
    Del resto fare l’erede a vita.. Prima o poi ci si casca ! È umano.

  • Chloe

    Maggio 15, 2015 at 5:20 pm

    Per l’attentato sventato a Carlo e Camilla, inquietante davvero, non oso immaginare quante volte si ricevano minacce, ma lo sventare attentati di questa portata è ben diverso 🙁
    Per le lettere diffuse, finora dalla parte di Carlo si potrebbe trattare di un “diciamo un po’ forse troppo incautamente esprimere delle proprie opinioni al governo in modo privato e confidenziale”, di contro al costituire le prove del tentativo di influenzare con forza le scelte politiche dei ministri … Non so a che livello possano violare l’imparzialità costituzionale, con la pubblicazione non mi pare di aver visto scoppiare quello scandalo immediato che mi sarei aspettata dalle premesse, ma siamo solo al primo momento, vediamo come evolverà la questione.

    Qui sono pubblicate le lettere:

    https://www.gov.uk/government/collections/prince-of-wales-correspondence-with-government-departments#documents

  • laura

    Maggio 15, 2015 at 8:25 pm

    Ho letto una delle lettera : quella al primo ministro sulle mucche etc. E non mi pare che nell’esprimere queste opinioni diciamo tecniche Carlo abbia espresso dei giudizi politici. Dalla lettera emerge una persona molto precisa e con una ottima conoscenza di tante questioni , magari un po’ pedante e piuttosto assillante , però se non altro una persona che ha il coraggio di mettere nero su bianco quello che pensa. Caso mai potrebbe apparire che lui entri in un ruolo che dovrebbe essere quello del monarca perché è il re che in UK deve ammonire e dare suggerimenti al governo e non l’erede.

    1. Chloe

      Maggio 18, 2015 at 4:29 pm

      Ho avuto anch’io la tua stessa impressione leggendo, anche se un po’ di fretta, le due lettere al Primo Ministro e le relative risposte. Entrambe le missive di Carlo fanno seguito a dei colloqui avvenuti di persona qualche giorno prima e si legge come sia Carlo abbia ritenuto utile riportare tutto su carta, sia il Primo Ministro l’abbia invitato a farlo … insomma, per la serie verba volant, scripta manent 😉 … semplicemente più utile e proficuo.

  • CloseTheDoor

    Febbraio 17, 2016 at 3:54 pm

    Sbirciavo nel blog con la notizia di Kate Middleton forse di nuovo incinta ed ecco che incappo in un’altra coppia felice. E poi ho appena scoperto di essermi persa la notizia che Rossella Urru si è sposata con il suo compagno di prigionia. Insomma saranno le tante cattive notizie del mondo ma ho proprio voglia di essere ottimista. Mai essere cinici nei confronti dell’amore, malgrado tutto “esso è perenne come l’erba” 🙂

    1. marina

      Febbraio 17, 2016 at 4:15 pm

      cioa Close, bentrovata. diciamo che la notizia di Kate analizzata sotto tutti i punti di vista è quasi certamente una grossa bufala. però tira un sacco, fortuna lei 😉

  • milady

    Febbraio 17, 2016 at 10:51 pm

    ho l’impressione che la maggior visibilità di Camilla in attività ufficiali, ormai anche da sola, dimostri come la lunga campagna per farla accettare agli inglesi abbia avuto successo. Che ne pensate? A me Camilla, sempre “a posto”, mai una parola o un gesto di troppo, sempre così british, x gusti, interessi, modo di vestire, sembra molto ma molto più adeguata di Diana al ruolo di principessa o regina consorte.

    1. Ale

      Febbraio 18, 2016 at 7:14 pm

      concordo al 100%
      io credo che alla fine sarà regina, non ha molto senso questa cosa della principessa consorte, almeno secondo me. è probabile che questa “rivalutazione” serva anche a questo scopo.

  • sisige

    Febbraio 18, 2016 at 8:33 am

    Milady anch’io nel tempo, ho rivalutato Camilla…nonostante amassi Diana alla follia. Però alla lunga Camilla sarebbe risultata vincente anche se Diana fosse stata viva. Davvero ha saputo ritagliarsi un ruolo consono, senza sbagliare mai. Una bella personalità che non si evinceva in passato, e Carlo l’ha capito tanti anni fa.

  • Antonella.A

    Febbraio 18, 2016 at 11:55 am

    Ho vissuto l’epoca Diana e ricordo molto bene tutto.E anch’io,a denti stretti,devo ammettere che Camilla si è dimostrata adeguata al ruolo,sempre composta,sempre garbata e palesemente molto più simile alla regina dell’aristocratica e instabile Diana che,con il tempo,ho imparato a capire meglio che genere di persona fosse.E con dispiacere devo dire che…non mi piace se messa a confronto con Camilla.

  • Roberta

    Febbraio 18, 2016 at 5:01 pm

    sarebbe stato il massimo se dopo tutto quello che è successo in passato Camilla non sarebbe stata all’altezza… dalla sua Camilla a differenza di Diana ha un uomo che la ama e che la supporta (e non sopporta),
    ..ma per favore lasciamo riposare in pace Diana, non possiamo giudicare quello che sarebbe stato se lei era ancora viva….certo, e questo è incontestabile, per Carlo e Camilla, la morte di Diana è stata una vera fortuna…. ma io non riesco a dire tutto è bene ciò che finisce bene….in mezzo c’è la morte di una giovane donna

    1. marina

      Febbraio 18, 2016 at 5:36 pm

      non direi proprio che la morte di Diana sia stata una fortuna per qualcuno, anzi…

      1. Roberta

        Febbraio 18, 2016 at 6:29 pm

        come ho scritto parlavo di Carlo e Camilla, penso che sia indiscutibile che si siano sposati (tra l’altro solo civilmente, se non sbaglio) solo perchè il futuro capo della chiesa anglicana era vedovo

        1. marina

          Febbraio 18, 2016 at 6:41 pm

          non penso proprio, la sorella Anna non era vedova e si è risposata. avevano già divorziato e nulla impediva un nuovo matrimonio, né per lui, né per lei. non credo alla tesi complottista, però io non voglio discutere ancora di questa vicenda perché finisce che si litiga.

          1. Roberta

            Febbraio 18, 2016 at 7:08 pm

            comunque nemmeno io credo alla tesi complottista…

      2. milady

        Febbraio 19, 2016 at 5:51 pm

        per la monarchia inglese in generale e i Windsor in particolare, è stata una fortuna: decenni con una starlette in TV e nei giornali un bel problema. Per i tabloid una grossa perdita: sarebbero ingrassati per decenni tra interviste, scoop, rivelazioni.

  • laura

    Febbraio 18, 2016 at 6:52 pm

    Ho riletto da poco due libriccini di Brian Hoei : Not in front of the corgis e Working for the Royals. Raccontano come funziona B P e le varie residenze reali chi chi e cosa lo staff pensa dei loro datori di lavoro. Quello che emerge è che Carlo è una persona estremamente esigente. Camilla non è molto popolare ma Diana lo era ancora di meno in quanto era capace di andare giù in cucina a spettegolare con lo staff per poi il giorno dopo essere un gelo; prendeva molto, era sospettosa e autocratica. Molti agenti di protezione nel corso degli anni hanno chiesto di essere spostati ad altro incarico per i suoi continui capricci e cambiamenti di programma.
    Una delle persone più ammirate è invece Anna che svolge la maggiore mole di lavoro della famiglia reale (ogni anno risulta la persona con il numero maggiore di impegni di tutta la firm) pur disponendo di un budget inferiore rispetto a quello dei suoi fratelli e se non ricordo male persino del duca di Kent. A quanto pare la sua frugalità è famosa ( e lo vediamo bene dai vestiti utilizzati per decenni !) e mantiene la sua enorme residenza di Gatcombe con solo 3 persone avendo anche eliminato il maggiordomo.

    1. marina

      Febbraio 18, 2016 at 7:09 pm

      ecco ho preso il secondo libro che citi e ancora non l’ho aperto, sigh 🙁
      ad ogni modo anche io avevo letto credo nella bio della Brown che Diana era famosa per questo atteggiamento ondivago. che a me fa orrore. Quando avevo circa 9 anni mi piaceva molto un compagno di classe e un pomeriggio passammo insieme all’oratorio di fronte a casa un paio di ore a chiacchierare dei rispettivi interessi, a me era piaciuto molto e pensavo di avere rotto il ghiaccio. il giorno dopo fu di gelo e mi rispose anche male a una mia richiesta di informazioni su un compito. mai dimenticato.

      1. Maria Paola

        Febbraio 19, 2016 at 4:28 pm

        dai Marina 🙂 il tuo compagno di classe era un insicuro!

  • Roberta

    Febbraio 18, 2016 at 7:00 pm

    vedo che su questo cara Marina abbiamo vedute differenti, ma il bello dei blog è questo….o è quello che a me affascina: di una situazione le letture diverse che ne vengono fatte….per quanto mi riguarda ripeto non penso che il futuro re che è anche capo della chiesa anglicana poteva permettersi il lusso di risposarsi essendo divorziato, però naturalmente questa è la mia opinione….

    1. laura

      Febbraio 18, 2016 at 9:36 pm

      Nonostante i recenti cambiamenti sulla successione il monarca continua ad essere il capo della chiesa anglicana con tutto ciò che ne deriva. Certo che se poi uno pensa a Enrico VIII e le sue tante mogli il povero Carlo con appena due consorti fa quasi tenerezza !
      Penso però che dovranno prima o poi spezzare questo legame con la chiesa e rendere la corona inglese più laica come nelle altre monarchie : è una cosa inevitabile. MI chiedo come sarà la cerimonia di incoronazione nel futuro o se ci sarà mai più una unzione come quella di Elisabetta.

      1. laura

        Febbraio 19, 2016 at 12:33 pm

        Ma in effetti Carlo non è un divorziato ma un vedovo

      2. milady

        Febbraio 19, 2016 at 5:48 pm

        la monarchia inglese in realtà è laica: solo hanno questa meravigliosa passione per tradizioni & riti!

    2. Dora

      Febbraio 18, 2016 at 10:42 pm

      il problema infatti non è tanto il divorzio di carlo ma quello di camilla

      1. Angie

        Febbraio 19, 2016 at 2:17 pm

        Non preoccupiamoci troppo, il Sig. Parker Bowles può sempre passare a miglior vita!

        Lunga vita alla Regina!!

        1. Ale

          Febbraio 19, 2016 at 6:42 pm

          credo che il Sig. Parker Bowles stia facendo un po’ di scongiuri 😀

  • Maria Paola

    Febbraio 19, 2016 at 4:38 pm

    Prima della morte di Lady D era fuori discussione che Carlo si sarebbe potuto risposare.
    Non ricordo le argomentazioni di eminenti giuristi e vescovi, ma ricordo bene (perchè all’epoca seguii molto la cosa) che un vescovo disse “solo se Carlo rimanesse vedovo potrebbe risposarsi” e così in fatti è stato…
    Non ho nessuna intenzione di litigare con Marina (a cui voglio molto bene!) ma la tesi complottista è portata avanti da persone molto serie e preparate anche nello stesso Regno Unito.
    Prima della morte di Diana io tifavo per l’amore di Carlo e Camilla, ora sono contenta che siano felici insieme e che il loro sogno si sia coronato, ma Diana dovrebbe essere ancora qui tra noi.

    1. milady

      Febbraio 19, 2016 at 5:47 pm

      tra le teorie complottiste è la meno dannosa: rispetto, ad esempio, a quelle contro i vaccini.

      1. Maria Paola

        Febbraio 19, 2016 at 7:50 pm

        non riesco a scherzare sulla morte di Diana, come su quella di qualsiasi altra persona

    2. Rossella

      Febbraio 19, 2016 at 6:20 pm

      Ma quanto sono d’accordo con te!
      Con l’unica differenza che a me invece il loro amore urta e si fa presto a dire che Camilla si è guadagnata pian piano la stima e il suo angolo di gloria, che merita di diventare regina…
      Diciamo che è stata paziente e brava a condurre il suo gioco, spalleggiata dal suo principe ereditario di cui è stata l’amante, con buona pace del suo ex marito!
      Ha aspettato che passasse…il cadavere del nemico e -se non fosse che guardare una foto di Diana ancora mi commuove- direi che il detto è purtroppo perfettamente calzante.

      1. Maria Paola

        Febbraio 19, 2016 at 7:56 pm

        @Rossella, trovo che Camilla abbia diversi meriti e la considero anche una donna piacente (la penso differentemente da tanti suoi denigratori), comunque secondo me è anche una donna con molto pelo sullo stomaco, che si è saputa destreggiare, una temporeggiatrice, una che ha sempre saputo nuotare bene nel suo ambiente. Di sicuro Camilla ha saputo rendere felice Carlo, lui avrebbe dovuto imporsi e sposarla tanti anni fa. Diana era l’opposto, con limiti e virtù opposte. Anch’io mi commuovo ripensando a lei, senza per questo volerla giudicare migliore o peggiore rispetto alla sua rivale.

    3. Ale

      Febbraio 19, 2016 at 6:49 pm

      non lo so non ho mai pensato alla questione, ma secondo me dopo un po’ più di anni rispetto a quelli che sono serviti anche con diana viva carlo si sarebbe risposato. se avesse avuto camilla come amante fissa o addirittura convivente nelle tenute in campagna sarebbe stato molto più scandaloso di un secondo matrimonio.
      sinceramente non credo ai complotti in generale, poi per l’opinione che ho di lady d mi è molto più facile pensare che in un modo o in un altro lei si sia autodistrutta. se avesse vissuto il suo divorzio in modo dignitoso senza fare il doppiogioco coi giornali di Murdoch, di cui conosciamo molto bene i metodi per reperire le fonti, forse oggi diana si starebbe godendo i nipotini in qualche residenza di campagna.

      1. nicole

        Febbraio 19, 2016 at 7:41 pm

        Hai espresso esattamente quello che ho sempre pensato .

    4. nicole

      Agosto 31, 2017 at 8:12 am

      Alcuni giorni fa ho seguito una trasmissione su La9 ( non sapevo nemmeno esistesse tale canale) proprio su Diana. Devo dire che ,come tutti , avevo in passato letto di complotti e affinità varie sostenute non si sa bene da chi , sempre sul generale e poi non ero interessata più di tanto. La trasmissione invece mi ha colpita : noti giornalisti inglesi, uno tedesco ( ma sinceramente non so se fosse solo cognome tedesco ) hanno argomentato in modo per me inquietante. Ex capo scorta di Diana raccontava che lei volle rinunciare alla scorta e nessuno dei Windsor intervenne . Disse che con scorta “reale” non sarebbe successo , ma Diana dopo il
      divorzio era insofferente al massimo a scorte che interpretava come un controllo pressante. Ha aggiunto che lui era molto preoccupato , mio che era ascoltato in tanti frangenti , oramai fuori causa ma in rapporti di assoluta fiducia, non venne ascoltato. Diana avrebbe ascoltato solo la regina dice, ma lei non disse nulla. Diciamo che non conoscevo quai nulla di quello che ho appreso, ma son rimasta di sale a sapere che Diana aveva ricevuto minacce telefoniche !
      Voi saprete sicuro anche la faccenda delle ditte costruttrici di mine anti uomo… devo dire che uno ci pensa ..
      Poi parlarono della morte misteriosa di un fotografo franco-inglese …
      Che poi amica carissima e non solo lei raccontasse che Diana fosse sempre in ansia perché era convinta che la volessero uccisere…magari farà parte anche della sua personalità, ma sinceramente non so cosa dire .
      Vi leggo come riesco , scrivo poco perché uso sinistra essendomi malridotta per incidente il braccio destro, con relativi problemi a mano ..da mesi.. ma spero nel recupero( della mano …..cavolo ) Sono paziente!

      1. Antonella.A

        Agosto 31, 2017 at 11:14 am

        In questi giorni le tv sono piene di trasmissioni dedicate a lady Diana.Ovviamente non ne ho viste e non ne vedo nessuna,è solo un rivangare senza senso e solo per perdere tempo.Almeno secondo me.Che poi Diana si sentisse minacciata potrebbe anche essere vero.Mi è rimasta impressa una sua frase da lei detta,sempre,ripeto,se è vero,che lei non volle andare a un evento dei Windsor perchè aveva ” paura di entrare in Mercedes e uscire in una bara”.Lo trovo ancora adesso inquietante.Non credo ai complotti,per me è stato un incidente però…”cambia la forma ma non la sostanza”.Un tempo,per eliminare qualcuno,bastava poco per finire al patibolo,oggi i metodi sono più sofisticati e nascosti.

        1. milady

          Agosto 31, 2017 at 8:19 pm

          come si può pensare a un complotto, quando l’uscita in macchina venne decisa all’ultimo momento, la macchina era già stata mandata un paio d’anni prima alla rottamazione e poi recuperata (e gli autisti del Ritz dicevano che dava problemi) l’autista in realtà noin era un autista ma il capo della sicurezza, richiamato fuori servizio e impasticcato, e soprattutto se Diana avesse usato la cintura di sicurezza probabilmente sarebbe sopravvissuta come la guardia del corpo che appunto la indossava!

  • Lavinia

    Febbraio 19, 2016 at 7:47 pm

    Secondo me Carlo e Camilla sono una bellissima coppia, hanno una grande intesa e riescono a supportarsi a vicenda. Dico senza problemi che sono una delle mie coppie preferite. Apprezzo moltissimo Camilla per la riservatezza che ha sempre mantenuto e che tuttora mantiene e inoltre mi sembra una bella persona. Sinceramente sono d’accordo con @Ale, alla fine i due si sarebbero sposati in ogni caso. Spero proprio che Camilla salga al trono con il titolo di regina consorte perché se l’é guadagnato e The Queen ha ampiamente mostrato di apprezzarla (negli atti ufficiali in cui sono insieme sono sempre felicissime).

    Diana io non riesco ancora a inquadrarla e sulla sua morte non so cosa pensare… Non credo ai complotti e penso che forse la sua morte sia stata un danno maggiore. Mi dispiace solo per come é andato a finire il tutto.

  • Rossella

    Febbraio 19, 2016 at 9:45 pm

    Scusate, ma per me guadagnarsi gli onori di un trono vuol dire ben altro e non certo raggiungerli dopo essere stata l’amante storica. E non dimentichiamo che oltre a Diana e ai figli, c’erano anche il marito e i figli di Camilla.
    Avrebbero dovuto lottare per far trionfare il loro grande amore, invece per egoismo hanno preferito falciare le loro famiglie. Diana era giovane e delusa, avrà -forse, chissà- usato i media…ma Camilla è stata una buona madre e sposa conducendo una vita parallela?
    Ritengo poi che ciò che vediamo nelle foto ufficiali possa anche non rispecchiare una realtà che solo i diretti interessati conoscono.

  • laura

    Maggio 9, 2016 at 11:13 pm

    Divertente vedere cosa si pensava nel lontano 1956 in merito ad una futura moglie per Carlo. In effetti le principesse adatte per età a Carlo erano davvero poche : la scelta si riduceva alla più giovane delle principesse olandesi o alla più giovane delle principesse danesi. Padre di 3 ragazze Federico IX di Danimarca pare abbia dichiarato : ho buone chance di diventare il nuovo “suocero d’europa”. E in effetti almeno in un caso fu così.

    http://royalmusingsblogspotcom.blogspot.it/2016/05/searching-for-royal-bride-for-charles.html

    1. milady

      Agosto 28, 2017 at 6:55 pm

      Entrambe – olandese e danese – comunque qualche anno più anziane di Carlo, e l’olandese (Cristina) pure molto brutta. Restava Carolina di Monaco, e penso che Grace oltre che anglicana l’avrebbe anche fatta diventare buddista pur di diventare regina!

      1. marina

        Agosto 28, 2017 at 7:25 pm

        ahahaha, si penso anche io. comunque non c’erano solo loro, ad un certo punto si era favoleggiato persino di Marie Astrid del Lussemburgo, cattolica anche lei, purtroppo…

        1. luka

          Agosto 28, 2017 at 8:34 pm

          Se vogliamo escludere alcune prussiane e tedesche in genere per la solita questione pot bellica ci stavano anche le cinque sorelle rumene figlie di re Michele e Olga Romanov , figlia del principe Andrea Alexandrovich e nipote di Xenia Romanov.

          In una recente intervista Hans Adam del Liechtenstein racconta delle vacanze invernali a Vaduz alla fine deglia ani sessanta del principe Filippo e dei figli Anna e Carlo che avevano alimentato rumors sul doppio feeling tra Carlo e Nora del Liechentsein e tra lui stesso e Anna.

          http://media.gettyimages.com/photos/the-duke-of-edinburgh-watching-princess-anne-and-prince-charles-as-picture-id592603073

          Anche se solo rumors sicuramente i possibili e presunti consuoceri, Filippo e Georgina, si divertivano un sacco

          https://68.media.tumblr.com/280a5ac8260983a74950dbcb1363424a/tumblr_opgubnIaEk1v5ok79o1_500.jpg

          1. laura

            Agosto 28, 2017 at 10:07 pm

            Ma infatti ricordo che il nome di Olga Romanov fu fatto in diverse occasioni all’epoca.

  • Daniela

    Agosto 27, 2017 at 3:15 pm

    Camilla Shand è stata , fin da giovane, in vacanza ad Ischia con la famiglia , prima all’hotel Moresco e dopo all’ hotel Excelsior. La loro vacanza durava circa un mese ed il marito, Andrew Parker Bowles , li accompagnava e li riprendeva alla fine della vacanza. I rapporti di Camilla col personale dell’ albergo erano molto cordiali. Con alcuni si dava del tu. Questo è durato fino al 1989. I rapporti di Camilla col marito erano freddini, vivevano praticamente separati ed hanno vissuto il matrimonio con molta libertà da entrambe le parti. Su Camilla, ad Ischia, girava più di qualche pettegolezzo. Non si sapeva però nulla di Carlo.
    Camilla sposò P.B per salvare il padre Bruce dal crack finanziario.
    L’ amore alla fine ha trionfato. Schiacciando, rendendo infelici e facendo terra bruciata tutto e tutti. Senza scrupolo alcuno.

    1. marina

      Agosto 27, 2017 at 5:34 pm

      Crack finanziario?!?! Mi risulta che Camilla abbia sposato Andrew Parker Bowles perché necera molto innamorata, ma lui brillante ufficiale dei Blue&Royals non era particolarmente ricco

      1. Daniela

        Agosto 27, 2017 at 7:24 pm

        Le assicuro che tutti noi conoscevamo bene come stavano le cose. Ho conosciuto il signore e la signora Shand, il fratello di Camilla e ne ho visto i figli. Potrei dire molto di più ma non mi sembra il caso.

        1. marina

          Agosto 27, 2017 at 9:00 pm

          Be’ quello che racconta è una specie di scoop, i biografi inglesi raccontano un grande amore di lei per Andrew ma che lui aveva un sacco di amanti sia prima che dopo le nozze. Però Ho dato un’occhiata alla biografia di lui e ho letto che sua madre era figlia di un multimilionario quindi chissà …

          1. Daniela

            Agosto 27, 2017 at 9:27 pm

            Un aneddoto: quando veniva chiesto ad A.P.B a chi dovesse essere mandato il conto ( cospicuo) , la risposta era : ” Sicuramente sono io ad avere questo privilegio”.
            Anche Camilla ne aveva combinate di cotte e di crude. Con noi era molto alla mano, molto affabile. Poi, dopo il libro di Andrew Morton apprendemmo i ben noti retroscena ma la famiglia Shand già non veniva più ad Ischia per uno screzio con la proprietà dell’ albergo ( noi del personale ne fummo in verità mortificati) . La simpatia che provavamo per Camilla si è poi trasformata alla luce di quanto accaduto dopo: lei e Carlo hanno falciato la vita di troppi esseri umani sul loro cammino. A pagare soprattutto i bambini di Diana.

          2. marina

            Agosto 28, 2017 at 1:41 pm

            grazie per quello che ci ha raccontato, però se mi permette non sarei così drastica. Diana ha avuto la sua parte in questa tragedia, ha voluto sposare un uomo che non conosceva e a cui ha fatto credere molte cose diverse dalla realtà, si sono mentiti a vicenda con tutto il male che ne è derivato. Voleva sposare un principe e ha fatto un grande errore.
            Diana non è stata falciata da Camilla né da Carlo, Diana è morta per colpa degli Al Fayed e della loro voglia di esibire il trofeo.

          3. laura

            Agosto 28, 2017 at 10:05 pm

            Il colmo è che si continua a dare la colpa della morte di Diana a Carlo e Camilla mentre la donna è morta perché l’autista correva troppo e perché lei non aveva la cintura allacciata. Nessuna di queste due decisioni è stata presa da Carlo e Camilla.

    2. Dora

      Agosto 30, 2017 at 12:20 am

      cioè lei ha saputo del crack finanziario del padre di camilla (che sarebbe stato su TUTTI i giornali) ma che avesse ripreso a frequentare carlo lo ignoravate quando nel 1989 era cosa arcinota.
      così dimostra solo di credere più ai pettegolezzi che alla storia

  • Daniela

    Agosto 28, 2017 at 10:02 pm

    Rispetto la sua opinione ma è un dato di fatto che Carlo e Camilla per stare insieme abbiano distrutto due famiglie. Camilla voleva il marito, voleva i flirt occasionali , voleva Carlo. Voleva tutto e tutto prendeva, da buona predatrice.
    Ricordo molto bene anche il fratello, Mark. Una volta arrivò , capelli e barba lunga, con il suo fuoristrada: aveva attraversato l’ Europa e l’ Asia e ritorno e si era riunito alla famiglia. Quando entrò nella hall stavamo per cacciarlo: non lo avevamo riconosciuto. Bruce , ormai vedovo, tornerà ancora ad Ischia, negli ultimi anni della sua vita, in compagnia di una signora.

    1. marina

      Agosto 29, 2017 at 1:55 pm

      Daniela mi scusi se insisto, lei ha conosciuto Camilla, non Diana. Immagino che abbia letto quello che hanno scritto in questi anni, ma anche se non vuole leggere quello che dicono gli amici di Carlo, legga il famoso libro di Morton, autorizzato dalla stessa Diana. Ne esce una donna con molti problemi suoi personali che hanno origine ben prima del matrimonio. Hanno sbagliato a sposarsi questi si. Ma il matrimonio era destinato a esplodere con o senza Camilla.

      1. milady

        Agosto 31, 2017 at 8:26 pm

        Ho letto il libro di Morton, che avevo regalato all’epoca a mia suocera, in questi giorni di cordoglio davvero esagerato o isterico. Prima del libro mia suocera era una fan di Diana, dopo molto tiepida. Dopo la famosa intervista, mi disse che una tale nuora non la augurava neppure a una nemica.

        1. Antonella.A

          Settembre 1, 2017 at 9:55 am

          Sono tra quelli che,dopo i primi momenti di “fascinazione”,ha capito che genere di donna fosse.Certo,la favola,la sua bellezza,eleganza,il carisma rimasto immutato,però in seguito ho avuto la netta impressione di una donna capricciosa e un pò attrice e questo da prima dell’intervista.Devo dire che quando la vedevo con madre Teresa provavo un senso di fastidio ?mi puzzava tutto di montatura.

    2. Dora

      Agosto 30, 2017 at 12:30 am

      no, camilla, una volta capito che con carlo non si sarebbe mai sposata, ha preferito rimarne l’amante.
      c’è da dire che carlo, almeno nei primi tempi del di lui matrimonio, non la cercava. ma camilla era più di un’amante: era anche amica e confidente e con carlo aveva e ha un rapporto molto solido e complice.
      e vogliamo parlare delle avventure del marito di camilla? la mia idea, che mi sono fatta documentandomi, è che il loro fosse una sorta di “matrimonio aperto”, bastava essere discreti.
      e le due famiglie erano già abbondantemente sfasciate quando vennero decisi i divorzi

      1. marina

        Agosto 30, 2017 at 11:13 am

        pare che nell’aristocrazia britannica i matrimoni aperti siano usuali, fatti due o tre figli legittimi ognun per sé e Dio per tutti.

  • Daniela

    Agosto 29, 2017 at 2:30 pm

    Dei problemi di Diana si è detto e scritto molto. Ma non ho mai avuto l’ impressione di un Carlo particolarmente equilibrato e dotato di buon senso, sebbene la compassata immagine lasci trasparire altro. Credo che alla fine sarà un monarca di transizione: scialbo e con una moglie non così accettata come una certa parte di stampa vuole far credere ( basti vedere i commenti sui video di youtube inerenti a Diana). Il futuro è del figlio di Diana.

    1. marina

      Agosto 29, 2017 at 6:46 pm

      Non credo proprio, Carlo è una persona di grande spessore culturale, un uomo con vasti interessi e molte idee. Mentre a dire il vero sono perplessa su William di cui ancora non vedo lo spessore, molto meglio secondo me il fratello Harry.
      Quanto a Camilla che dire? Quando posto foto o articoli inerenti a lei il pubblico si divide a metà, matà la ama, metà la odia.
      Invece a proposito di Diana e alle tante persone che la idolatrano – ma ci sono anche persone che ne parlano malissimo, per dire un noto giornalista sta per uscire con una bio in cu dice apertamente che era gravemente bipolare – oggi pensavo che mi sembrano come quelli che guai a chi gli tocchi la squadra del cuore.

      1. tody

        Agosto 30, 2017 at 6:38 pm

        William non è il futuro, si salva grazie alla moglie, concordo con il fatto che Harry sia molto più simpatico. Se la Regina Elisabetta resiste tanto sul trono è anche perchè sa che dopo di lei ci carà un bel vuoto. Lessi su giornali inglesi che aveva pensato di abdicare verso la fine degli anni novanta, ma che le sarebbe stato fortemente sconsigliato sia allora sia in tempi più recenti da membriu laburisti e consevatori dell’elite al potere. William non parla una parola in una lingua che non sia l’inglese, a differenza del padre e della nonna. Il padre attuale erede non gode simpatie sopratutto nelle ex colonie, Canada, Australia, Nuova Zelanda, dove aspettano in gloria il trapasso dell’attuale sovrana per indire i referendum per sbarazzarsi delle ultime vestigia di quello che fu l’impero britannico. Elisabetta è un monolite ma dietro di lei avanza il nulla, non è l’amore per il retaggio storico che salverà l’istituzione in Inghilterra come altrove visto che le comunità di immigrati sono ormai alla terza generazione e il peso politico cresce chiederanno di contare e manderanno in pensione la monarchia, si conta di più quando un presidente per essere eletto a bisogno del voto delle minoranze sopratutto in un sistema maggioritario secco come quello inglese.

      2. milady

        Agosto 30, 2017 at 7:28 pm

        ahahaha verissimo, i fans di Diana sono anche più fanatici di mio marito juventino sfegatato e ugualmente con gli occhi foderati di cemento di fronte all’evidenza….che vuoi che sia la nobiltà dei Windsor o dei sassonia Coburgo Gotha di fronte alle ascendenze di Diana, per esempio!

        1. marina

          Agosto 30, 2017 at 7:56 pm

          anche mio marito è juventino…

          1. milady

            Agosto 31, 2017 at 8:27 pm

            che dire….l’obiettività e il distacco non è il loro forte!

          2. Caterina

            Settembre 1, 2017 at 11:21 am

            Buongiorno aTutti. Incominciamo dagli Juventini, perché la fede calcistica va salvata! Sono Juventina, ma sono obiettiva, infatti prima che tifosa, sono Sportiva! Detto questo, anche io sono una fans di Diana e dei suoi figli in particolare: prince Harry che trovo le rassomigli molto. Però, sono consapevole dei tanti lati oscuri di questa donna indubbiamente straordinaria, ma non adatta ad un matrimonio reale come era questo. Purtroppo vuoi per il vissuto nella sua famiglia di origine, vuoi per le diversità culturali con Carlo e vuoi pure per la differenza di età di educazione ed anche per gusti completamente diversi, questo Matrimonio non s’aveva da fare! Ma ormai è andata così. Credo che vadano apprezzati per entrambi i protagonisti di questa storia, i pregi senza enfatizzarli e tenendo a mente anche i difetti, senza che nessuno prevalga. In fondo pur essendo icone, esempi per molti, sono soprattutto esseri Umani. Sono d’accordo sul fatto che di Elisabetta diffficilmente ne vedremo un’altra, perché appartiene ad un mondo che non c’è più, quindi non la possiamo paragonare alle persone preposte a succederle, perché non c’è proprio Storia. Credo che ogni momento storico necessiti di un suo Monarca a volte anche quello più terribile è stato necessario, perché ne arrivasse successivamente un altro Straordinario che rimettesse le cose apposto: la Storia è piena di questo. E solo il tempo ci dirà cosa era giusto e cosa no. Penso unicamente che non ci si può fossilizzare nel Santificare una donna che indubbiamente ha commesso molti errori, ma comunque ha cercato anche di fare qualcosa di buono. Non dico che ci sia riuscita, ma ci ha provato! In questo vedo la rassomiglianza con Prince Harry, il suo “esporsi” mettersi in gioco non avendo timore il Fratello forse per le diverse responsabilità mi appare più “ingessato”. Guardate e’ un po’ come in quel video postato spesso su you tube, dove corre insieme al fratello ed a Kate per un progetto benefico, lui li precede ma si volta spesso in dietro: e per vedere se lo superano, ma anche per controllare che vada tutto bene! Io lo vedo così questo ragazzo, non credo si accontenti solo del suo ruolo ufficiale, ma cerchi qualcosa in più, per se stesso ma anche per gli altri.

  • Rossella

    Settembre 1, 2017 at 7:28 pm

    Scusate, ma come al solito leggo mille giustificazioni ed elogi per Carlo e Camilla e zero per Diana sotto ogni aspetto.
    Non sono solo gli juventini ad essere poco obiettivi.

    1. marina

      Settembre 1, 2017 at 8:12 pm

      io non sono juventina – lo è mio marito e sinceramente non lo considero una persona poco obiettiva – però credo di essere abbastanza obiettiva per quello che riguarda Diana che, parafrasando Zweig ha avuto se non una vita, almeno una fine “involontariamente eroica”.

      1. nicole

        Settembre 2, 2017 at 6:18 am

        Perfetto commento, Marina. Super sintetico , oltretutto. A me è sembrato oltre le righe tutto questo ventennale: non parlo dei figli, mi pare molto affettuoso e pure doveroso da parte di due giovani uomini che finalmente si son sentiti liberi di esprimersi e son contenta per loro.Non sono mai stata una estimatrice di Diana, ma coplpita da morte di una giovane donna che non ha saputo gestire la sua vita .. questo si.

      2. tody

        Settembre 2, 2017 at 3:50 pm

        Mischiare Maria Antonietta con Diana mi sembra francamente troppo, la Regina di Francia perse il trono ma fu regina ed anche di stile, patì le pene che il tempo le impose, e furrono corporali se ritrovata senza testa che le fu messa fra le gambe a mo’ di spregio così raccontano le cronache. Diana è morta a seguito di un incidente stradale si dice per il tasso alcolemico dell’autista o più semplicemente per l’alta velocità unita ad un eventuale causa di distrazione.

  • Mau

    Settembre 4, 2017 at 7:53 pm

    Scusatemi se lo dico.. l’unico problema del matrimonio di Carlo e Diana e che Carlo non amava Diana di conseguenza il loro matrimonio è fallito sin dall’inizio. Diana era perfetta, nobile inglese, forse non educata come una ragazza del suo lignaggio, ma perfetta. Ora le nasce il terzo nipote, chissà che nonna sarebbe, Diana manca tanto

    1. Dora

      Settembre 5, 2017 at 1:36 pm

      non proprio, un altro problema è che diana si era inventata un carlo che non esisteva. se ci fai caso, nell’intervista di fidanzamento, quando viene chiesto loro se hanno interessi comuni, lei risponde pronta: “l’opera, la pesca, la campagna”. tutti passatempi di carlo ma che diana odia.

      1. milady

        Settembre 6, 2017 at 2:45 pm

        il che fa pensare che la timida ed ingenua Diana fosse in realtà già da allora astuta e manipolatrice, visto che opera pesca e campagna le piacevano quanto una colica violenta.

        1. Dora

          Settembre 7, 2017 at 4:28 pm

          muoro! XD
          non proprio, per un pò ha creduto che le piacessero poi non ce l’ha fatta

        2. maria giulia

          Gennaio 21, 2019 at 4:27 pm

          aimè molte donne (non ragazze di 19 anni) si inventano un uomo che non esiste. o comunque ove risultasse introvabile, cercano di cambiarlo. tutte testarde e manipolatrici (anche a 40 anni?)? quanti matrimoni falliscono per questo (naturalmente il problema vale anche rovesciato lui/lei: non capisco perché ciò che viene capito in donne anche mature, diventi una accanita forma di astia se riguarda una fanciulla troppo sognatrice…..forse Camilla non suscita invidia, è abbastanza brutta da rassicurare il nostro ego? o abbastanza priva di scrupoli da consentirci di assolvere facilmente i nostri peccatucci? chissà…

          1. marina

            Gennaio 24, 2019 at 12:24 pm

            questo commento passa perché oggi mi sento generosa ma ti invito a non commentare/giudicare l’aspetto fisico delle persone. grazie

    2. maria giulia

      Gennaio 21, 2019 at 4:13 pm

      secondo me di fosche anzi foschissime non erano le previsioni, bensì i prodromi. e proprio in base ad essi non trovo nulla ma proprio nulla che sia divertente (parole del principe……che trova divertente averla accanto….stiamo parlando di una tragedia con morti e feriti (nel cuore e nel corpo)…….

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post

Morto il figlio maggiore dell'ex re Simeone di Bulgaria

Next Post

Margrethe di Danimarca, 75 anni e non sentirli