L’ultimo saluto a Carlo Ugo di Borbone Parma e l’omaggio al nuovo duca – II

Dopo l’ultimo saluto a Carlo Ugo di Borbone Parma la Steccata ha accolto l’omaggio al nuovo duca. La sepoltura accanto agli antenati del principe Carlo Ugo conclude solo la prima parte della suggestiva cerimonia di sabato 28 agosto nella basilica magistrale costantiniana della Steccata a Parma. Appena ritornata la famiglia ducale sull’altare, un cavaliere spagnolo legge la “Carta de Conferimiento” con la quale S.A. R. il principe Carlo Ugo di Borbone Parma, designa formalmente, dopo aver richiamato le proprie prerogative e diritti dinastici, suo figlio maggiore, il principe Carlo Saverio di Borbone Parma, quale legittimo erede e nuovo Duca di Parma e Piacenza e stati annessi. E richiamando il trattato di Acquisgrana, che chiude la guerra di successione austriaca e porta un ramo dei Borboni spagnoli sul trono di Parma, il Duca defunto ribadisce anche il diritto della famiglia alla corona di Spagna.

vestizione 1

L’omaggio al nuovo duca di Borbone Parma

Il nuovo duca di Parma e Piacenza, quindi si alza seguito dal fratello minore Giacomo Bernando il quale di fronte all’altare “impone” a Carlo Saverio il Gran Collare dell’Ordine Costantiniano. I due giovani Borbone-Parma, sui cui visi si leggono i segni di  questi dieci giorni di viaggi, condoglianze ufficiali e dolore privato, sono entrambi particolarmente commossi, ma nel sorriso del minore c’è il segno di un affetto e di un riconoscimento senza dubbi e tentennamenti e soprattutto in tutti e due è evidente la volontà di rispettare la memoria di un padre amatissimo e stimatissimo. E il primo discorso del nuovo duca di Parma e Piacenza è prima di tutto un omaggio al genitore “un uomo che ha dedicato la propria vita a fare del mondo un luogo migliore” e che forse “non avrebbe mai immaginato che così tante persone lo riconoscessero come guida e avrebbero sentito da subito la sua mancanza”. “Dopo il suo lungo lavoro per la democrazia e la libertà in Spagna – prosegue Carlo Saverio – egli ha voluto ritornare a Parma e Piacenza per confermare le sue radici e qui ha trovato profondo affetto ed amicizia e soprattutto una grande ospitalità”. Un affetto che non ha mai cessato di esistere e, ha ricordato il nuovo Duca, “si è materializzato con la rivitalizzazione dei nostri ordini dinastici e meritocratici”. Secondo Carlo Saverio il padre ha svolto “il suo ruolo di ambasciatore della storia, con l’intento di aiutarci a sviluppare il nostro avvenire, poiché non si trattava di un uomo che si nascondesse dietro di essa o dei suoi privilegi. Piuttosto vedeva la storia come una base dalla quale partire per effettuare le tante scelte della nostra vita”. “Il suo sogno – continua il Duca – lo conosciamo tutti, l’ha condiviso con noi, i suoi figli, le sue sorelle, tutti gli amici e tutti quelli che ha avvicinato: fare di questa regione un luogo di felicità e solidarietà che diventi un esempio. Si tratta di un aspetto fondamentale per la Global Governance e il miglioramento della nostra società universale. Le generazioni cambiano, ma i valori restano immutati. Ognuna di esse adatta il suo linguaggio al tempo in cui vive e questo è quanto nostro padre ha messo in pratica durante la sua vita. Anche noi, dopo di lui, continueremo a perseguire i medesimo valori cristiani, morali e politici”. Il principe Carlo Saverio conferma la volontà di “continuare secondo gli insegnamenti di nostro padre nei rapporti che si sono instaurati tra la nostra famiglia e tutti voi”. “Ci mancheranno tantissimo la sua profonda fede, sincerità e amore, ma troviamo un grande conforto nella consapevolezza che nel suo ricordo tanti amici e tante persone ci dedicano la loro fedeltà, il loro affetto e insieme, da oggi, potremo trovare la forza per continuare quanto nostro padre aveva iniziato; nel rispetto dei valori di questi antichi territori”. Il principe chiude il discorso con un saluto in spagnolo molto toccante ”Aita padre, estas con nostros. Siempreestaras. Seguiremos tu sueno en Italia, Espana, Europa y en el Mundo, ennuestras decisiones diarias. No te digo: descanses en paz, sino quedate con nosotros en paz”.

vestizione 2

vestizione 3

Questa lunga cerimonia, preceduta sia in Italia (a Piacenza per la precisione) che in Olanda per volontà della stessa regina Beatrice da omaggi e commemorazioni, impone senza dubbio una riflessione sul senso di un evento del genere e sul motivo per cui quest’uomo è stato ricordato con tale intensità da una città che ha messo alla porta suo  nonno nel lontano 1849. Negli anni successivi alla sua sconfitta politica ed all’abbandono dell’impegno attivo nel Partito Carlista (ma attenzione, non degli ideali), il principe Carlo Ugo si è riavvicinato alla gente ed alle terre governate (ad intermittenza e per brevi periodi a dire il vero) dai suoi avi ed ha rivitalizzato con grande entusiasmo e passione quell’Ordine Costantiniano che è riconosciuto dallo stesso Stato Italiano. Ecco Parma gli è grata per questo, per le opere, soprattutto, fatte con molta discrezione ed in silenzio, senza grandi battage mediatici. Im questo senso, secondo me, va letta la cerimonia alla Steccata, il saluto ufficiale al defunto e nello stesso tempo una occasione per il suo erede morale e spirituale di farsi conoscere dalla gente. E per far conoscere Parma, bellissima città ricca di opere d’arte, ma schiacciata fra altri centri molto più noti e frequentati. In un lungo commento sul sito N&R il giornalista francese Vincent Meylan (capo del settore “famiglie reali” del settimanale Point de Vue) osserva che volendo a Parma “c’è davvero da fare per il discendente degli antichi sovrani”, per esempio promuovere il patrimonio culturale e storico della città e del ducato.

DSCF3391

Le foto sono state gentilmente fornite dalla segreteria della real casa di Borbone-Parma, tranne l’ultima che è stata fatta da me.

 

Comments ( 59 )

  • marina

    Agosto 31, 2010 at 5:26 pm

    Le mie impressioni personalissime preferisco metterle in un commento e non nel post vero e proprio.

    Le emozioni. Quelle mie ve le posso raccontare con precisione, e vi basti sapere che non ho dormito per l’agitazione, ma è stato tutto superiore alle aspettative, la cerimonia commovente ed emozionante (specie l’ingresso del feretro seguito dai cavalieri al suono dell’organo) e anche la breve conferenza stampa con il nuovo duca ed il fratello. Le emozioni degli altri erano evidenti perché comunque si è trattato di un evento molto speciale anche per via del rigido protocollo.

    Il protocollo. Tutto è stato rigidamente organizzato e coordinato dalla segreteria della casa di Borbone-Parma e dall’ordine costantiniano e partecipare voleva dire anche attenersi alle regole, come è giusto che sia, a partire dal “dress code”. Il che ha fatto si che una fanciulla della stampa locale, arrivata in pantaloni viola e tacco 12 vistoso, sia stata lasciata fuori della basilica dove era ovviamente gradito (anzi no, richiesto) l’abito scuro. Il resto è seguito a ruota, area stampa riservata e “per favore non vi muovete”, silenzio e discrezione.

    I personaggi. Nel senso tutti quei visi che fino ad oggi avevo visto solo nelle foto o nei video eccoli lì a due metri. Vado con ordine, mentre ero ancora sui gradini dell’ingresso laterale ad aspettare il collega della Gazzetta di Parma con cui avevo appuntamento, appare un signore distinto, alto, biondo seguito da debita distanza da un ufficiale in divisa color caki. Così ho incontrato il granduca Henri del Lussemburgo, che essendo un royal poco noto in Italia, nessuno fra quelli assiepati oltre le transenne ha riconosciuto. Vi posso dire che è un bell’uomo, anche se decisamente algido e un po’ languido (per i miei gusti) e non ha mai sorriso. Alta, bella e magra (nonostante tre figlie) Maxima, riconosciuta e salutata con entusiasmo, ma fra i tre figli della regina Beatrice Willelm Alexander devo confessare è quello che mi piace di meno, ha un viso strano, gli zigomi schiacciati, non saprei come spiegare in altro modo. Gli altri due Johan Friso e Konstantin invece sono davvero bellissimi, meglio che in foto, alti con visi ed occhi molto espressivi, e con mogli adeguate. Mabel e Laurentien sono decisamente meglio dal vivo che in foto e molto chic nelle loro mise nere. Laurentien, di cui spesso qui, abbiano criticato l’abbigliamento, ha molta grazia naturale e un viso bellissimo.

  • jacopoamedeo moretti

    Agosto 31, 2010 at 6:24 pm

    ciao marina

    (non sarò breve)

    ho letto con molto piacere….
    ( tranne il sito olandese … pensa, ho casualmente conosciuto anni fà il giornalista che segue le vicende reali per l’olanda…il mondo è piccolo, ma l’olandese non lo parlo…. 🙂 )

    in primis voglio dire: alla “cafonazza” vestita di viola con tacco zoc…..a scusate ma certe volte “ce vò” che dovrebbe pensare di più a cosa fa dove si trova e che anche l’abito fà il monaco….:-)
    (adoro le donne con i tacchi sia chiaro)

    ho letto alcuni commenti e certe riflessioni mi “sorgono spontanee”:

    anni fà, la”fù” Contessa di Parigi (Isabella del Brasile), nota mondana ( e grande personalità che ho sempre seguito con interesse nonostante “orleans”….consentimi la libertà) era spesso a feste alle quali a volte partecipava la principessa alix napoleon, e le due sedute accanto erano estremamente rispettose direi anche amichevoli, ( in fondo il trono non lo ha nessuna delle due famiglie);
    ricordo anche che (credo nel 2000) per un evento storico festeggiato alla reggia di versailles, Louis-alfonso di borbone ( Cadice-Angiò ) era ospite quale capo capetingio, e la stessa contessa di parigi succitata, lo accolse al suo arrivo, quasi come una nonna fa con un nipote….(la loro parentela…. è lontanissima quasi imprendibile).
    ….

    Non si può dire che siano in rapporti stretti, ma lo stesso louis-alfonso alla morte della Contessa di Barcellona, presenziò portando le sue condoglianze di persona alla famiglia reale spagnola, che per altro lo snobba e rifiuta in tutto.
    (orfano e praticamente solo fin da piccolo, beh il Re di Spagna poteva essere più clemente ed umano nei suoi confronti, come lo fù invece con suo padre).

    Allora mi chiedo:
    tutti questi assenti ancora arrabbiati per lotte passate, e sogni di gloria infranti, non farebbero meglio ad avere una dignità maggiore nel superare queste diatribe in momenti del genere, dimostrando “un buon gusto” non evidente, nel mancare…?!!?
    in fondo quanti dopo una battaglia, hanno ONORATO il nemico ..???

    carlo ugo/ carlos hugo / charles-Hugeus… a seconda della fazione 🙂 è stato un personaggio che ha fatto parlare di se; in lotta per ideali diversi da quelli dei “nemici” ma non certo…. per problemi …. volgari…
    ( potrei dire le cose che tutti sappiamo, in Italia, e che sarebbero di cattivo gusto a quest’ora del pomeriggio – 16:30-) non ha sporcato la bandiera Borbonica o la memoria degli avi, anzi è uno di quelli che ha dato prova di generosità, di coerenza, di forza, umiltà, e grande dignità.
    Anche dopo il divorzio è rimasto in ottimi rapporti con l’ex moglie, la sua famiglia(reale olandese) e l’Olanda stessa !!! meditate o voi miscredenti !!!!
    ………….
    Il fratello Sisto e la sorella Francesca ( nota alle cronache mondane) non si sono presentati.
    Lei non so che problemi abbia avuto con lui, ma Sisto è suo avversario politico nella lotta carlista, sostenendo per altro la linea dura diremmo fascista al giorno d’oggi.
    Non ha nemmeno eredi legittimi, quindi si batte per un ideale, che ormai è solo suo, visto che non ha seguito,… ma di cosa stiamo parlando allora ?!?!?
    ….
    Il duca d’aosta non è andato al funerale per non offendere il Re di Spagna ??? mmmm Ma il Re di Spagna quando si è sposato suo figlio Felipe aveva invitato entrambi i rami Savoia ( famosa fù la scazzottata tra V.Emanuele e Amedeo, che sporcò di sangue l’abito della regina di Danimarca) e in quel caso perchè il re di spagna per non offendere amedeo (cugino di 1° grado di sua moglie, e suo lontanissimo cugino per la regina vittoria di G.Bretagna, e per gli orleans ) non evitò l’invito all’altro ??
    ….
    o lo stesso Louis-Alfonso, da poco padre di due gemelli, che si dichiara oltre che Re presuntivo di Francia, anche Capo di diritto ( riconosciutogli) dei Capetingi, quindi anche dei Parma e dello stesso carlos hugo, non si è presentato ???? siccome nessuno è andato al suo matrimonio lui rende pan per focaccia ?
    oppure perchè suo padre era uno dei pretendenti “falliti” al trono di spagna, ? quindi niente presenza o altra considerazione ?? ( ma l’onore al nemico ? )

    tanto per dirne una, sua padre Alfonso duca di Cadice nella sua vita ( mi scusi dall’aldilà ) ha :
    sposato la nipote del dittatore spagnolo ( la cui moglie era famosa per aver raccolto quantità inaudite di gioielli – poi ereditati in gran parte dalla nipote Carmen moglie di alfonso, – presentandosi dai gioiellieri più famosi, prendendo quel che voleva e non pagando, con minacce di controlli fiscali, etc…)….per rafforzare le sue pretese al trono, al quale per altro suo padre aveva rinunciato;

    poi dopo la morte di Franco, l’incoronazione di JuanCarlos I, l’inevitabile divorzio, il tremendo incidente in cui perse la vita il 1° genito Francisco ( nome dato in onore del Caudillo, non certo del 1° duca di Cadice marito della Regina Isabella II , che dovrebbe essere suo avo – se tutto è andato secondo natura, essendo notoriamente omosessuale )….. e poi delle sue presunte collusioni con la CIA …etc… che si dice, a voce bassa, siano state la causa VERA della sua decapitazione, forse per intrighi non ben gestiti – ( a differenza dell’altro eccezionale “segreto agente” Michele di Borbone parma, marito di M.Pia di Savoia, altro grande assente al funerale del cugino).
    …………..

    Pensiamo a Beatrice delle 2Sicilie che ha sposato Carlo Napoleone e ora il loro figlio Cristian è l’erede Imperiale dei Bonaparte ? “TRADIMENTO”

    O quando una delle sorelle del vecchio Conte di Parigi, (Orleans) già vedova Harcourt, sposò il Principe Murat……?? Dovevano decapitarla ??

    In ultimo i Borbone Parma:

    si sono forse dimenticati dei problemi che loro discendenti dei 12 figli di Roberto I, nati dal secondo matrimonio con M.Antonia di Portogallo, ebbero con Elio I, unico maschio sano dei 12 figli di primo letto del sopracitato Roberto e di M.Pia delle 2 Sicilie, che fece piazza pulita di gioielli patrimonio castelli etc…. vedendo i fratelli, come un onta alla sua dignità …( forse perchè sani e intraprendenti …oserei dire) e così i 12 borbone/braganza non hanno goduto del grande sfarzo paterno…. finendo in fondo alle liste europee di principi benestanti ?!?!!?

    Solo i matrimoni ben studiati li hanno salvati: Bourbon-Busset, Lussemburgo-Nassau, Danimarca(figlia di una Orleans-altro tradimento da cui discende Anna di Romania),Thurn und Taxis, e non dimentichiamo Luigi di Parma che sposò Maria Francesca di Savoia, figlia di V.Emanuele III di Savoia, nipote di colui che gli portò via il trono………uno scandalo !!!
    🙂

    indubbiamente ogni “famiglia” ha i suoi problemi, panni sporchi, rancori, come qualunque essere umano… ma la dignità, la rappresentatività, il “dovere di stato” ????

    se fossero ancora sul trono avrebbero doveri e ònéri che gl’imporrebbero di presenziare, pur odiandone l’idea..!!!
    e allora??

    mi chiedo cosa sia giusto infine: la libertà di comportarsi come cuore comanda o seguire delle regole meno emotive ?

    Potrei sfogare la mia “rabbia” dicendo altro…ma non serve…..

    rimane però la delusione nel vedere che le umane vicende non hanno più alcuna traccia di quella Regalità, che invece servirebbe.

    Non so se aiuterebbe a restaurare un mondo in frantumi, ma sicuramente darebbe un bell’esempio a tutti coloro che crescono in periodi storici e politici traballanti e volgari.

    Forse anzi sicuramente, essendo un pò monarchico e sognatore, immagino un mondo di regni imperi ducati …. realmente rappresentativi…anche in momenti come quello della morte di uno di loro…
    che è come uno di noi….
    in quei momenti non si pensa alla rabbia, ma al dolore al bisogno di essere vicini e tante vecchie lotte diventano una risata amara.

    Se vivessimo in una tribù Africana o …, vedremmo la morte come una festa alla quale tutti vogliono partecipare, rendere omaggio al defunto, spingere la sua anima ed il suo spirito in alto…verso il mondo dell’aldilà… cantando ridendo e piangendo, ma ricordando il meglio della sua vita, quello che valeva nel profondo.

    OHHHH mi sono sfogato…scusate ma non potevo tacere…

    ora smetto giuro…

    buona serata

    jacopo amedeo moretti

  • marina

    Agosto 31, 2010 at 8:20 pm

    jacopo dopo ti leggo con calma, intato ti dico che adoravo la contessa di Parigi, ho letto tutto su di lei, biografie, libri di memorie, che donna incredibile che personaggio anche il marito, non ce ne sono più tipi così.
    anche io trovo che Carlo Ugo sia stata una persona seria e coerente (se vai sul sito francese trovi anche commenti non del tutto positivi) e mi pare assurdo che sia stato così snobbato.
    sulla non presenza del duca d’Aosta ho scritto che prima dell’inizio della cerimonia girava questa voce fra i ben introdotti, ma ho scritto “pare”. eh si la scazzottata è stata davvero epica, ma anche qui “pare” che il duca sia stato vittima di una reazione esagerata da parte dell’altro.

  • jacopoamedeo moretti

    Agosto 31, 2010 at 8:55 pm

    si ci credo V.Em è purtroppo una vecchia testa calda…non dimentichiamo il tragico episodio corso… ma la dice lunga sulle sue reazioni.
    ad ogni modo amedeo ( io come vedi ho il suo nome come 2° poi in privato se vuoi ti racconto) sta perdendo quel bel ruolo e presenza che si era ritagliato.

    sarei curioso di vedere/conoscere i (Savoia)-francavilla-soissons, che dal 1888 sono stati esclusi dal trono e dalla famiglia reale…so che vivono a firenze o dintorni…. e una giornalista che conosco …è in contatto con uno di loro tale edoardo, … chissà potremmo cercare di mettere loro sull’ipotetico trono italiano?? che dite???
    hah
    scherzo…meglio ridividere l’italia in ducati e regni e poi sperare in un dio più clemente…..

    scherzo
    buonanotte a tutti
    jacopo

  • jacopoamedeo moretti

    Agosto 31, 2010 at 9:25 pm

    saltando di palo in frasca….

    ma tra i lettori del sito….c’è nessuno come me…che conosce e/o ama ELISABETTA I di Russia, che la grande caterina ha messo nell’oblio..(x odio)

    lo chiedo xke pochi secondi fa nel sito di stephane bern ho letto un trafiletto sui romanov e cita un sacco di personaggi importanti …ma di lei nemmeno un cenno

    sono curioso xke addirittura in italiano non si trobvano notizie su di lei
    un libro pubblicato 2 o 3 anni fa non è entrato in italia nemmeno in lingua originale …

    se sapete qualcosa son qua!!!
    jacopo

  • jacopoamedeo moretti

    Agosto 31, 2010 at 9:27 pm

    scusate qualche errore di scrittura e soprattutto…il fatto di non aver fatto ancora pace con le maiuscole (si o no) a volte le metto a volte no:-))

    notte e marina grazie ancora….vedo che non solo io ti ringrazio per questo blog…siamo in tanti

    brava
    j

  • Antonio

    Agosto 31, 2010 at 9:29 pm

    Sull’immensa famiglia Borbone-Parma possiamo troviamo varie notizie, per esempio, in questi commenti:

    http://www.noblesseetroyautes.com/nr01/?p=17967

  • jacopoamedeo moretti

    Agosto 31, 2010 at 9:29 pm

    marina scusa leggevo del sito francese dove trovare commenti “non buoni” su carlos hugo

    non ho capito dove o forse sbaglio sito
    mi aiuti.-)
    ?
    grazie

    jacopo

  • jacopoamedeo moretti

    Agosto 31, 2010 at 9:33 pm

  • lukas

    Agosto 31, 2010 at 9:48 pm

    Proprio vero…concordo totalmente con jacopo. se la Rivoluzione ha spazzato via la concezione sacrale del sovrano, queste liti da pollaio frantumano anche quel poco di rispetto e di dignità che questi eredi di famiglie millenario dovrebbero emanare.
    I “nostri” Savoia non li ho mai apprezzati molto…se proprio dovessi scegliere vorrei gli Asburgo…
    una curiosità: conosco molto poco i savoia-francavilla; perché sono stati esclusi dalla successione?

  • marina

    Agosto 31, 2010 at 11:29 pm

    ecco il forum dedicato a Marie Antoinette
    http://ladyreading.forumfree.it/

    su Elisabetta I Romanov c’è un capitolo nel libro Zarine di H. Troyat edito da Piemme. il sito di s. bern sono secoli che non lo leggo, lo aggiorna ogni morte di papa.

    i Savoia Soisson non li conosco per niente, magari mi vado a rinfrescare la memoria e a proposito di Bporbone Parma, jacopo faceva riferimento a Michel che è stato un agente segreto, ho capito bene, ci dici qualcos’altro? grazie.

    tornando al tema del post, il link citato da Antonio è anche quello dove sono i commenti sulla famiglia Borbone Parma, sulle dispute e via dicendo. come potete notare nei vari post sulle esequie c’è, nei ringraziamenti, il mio nome, in effetti ho condiviso con Régine informazioni e foto, poi le ho raccontato un po’ di cose sull’evento, ma la cosa buffa è che io ero dentro la Steccata ed una commentatrice francese, ma residente in Italia (credo) era fuori, dietro alle transenne, così ha dato la sua versione esterna. non condivido però le sue impressioni sul nuovo duca di Parma, con il quale ho parlato alla fine delle esequie e che mi sembra una persona estremamente gentile e cortese (anche per un fatto accaduto durante la conferenza stampa che ha saputo gestire con la classe di un vero signore), stessa cosa per il fratello Giacomo Bernardo.

  • jacopoamedeo moretti

    Settembre 1, 2010 at 11:36 am

    marina
    ti prego dicci subito cosa è accaduto col nuovo duca…..curiosità docet !!!!

    so che entrambi i fratelli sono impegnati in varie attività non solo lavorative ma caritative, e le sorelle, soprattutto carolina e la zia teresa, la più caro a carlos hugo le aiuta, nonostante anche lei con l’età…. ( pardon madame)

    per elisabetta I si ci sono notizie, forse ieri sono stato un po troppo categorico…. ma in realtà, il processo di riscoperta dell’Imperatrice-Czarina, che in russia, francia etc…. è ormai avanti, qui in italia, non è molto sentito, come personaggio storico di rilievo… invece ha un grande valore anche nelle faccende europee del XVIII …. regnò dal 1741 al 1762, fù lei a scegliere Caterina, fu lei a abolire la pena di morte durante il suo regno ( poi xò ripristinata dagli eredi), è lei che ha costruito i più bei palazzi di san pietroburgo…. esempio: carlo bartolomeo rastrelli ( di padre fiorentino) fù lei a sceglierlo e fargli costruire quelle meraviglie che vengono definite “barocco elisabettiano” è lei che ha spianato la strada a riforme e conquiste poi rese celebri da caterina II, che xò la detestava per averla relegata durante tutto il suo regno al ruolo di fattrice dell’erede, che poi prese con se per educarlo alla russa (paolo I ): rimane sempre il dubbio se il piccolo fù sostituito con uno dei figli illegittimi avuti da elisabetta I ed il suo marito morganatico alessio Razumovsky, contadino di bellezza straordinaria amato per decenni e sposato in segreto…. bon scusate mi sto dilungando troppo…. vorrei solo avere modo di darle quella fama che meriterebbe…. anche a livello storico mediatico…..

    per Michele di borbone parma… ( non vorrei rischiare di essere intrappolato in un intrigo internazionale) 🙂 ma so x certo questo : appartenente segretamente ai servizi segreti USA ( CIA) per i quali ha svolto missioni di ogni genere in decenni di appartenenza.

    non conosco le relazioni “intime” dei borbone parma tra di loro….quindi i motivi ipotetici di rottura dei vari rami…mi sono oscuri…
    ma ricordiamo che carlos e michele, sono cugini di primo grado…. i loro padri erano fratelli…. quindi si conoscono obbligatoriamente.

    vorrei poi dire che i succitati fratelli ( sisto, xavier, rené luigi e gaetano ) sono stati tutti importanti nella prima guerra mondiale, chi da una parte che dall’altra …nel tentativo di conciliazione per la pace…… particolare degno di nota… per dei principi senza trono.

    cambiando discorso…ai mariantoniettiani…. se volete farvi due risate…. andate sul mio profilo di facebook ( jacopoamedeo moretti) e condividete il video di Barbfra streisand che vedrete sul mio profilo vestita di viola….
    in quel video su un aria di chopin completamente trasformata, interpreta maria antonietta prima dell’omicidio…..ops scusate decapitazione, ed è divertentissimo…. sia in inglese che poi nella traduzione italiana….

    bon per ora vado
    buona giornata a tutti
    jacopo amedeo

  • jacopoamedeo moretti

    Settembre 1, 2010 at 11:56 am

    ah per i savoia carignano villafranca soissons

    posso dire questo:

    nel XVIII secolo nacque questo ramo collaterale dei carignano, ma erano morganatici. Ai primi del XIX sec. furono riconosciuti come legittimi, come principi di carignano villafranca, poi anche conti di soissons ( titolo francese che un ramo dei borbone ai primi del XVII secolo passò ai savoia per matrimonio.

    Una loro principessa sposò un principe Massimo ( un loro discendente… ha sposato una Borbone spagna madrid, e d uno adelaide di savoia genova da cui gli attuali principi massimo).

    a proposito… le 3 figlie della borbone/massimo hanno ereditato i due fili di perle di mariaantonietta regalatele dalla madre mariateresa d’austria, poi vendute all’asta pochi anni fa…e cosa importantissima…. custodirono il cuore del piccolo luigi XVII pochi anni fa deposto nella cripta di St.Denis ( dopo gli esami del DNA).. cosa buffa… alla cerimonia di deposizione parteciparono i borbone parma… e cerimoniere primario fù charles emanuelle di parma figlio secondo genito di Michele di parma.
    Il primogenito di Ch.Emanuele il piccolo Amaury attraversò la navata principale della basilica con l’urna in mano… che ora è visibile a tutti ( pagando un lauto biglietto d’entrata:-)))

    curiosità per gli appasionati:

    anni fa quando iniziai a studiare francese, ebbi la fortuna di avere come insegnante la figlia del generale Moreau, facente parte della destra francese durante la 2° guerra mondiale.
    Il generale ( morto da anni) che conobbi, faceva parte dei sostenitori del partito borbone naundorff, ovvero del più accreditato luigi XVII riapparso dopo la rivoluzione, che alcune corti riconobbero come vero figlio di luigi XVI e maria antonietta.
    La famiglia reale non ha mai riconosciuto i discendenti di costui….ma buffo è …. che con il cuore del piccolo luigi ora a st.denis, furono fatti gli esami del dna su vari discendenti francesi e non dei borbone/asburgo per trovare l’ereditarietà ( riscontrata solo su mariaantonietta…non diciamo altro…) e fù del tutto dimostrato che i naundorff non erano borbone.

    Nonostante che gli orleans Henry (VII) conte di parigi attuale pretendente al trono, non abbia riconosciuto la cerimonia come giusta e valida, perchè effettuata dai parma che lui vede come italo spagnoli e non francesi di diritto…. è stato contento (dicono) di sapere che una volta per tutte era stata fatta luce sull’impostore naundorff.

    da allora sono spariti tutti:-)))

    bon rivado a fare le mie cose:-)

    ciao
    jacopo

  • jacopoamedeo moretti

    Settembre 1, 2010 at 12:02 pm

    ops finendo sui savoia carignano villafranca… ( mi sono perso nel raconto prima)
    nel 1888 avendo contratto matrimonio non apri rango, Umberto I li escluse dalla famiglia, e dalla successione al trono.
    da allora presero il cognome villafranca soissons ed hanno sempre contratto matrimoni…. “normali” senza più apparire nelle cronache, o in altro che ne facesse parlare come eredi savoia.

    purtroppo un altro ramo savoia…. non è più nelle cronache ma per estinzione non altro…i savoia genova….. discendenti da ferdinando fratello di vittorio emanuele II.
    loro potevano essere un ottima scelta…. sia politica che dinastica…per motivi che :-))) ora non ricordo …:-)))) haha

    ciao
    jacopo

  • Anonimo

    Settembre 1, 2010 at 2:07 pm

    jacopo
    sei una miniera di preziose informazioni!
    io ho visto il piccolo cuore di Louis XVII a st.denis ma la mia giovane età mi ha salvato dal pagamento dell’ingresso. un poco però mi ha turbato, non sono abituato a questo tipo di “esposizioni”. 🙂
    mi è invece piaciuto il monumento funebre di luigi XVI e M.A.
    Ah grazie per averci illuminato sui savoia-villafranca! e anche sui misteri dei borbone parma. ne sapevo davvero pochissimo. c’è in circolazione qualche libro sui borbone in generale? in italiano o francese…

  • lukas

    Settembre 1, 2010 at 3:20 pm

    Scusate. il post precedente è mio…

    lukas

  • Matteo

    Settembre 1, 2010 at 4:10 pm

    Si furono esclusi dalla successione quando il principe Eugenio sposo Felicita Crosio, creata appunto Contessa di Villafranca-Soissons….e da loro discende un buon numero di eredi, molti ma molti di più di quanti siano i Savoia “ufficiali” oggi…

    Comunque per stare in argomento mi sento anch’io un po’ dispiaciuto (e forse deluso) per questi vuoti al funerale del principe Carlo Ugo, non tanto perchè pretendente carlista, ma soprattutto perchè Duca di Parma…forse davanti alla morte era a questo titolo che bisognava guardare…

    Matteo

  • jacopoamedeo moretti

    Settembre 1, 2010 at 4:17 pm

    beh si …. cmq qui in internet ne trovi a sfare…wikipedia aiuta:-))

    enrico IV
    luigi XIII
    luigi XIV
    luigi il gran delfino
    Filippo V d’angiò 1° borbone re si spagna
    filippo I (2° genito della 2° moglie elisabetta farnese) duca di parma
    ferdinando I
    .
    .
    .
    .
    xavier
    carlos IV hugo
    .
    .
    .
    .
    .
    .sono i parma

    se clicchi su google borbone francia o eredi al trono di francia…tra le voci dovrebbe uscire quella dei borbone parma che ti da la discendenza da s.luigi ed il suo 6° genito roberto conte di clermont sposato a beatrice di borgogna-borbone e così li vedi tutti:-))

    non voglio sfoggiare sia chiaro…. ma parlare di questo con qualcuno che :
    ti ascolta
    ti segue
    ti corregge
    ti insegna altro
    ti ringrazia

    insomma altro che chiacchere da salotto…..:-))

    ahhh!!! sono giorni che sto attaccato a questo blog!!
    marina mi stai drogando
    ipnotizzatrice!!!!
    🙂

    antonio scusa la domanda:
    ma quanti anni hai?????

    mi sento improvvisamente matusalemme e venerdì è il mio compleanno….. !!!aiutooooooooooo 🙁
    jacopo

  • Angie

    Settembre 1, 2010 at 4:22 pm

    Oh Marina! Grazie alla tua sensibilità mi è sembrato proprio di essere alla funzione anch’io!
    A presto.

  • jacopoamedeo moretti

    Settembre 1, 2010 at 4:32 pm

    scusate sopra ho scritto ad antonio…ma è stato un momento d’alzaimer…volevo riferirmi ad : anonimo !!!

    x lukas

    matrimonio diseguale, di un ramo già poco legato a famiglie di rango vista l’origine morganatica dalla quale provenivano.

    ora non ricordo bene nomi e date …. poi se vuoi con calma vado a sfogliare …”gli appunti” hahaha
    ma mi sembra a memoria che un fratello del nonno di carlo alberto I abbia sposato in 2° nozze una francese ( per altro discendente da una dinastia eccellente ma non di rango x l’epoca..ma non ricordo bene chi come quando) e la loro discendenza non era ovviamente dinastica
    poi ai primi dell’ottocento, “sempre mi sembra” carlo felice I ( ultimo re del ramo principale dei savoia…quello migliore a mio avviso) non avendo eredi lui e vedendo pochi eredi dei savoia carignano ( carlo alberto appunto) avendo tra l’altro bisogno di “carne fresca da matrimonio” ovvero principesse sabaude da usare x matrimoni decise di legittimare i savoia morganatici, ovvero i nostri francavilla… che divennero principi di Carignano-villafranca.

    nell’1888 eugenio di savoia….. muore e suo figlio che aveva sposato una borghese…(non nobile) venne escluso e così i suoi eredi….cmq vista la mia imprecisione…. del momento sono quasi sicuro che se clicchi su google savoia villafranca ottieni un sacco di notizie

    so solo che a firenze e dintorni vivono dei loro discendenti ed uno giovane e un po mondano si chiama edoardo maria….. e a volte si presenta col nome : edoardo di savoia…. in realtà il nome savoia non gli sarebbe consentito, per le regole dinastiche essendosi staccati dalla famiglia….

    infatti dopo l’esclusione gli fù assegnato il cognome/nome di villafranca-soissons

    soissons= ramo dei borbone-soissons credo discendenti da un fratello minore o cugino di enrico IV, ebbero vita breve, in quanto una loro discendente di 1 o 2 generazione erede del nome sposò un savoia-carignano portandogli in dote il titolo.

    i legamo tra borbone, orleans, valois, capetingi in genere….con i savoia sono sempre stati molto stretti e frequenti.

    di altro nin zo ….!!!:-))

  • jacopoamedeo moretti

    Settembre 1, 2010 at 4:45 pm

    uno più uno meno…. ecco i borbone parma…. con il numero accanto che determinerebbe la loro posizione al trono di francia se la linea dei borbone (spagna etc) fosse stata riammessa al trono:

    Carlo Ugo di Borbone-Parma, nato nel 1930.
    Carlo Saverio di Borbone-Parma, nato nel 1970.
    Jaime di Borbone-Parma, conte di Bardi, nato nel 1972.
    Sisto Enrico di Borbone-Parma, nato nel 1940.
    Giovanni dei Lussemburgo, nato nel 1921.
    Enrico di Lussemburgo, nato nel 1955.
    Guglielmo del Lussemburgo, figlio di Enrico, nato nel 1981.
    Felice, figlio di Enrico, nato nel 1984.
    Luigi del Lussemburgo, nato nel 1986.
    Noah di Nassau, nato nel 2007.
    Sebastiano del Lussemburgo, nato nel 1992.
    Jean del Lussemburgo, nato nel 1957.
    Costantino di Nassau, nato nel 1988.
    Wenceslas di Nassau, nato nel 1990.
    Carl-Johan di Nassau, nato nel 1992.
    Guglielmo, fratello di Enrico, nato nel 1963.
    Paolo, figlio di Guglielmo, nato nel 1998.
    Leopoldo, figlio di Guglielmo, nato 2000.
    Giovanni, figlio di Guglielmo, nato nel 2004.
    Roberto del Lussemburgo, nato nel 1968.
    Alessandro di Nassau, nato nel 1997.
    Federico di Nassau, nato nel 2002.
    Filippo di Borbone-Parma, principe del sangue, nato nel 1949.
    Giacomo di Borbone-Parma, principe del sangue, nato nel 1986.
    Giuseppe di Borbone-Parma, principe del sangue, nato nel 1989.
    Palain di Borbone-Parma, principe del sangue, nato nel 1955.
    Michele di Borbone-Parma, principe del sangue, nato nel 1926.
    Enrico di Borbone-Parma, principe del sangue, nato nel 1953.
    Michele di Borbone-Parma, principe del sangue, nato nel 1989.
    Enrico di Borbone-Parma, principe del sangue, nato nel 1991.
    Carlo Emanuele di Borbone-Parma, principe del sangue, nato nel 1961.
    Amaury di Borbone-Parma, principe del sangue, nato nel 1991.
    Andrea di Borbone-Parma, principe del sangue, nato nel 1928.
    Axel di Borbone-Parma, principe del sangue, nato nel 1968.
    Côme di Borbone-Parma, principe del sangue, nato nel 1997.
    Louis di Borbone-Parma, principe del sangue, nato nel 1966
    Guy di Borbone-Parma, principe del sangue, nato nel 1995.
    Rémy di Borbone-Parma, principe del sangue, nato nel 1942.
    Tristano di Borbone-Parma, principe del sangue, nato nel 1974.
    Jean Bernard di Borbone-Parma, principe del sangue, nato nel 1961.
    Arnaud, principe del sangue, nato nel 1989.
    Christophe, principe del sangue, nato nel 1991.

    jacopo

  • Angie

    Settembre 1, 2010 at 4:56 pm

    Vedi? sono già qua! Scusa se ti chiedo una cosa che non centra nulla, ma tu hai un’amica che ha un blog di cucina? Potresti segnalarmelo, perché ci ero capitata per caso ma non riesco più a trovarlo. E mi servirebbe proprio!

  • jacopoamedeo moretti

    Settembre 1, 2010 at 5:15 pm

    beh ma scusate tanto……
    non abbiamo citato un personaggio essenziale per carlos hugo e dal lignaggio degno di sherlock… o del tribunale di sstrasburgo….
    sua madre….madeleine di bourbon-busset

    in realtà i borbone-busset sono il ramo primogenito in assoluto dei borbone…. che discendono dalla linea primogenita di roberto di clermont figlio di san luigi…..
    mentre enrico IV discende dai vendome la marche etc…
    il ramo che doveva essere messo sul trono dopo i valois, era proprio quello di madeleine….. ma….

    nel ‘400 un borbone cadetto di quel ramo s’innamora (cosa rara all’epoca) di caterina d’egmont erede del ducato di gheldria.
    ma il re (valois) aveva deciso per lui la carriera ecclesiastica…e lo costringe a diventare vescovo li liegi….
    lui scappa sposa lei..e spera nel perdono…. ma niente… il re cattivone non lo perdona e così lui e i suoi numerosi figli e discendenti non hanno diritto nemmeno al cognome.

    nel 500 però… estinti i borbone a lui vicini… cioè il ramo primogenito ( susanna di borbone figlia di un fratello del sopracitato cardinale innamorato, che sposa il cugino, l’allora conestabile di borbone-condé ….traditore del re di francia…ucciso da benvenuto cellini – così disse lui – alle porte di roma) i signori di busset… tentarono con il re francesco I di rientrare nei loro ranghi… ma ormai x interessi ereditari….. : il ducato di borbone inghiottito dalla corona e tenuto stretto xke sia x motivi politici ma soprattutto economici; altri principati/ducati idem, altri ancora passati ormai al ramo vendome-la marche che sembrava essere menopericoloso dei precedenti…e soprattutto erano strettamente legati in parentela con il re…………………….riassumendo… ai busset fu concesso di riappropriarsi del nome di famiglia “borbone” di tenersi i loro titoli…. ma mai sarebbero tornati a far parte della famiglia reale, cioè esclusi da tutte le possibilità regali dei borbone….. che di lì a poco per altro salgono al trono…. prima di navarra e poi di francia.

    ecco qua….. non è storia da poco.,…
    difatti…il perfido elio I di parma zio di carlos hugo, quando suo padre xavier sposò la busset non riconobbe il matrimonio come dinastico e lo voleva escludere dalla famiglia…. ma dopo la sua morte il suo unico figlio roberto II, senza eredi e forse meno… beh non saprei definirlo…. approvò il matrimonio dello zio come dinastico e fù lui ad ereditarne i titoli…. ( i beni se li era già finiti suo padre elio).

    ( il castello di chambord era loro, e fù proprio a causa di elio e delle sue pretese che nel 1932 furono costretti a svenderlo allo stato francese…)

    altra particolarità: sisto di parma, fratello maggiore di xavier, sempre mato dal 2° matrimonio del padre, nel 1934, venne fucilato in francia, dopo che aveva tentato con un movimento ultra reazionario di farsi incoronare/eleggere non saprei dire “Re di Francia” … alla faccia di tutti.

    purtroppo a mio avviso…. x la storia della monarchia non ci riuscì e lo uccisero…..
    si era sposato con una nobilissima francese: edvige de la rochefoucauld deaudeuville ( ramo cadetto ma distaccato dal 1200 della storica famiglia dei duchi de la rochefoucauld) alla quale venne regalato un diadema di platino e diamanti, che spesso di vede in immagini regali come simbolo…

    ebbero una sola figlia nel 922 isabelle o eleonora non ricordo che … sposò l’erede del ramo primogenito dei … de la rochefoucauld…. riunendo la famiglia materna.
    Lei ancora viva è sempre stata molto silenziosa e poco “in giro”:-))

    finendo sulla busset… ( ogni tanto mi perdo )

    lei nella succesione spagnola-carlista… prese una posizione insospettabile:

    mentre xavier il marito, lasciò le redini al figlio 1° genito , il nostro carlos hugo, che sinistroide cercava un altro tipo di politica da quella delle guerre ottocentesche… la madre prese a spingere il 2§° genito sisto, spronandolo e appoggiandolo quale erede carlista al posto del fratello.

    Da lì la rottura dei rapporti tra i due.

    addirittura, teersa e carlos …quando il padre stava morendo lo convinsero a firmare documenti per la moderazione del partito carlista….. fecero appena in tempo, perche la busset con altra figlia e figlio…. presero il povero xavier ( credo già morto o giù di lì) e lo portarono con loro impedendo a carlos e seguito di vederlo e seguirne i funerali.

    come possiamo notare la storia dei parma ( come degli orleans savoia romanov etc etc etc ) sono turbolente anche e sempre in punto di morte….

    quancuno di voi ricorda dallas o dinasty ???

    beh lì era meno e ci sembrava impossibile….ecco la realtà schiaccia la fantasia:-)))

    jacopo

  • jacopoamedeo moretti

    Settembre 1, 2010 at 5:20 pm

    rettifico…

    la figlia di sisto è isabella

    ed il cognome della madre e del marito si scrive: de La Rochefoucauld…tutto attaccato

    scusate
    jacopo

  • lukas

    Settembre 1, 2010 at 6:44 pm

    @ Jacopo. Ho 23 anni.
    comunque auguri!!! 🙂 🙂

  • marina

    Settembre 1, 2010 at 8:34 pm

    @ jacopo sono travolta, ma devo leggere con calma, così rispondo per bene, però adesso in velocità una domanda. hai scritto:
    “sisto di parma, fratello maggiore di xavier, sempre mato dal 2° matrimonio del padre, nel 1934, venne fucilato in francia, dopo che aveva tentato con un movimento ultra reazionario di farsi incoronare/eleggere non saprei dire “Re di Francia” … alla faccia di tutti”. ma sei sicurissimo. cioè sono andata un po’ in giro e non ho trovato nessun riferimento, solo su un libro ho letto che Sixte è morto di malattia (una infezione) e non fucilato. anche wikipedia che non è certo oro colato, ma l’edizione francese è piuttosto attendibile per i reali, non dice nulla. mi fai sapere qualcosa di più?
    @ lukas che ragazzo giovane, ma sono felice di avere giovani fra i miei lettori;
    @ Matteo pensa che anche io sono rimasta male per l’assenza dei parenti Borbone-Parma che poi in Francia sono assai mondani, però la partecipazione di tutti gli olandesi era là proprio per confortare e sostenere i cugini;
    @ Angie, grazie per il commento e per il sito di cucina ne leggo diversi, alcuni sono ne “Il miei preferiti” qui sopra, poi c’è anche http://menuturistico.blogspot.com che non mi ricordo mai di mettere, ma è davvero super per la qualità della scrittura.

  • jacopoamedeo moretti

    Settembre 1, 2010 at 9:09 pm

    ciao marina
    cercherò delle pubblicazioni x darti modo di vedere…. ma te lo dico con massima certezza
    sisto di parma è stato fucilato, nonostante fosse un eroe della 1 guerra mondiale ed avesse cercato di facilitare la pace…..( come xavier)

    in un episodio della serie di telefilm “il giovane indiana jones” i due vengono presi come protagonisti di puntata … per mostrare quanto da giovane, il ns eroe indy , collaborasse x il bene del mondo…anche con i principi…( la sorella di loro era imperatrice d’austria, l’altra morta da poco era czarina di bulgaria….insomma stavano un po ovunque)di borbone parma agenti segreti di vari paesi ( deve essere un tarlo quello dell’agente segreto in famiglia borbone parma:-)))

    tornando a sisto… era vicino alla destra estrema, e nel 1934 sostenuto o spinto ( ma ero un duro intendiamoci…non una testa calda) dal movimento monarchico contrario agli orleans, e dalla parte dei bianchi di spagna, ma che vedeva più alle capacità individuali del principe che non al suo posto nella scala ereditaria.

    arrivarono quasi a meta se non fosse stato… per il governo …. quello stesso filone che poi darà vita a de gaulle tanto per capirsi…. che riuscì a bloccare i loro intenti ed il ns sisto…. finì morendo nel silenzio generale ed imbarazzo regale…
    se guardi bene di sisto non si parla altro che raramente per la prima guerra mondiale poi sparisce come una bolla di sapone…. questo accade sempre o accadeva (spero) a chi era messo al bando…. sisto dopo la morte fu messo al bando… come imbarazzante etc etc

    cmq prima di continuare cerco e mando o link o altro che tu possa vedere e a limite girare:-))
    con piacere

    jacopo

  • jacopoamedeo moretti

    Settembre 1, 2010 at 9:38 pm

    sai marina
    ho cercato al volo con google e non riportano niente hai ragione…. cmq cerco le fonti da cui ho studiato la cosa e ti dico….:-))
    certo non me lo sono inventato:-))

    hhhahaha

  • jacopoamedeo moretti

    Settembre 1, 2010 at 9:42 pm

    grazie lukas ho visto ora la tua risposta….sei un piccolo cucciolo hahaa
    scherzo ovvio…
    grazie x gli auguri….

    beh sono felice di sapere che anche una persona “diciamo ” più giovane di me s’interessi a queste cose….. la vita continua…

    jacopo

    a presto ovvio

  • marina

    Settembre 1, 2010 at 9:42 pm

    Grazie Jacopo, se mi mandi qualcosa mi fai davvero un grande favore/piacere, questa storia misteriosa mi incuriosisce moltissimo. E’ vero che di lui si parla solo fino alla storia del suo intervento per mediare una pace separata con l’Austria via sua sorella Zita, poi vuoto totale e queste due righe sulla sua morte per una infezione. La fucilazione comunque voleva dire tradimento, ma lui era stato anche un eroe di guerra, che strano. Davvero, mai letto nulla neanche nei vari libri su Orléans. Aspetto con interesse tutto quello che potrai mandarmi.

  • jacopoamedeo moretti

    Settembre 1, 2010 at 11:16 pm

    marina mi sono messo al lavoro in internet e non ho trovato niente in effetti…. ora mi sto chiedendo se sono impazzito…. haha
    scherzi a parte… debbo trovare nella biblioteca il che vuol dire andare da mia madre..xke al momento sono senza tutti i miei libri (o pochi) in questa casa…. storia lunga:-)

    cmq sarà il mio passatempo in questo periodo in cui non ho niente da fare:-)

    vabbè vado …
    buonanotte a te e a tutti:-)
    jacopo

  • Matteo

    Settembre 2, 2010 at 8:33 am

    @lukas incredibile un ragazzo della mia età….allora non sono proprio “fuori dal mondo”…:-)

  • Angie

    Settembre 2, 2010 at 9:17 am

    Grazie Marina, mi sei di grande aiuto. Forse un giorno ti racconterò.

  • Matteo

    Settembre 2, 2010 at 9:48 am

    Tra l’altro proprio per rimarcare il solito punto il nipote di Maria di Savoia, Tristano di Borbone-Parma, si è sposato con il morto in casa….bah…

  • jacopoamedeo moretti

    Settembre 2, 2010 at 10:56 am

    marina buongiorno e buongiorno a tutti…..

    la notte passata con il chiodo fisso di sisto di parma…
    mi ha fatto pensare a due cose:
    1) dagospia…forse dice cose che non vengono dette pubblicamente
    2) la stessa fonte di cui ti ho parlato in mail e che non possiamo citare….:-))

    ma lavorerò per la verità :-))

    jacopo

  • marina

    Settembre 2, 2010 at 11:31 am

    Caro jacopo, non ti crucciare, vedrai che a forza di ricerche incrociate verremo a capo della questione.

  • Antonio

    Settembre 2, 2010 at 12:36 pm

    @Matteo, @Marina,
    sarebbe interessante vedere qualche immagine del matrimonio di Tristano di Borbone-Parma. Lui è un giornalista, la moglie Shira è un architetto israeliano.
    Credo si siano sposati il 28 agosto. Ma dove, come e alla presenza di quali invitati non so. Sua nonna era la bella principessa Maria d’Italia, dai grandi occhi scuri, chissà se sono ancora in stretto contatto con i Savoia.

  • Matteo

    Settembre 2, 2010 at 1:57 pm

    @ Antonio
    gli invitati non avrà avuto fatica a trovarli visto che mancavano tutti i parma…purtroppo…

  • marina

    Settembre 2, 2010 at 2:02 pm

    @ Antonio e Matteo, ho fatto una piccola ricerca on line, ma non sono riuscita a trovare nulla, neanche il più piccolo riferimento a questo Borbone Parma ed alle sue nozze. Qualcuno di voi sa per quale testata lavora?

  • marina

    Settembre 2, 2010 at 2:16 pm

    Ovviamente non avrei mai trovato nulla continuando a cercare sui motori italiani, Tristan de Bourbon-Parme è nato a Cannes nel 1974 ed è un giornalista indipendente. Ha lavorato per La Tribune, Le Figaro, Le Parisien, Le Point, L’Equipe, L’Humanité, Le Soir et Le Temps ed anche Le Monde Diplomatique.
    Da quello che mi par di capire dalla sua produzione dovrebbe essere un esperto del sud est asiatico e ha scritto un libro sulla Corea ed anche una guida sulla Corea del sud.
    Confermata la notizia del fidanzamento ma non ci sono ulteriori precisazioni sulle nozze.

  • Antonio

    Settembre 2, 2010 at 2:49 pm

    @Matteo,
    sugli invitati alle nozze di Tristan ho avuto il tuo stesso pensiero: avrà potuto raccattare un sacco di Parma e di altri cugini Savoia, Assia, Bulgaria, Yugoslavia. Anche se, pensandoci, visto che non si trova materiale al riguardo, saranno state probabilmente nozze molte intime o, comunque, lontane dalla regalità: le normali nozze tra un giornalista e una architetto, immagino.

  • Antonio

    Settembre 2, 2010 at 4:10 pm

    Tristan e Shira Szabo si sono sposati civilmente il 21 Agosto 2010 nel municipio di Cumières ( Marne ).

  • jacopoamedeo moretti

    Settembre 2, 2010 at 9:11 pm

    http://royautes.centerblog.net/496-fiancailles-de-tristan-de-bourbon-de-parme

    non so se posso inserire un sito…in caso marina perdonami fai tu ….

    vbolevo chiedere un parere…poi ( a limite se vuoi lascia questa parte del messsaggio):-))

    sembra che in nepal parlino di restauro della monarchia….

    ora parlo per me:

    IO SONO CONVINTO FINO ALL’ULTIMA GOCCIA DI SANGUE CHE UN REGIME ( DEMOCRATICO) MONARCHICO SI AMIGLIORE DI UNA REPUBBLICA
    ma:..:

    la famiglia reale del nepal fu trucidata pochi anni fa…. portando al trono il fratello del precedente re… con sua moglie ( se non erro sorella della precedente regina) ed i loro figli….

    il nuovo re oltre ad essere un tiranno ( il precedente non era democratico ma le cose sembravano essere migliori ) è anche risultato essere ( o meglio hanno confermato) il mandante assoluto e solo del massacro di gruppo della famiglia reale….. dando poi la colpa alla follia dell’erede al trono che si era suicidato.

    Fu proprio lui a far uccidere tutti ….chiusi in un salone e fucilati a tradimento.

    (Birenda se non erro ) il nuovo re dopo pochi anni di tirannia è stato destituito e la repubblica ha preso il posto della monarchia.

    Beh in quel caso… io non ho per niente sofferto ed ho anzi approvato…
    ora l’idea che sia ristabilita e che “possa” essere lui a tornare al potere mi fa venire i brividi.

    ma non so altro di preciso…. che sa mi aiuta…e soprattutto…ditemi cosa ne pensate….

    Ricordo in cambogia… sia l’attuale re che suo padre…sono stati una manna ..con la restaurazione x quel paese…..oltre alla modernità delle loro menti…. il re precedente prima di abdicare ( ad 80 anni e con un tumore all’ultimo stadio.-….morì poco dopo) volle promulgare una legge per i matrimoni tra omosessuali…dicendo: se Dio li ha creati perché io li debbo combattere…. o non debbo farli sposare….

    beh sarei contento che alcuni nostri politici facessero un viaggetto in cambogia:-))
    scusate la partecipazione…

    jacopo

  • jacopoamedeo moretti

    Settembre 2, 2010 at 9:17 pm

    ops dimenticavo
    chi ha news specifiche sulla lista dei presenti al matrimonio di tristan può dirla…. sono curioso come una scimmia.-)))
    hahah

    figuriamoci se ci sono problemi tra i cugini borbone…. non voglio nemmeno immaginare i loro rapporti con i savoia…..hahaha si leticheranno pure il posto a sedere:-))

    jacopo

  • lukas

    Settembre 3, 2010 at 12:41 am

    @ Jacopo. a quanto mi risulta c’è un partito che spinge per il ritorno della monarchia, sostenendo che è necessaria al paese e che il popolo vi era affezionato…ora, su questo avrei qualche dubbio visti i recenti trascorsi…ma certamente la fragilità politica e istituzionale del paese non aiuta…
    certamente la repubblica è da preferirsi a un tale individuo, ma avevo letto da qualche parte che puntavano le loro carte sul nipote dell’ex re, ma ora non so dirti nulla di più preciso…farò qualche ricerca.
    mi piacerebbe conoscere i motivi della tua propensione verso la monarchia…ma forse questo non è il luogo adatto per tale discussione 🙂
    buonanotte

    lukas

  • Matteo

    Settembre 3, 2010 at 8:29 am

    Se si riesce a farsi accettare l’amicizia a grandi linee i bourbon-parme (non solo gli under 30) su facebook ci sono tutti…

  • marina

    Settembre 3, 2010 at 12:25 pm

    @ Antonio io ho la nettissima sensazione che Tristan de Bourbon Parme non abbia molti legami/contatti con i suoi royal parenti. Credo che faccia il giornalista e basta, da quello che ho capito ora è corrispondente a Londra per un quotidiano belga e per un altro francese. da ciò deduco che le sue nozze siano state privatissime;
    @ jacopo hai mai letto il piccolo libro di Domenico Fisichella (politico, ma prima di tutto importante accademico) “Elogio della monarchia” edito nel 1995 da Vallecchi? E’ molto interessante, perché offre una serie di riflessioni – diciamo scientifiche – sulla questione monarchia/repubblica.
    @ lukas potete discutere di quello che volete, non ci sono problemi;
    @ Matteo ho visto infatti su FB i vari Bourbon Parme, magari provo a chiedere l’amicizia, chissà che non ci raccontino storie interessanti sui loro avi;

    Infine ho fatto un giro di ricerche e ho scoperto che in questi giorni i Bourbon Parme francesi (alcuni) sono molto in ansia perché la reggia di Versailles ospiterà una mostra dell’artista giapponese Murakami. Bene come già fatto un paio di anni fa per la mostra di Jeff Koons stanno sollevando un casino, nel senso che sostengono come il luogo sia inappropriato. Fra i sostenitori di questa tesi il fratello del defunto duca, Sixte-Henri e il figlio di un cugino, Charles Emmanuel (il padre di Amaury il ragazzino che ha portato il cuore di Luigi XVII a S. Denis). Quest’ultimo nel 2008 aveva addirittura avviato una procedura legale per bloccare, in quanto discendente diretto di Luigi XIV, tale oltraggiosa mostra. Ovviamente la giustizia francese ha respinto il ricorso.

  • jacopoamedeo moretti

    Settembre 3, 2010 at 4:18 pm

    ciao a tutti
    no marina non lo conoscevo il libro…. (lui una volta…)

    i borbone parma vivono in gran massa a versailles compresi michele e m:pia di savoia e tanti altri a differenza degli orleans ( che pur salvandola nell’800…) hanno distrutto tutti gli appartamenti che ancora oggi non sono stati ricostruiti e forse mai lo saranno del tutto.
    ricordo anche che il matrimonio di guglielmo di lussemburgo con la moglie( propnipote per casa torlonia di una zia del re di spagna attuale) fu celebrato nella chiesa di St.Louis nella città di versailles ( non quella di palazzo)…insomma i parma sono legati a quella reggia più di ogni altro borbone..( e nonostante tutto, per me sarebbero i migliori eredi al trono francese tra tutti i borbone…anche i più imparentati con la casa di francia…qui lo dico e non lo nego:-)))

    trovo assurdo che cerchino di bloccare delle mostre… la vita va avanti e la reggia costa… bene che ce ne siano…. magari si arriva prima a mantenerla in modo più decente di quanto non facciano o possano….
    cmq bisogna dire che Charles Emanuele e la moglie sono dei presenzialisti infaticabili… ( lui figlio 2° genito di michele) e assumono a volte posizioni che non gli spettano.

    bon a dopo
    jacopo

  • jacopoamedeo moretti

    Settembre 3, 2010 at 5:41 pm

    prima di chiudere x oggi…propongo un partito:
    carlo di borbone parma re di francia e navarra…..

    :-))
    bon dev’essere il fatto che oggi compio…….. — anni…che mi rende così :-))
    haha
    vado a festeggiare in un minuscolo ristorante di viareggio ( zona borbonica tanto per restare in tema) dove i turisti non vanno…. si mangia divinamente si spende meno che in una pizzeria di un centro storico e … beh solo arrivare fin la può essere faticoso:-))) non abitando a viareggio ovvio

    chi vuole info chieda e gli sarà … detto!!!

    buona serata a tutti!!!!

    jacopo amedeo moretti

  • Antonio

    Settembre 3, 2010 at 5:56 pm

    Murakami a Versailles non mi scandalizza: è un artista piuttosto divertente. E anche se dovessero esporre il suo estremamente esplicito e giocoso “My lonesome”, non vedrei un grosso problema: in fondo quella reggia ne ha viste di tutti i colori con le avventure sessuali di Luigi XIV e di Luigi XV ( e chissà quanto d’altro ). Penso che a Maria Antonietta Murakami, con la sua apparente frivolezza, sarebbe potuto piacere. Certo che tra una mostra del giapponese e una di, poniamo, Elisabeth Vigée-Lebrun, scelgo quest’ultima.

  • Ronald Porta(Della Porta Tüchler)

    Settembre 4, 2010 at 3:30 am

    My Greetings from Costa Rica .

    I am Ronald Pelayo Porta(Della Porta Tüchler)

    My Families are:

    Della Porta Family of Spain , Italy , France , England

    My Great Grand Grand Father is: Ramon Porta i Solans of Barcelona, Spain, brother of The Count Palatine Laterano Raimundo Ignacio Porta y de Solans.

    My Great Grand Grand Mother is: Feliciana Roldan of France .

    My Ancester is The Marchesse Ferdinando Della Porta of Naples , Italy, and The Count Antonio Della Porta.

    Tüchler Family of Bromberg , Poland , Germany .

    Meyer Family of Bromberg , Poland , Germany .

    Romanov-Romanoff Family of Russia.( My Ancesters are Czar Imperial Family of Russia )

    My Great Grand Grand Father is: Israel Tüchler Romanov (Romanoff)

    My Great Grand Grand Mother is Jetty Meyer.

    My Great Grand Father is: Bernhard Tüchler Meyer

    P.O Box(Post office box): 781-2200 Coronado , San José , Costa Rica , Central America .

    Email: ronald_porta@yahoo.com, ronald_porta@hotmail.com, ronaldporta@gmail.com, ronald_porta58@myspace.com, RonaldPort636@dukeprinceprincess-royalty.ning.com, RonaldPort636@monte-carlo.ning.com, RonaldPort636@tmeihsthevictorious.ning.com, RonaldPort636@albertofmonaco.ning.com, RonaldDell911@monte-carlo.ning.com, RonaldDell911@napoleonexchangeworld.ning.com

    http://www.facebook.com/ronaldpelayo.porta/
    http://www.familiaporta.com

    With love, your friend from Costa Rica ,

    Ronald Porta (Della Porta Tüchler)

  • marina

    Settembre 4, 2010 at 9:55 am

    @ jacopo in ritardo ma auguri di cuore! spero che la tua serata sia stata bella, serena e piacevole;
    @ Antonio, idem adoro madame Vigée Le Brun;
    @ Ronald benvenuto e grazie per il commento con la sua genealogia.

  • Antonio

    Settembre 9, 2010 at 9:27 pm

    A proposito dei Borboni, dopo un funerale e un matrimonio, il battesimo dei gemelli del duca d’Angiò nella basilica di San Pietro. Cosa ne ha detto la stampa italiana?

  • marina

    Settembre 10, 2010 at 10:13 am

    @ Antonio, ho letto velocemente di questo battesimo, come dicevo in questi giorni ho problemi di connessione e solo poche ore a disposizione, quindi faccio un giro veloce on line e chiudo. Ho letto sul sito francese del battesimo dei due gemellini, ma non ho analizzato la stampa italiana. Alfonso di Borbone y Martinez Bordiù non è molto conosciuto in Italia quindi dubito, ma se chi leggesse avesse qualche link lo può mettere nel commento senza problemi.
    Però visti i tanti gemelli sto pensando ad un post proprio sui gemelli “reali”, ma dovete avere pazienza.
    Inoltre sempre on line ho appreso che il nuovo duca di Parma, il cui matrimonio religioso era stato annullato a causa dell’aggravarsi delle condizioni di salute del padre, si sposerà il 20 novembre a Bruxelles.

  • sisige

    Settembre 10, 2010 at 12:16 pm

    Marina, carina l’idea dell’articolo sui genelli. Mi piacerebbe anche vedere un sondaggio sui reali/ le principesse più amate…cosa ne dici?

  • marina

    Settembre 11, 2010 at 9:26 am

    carissima Sisige lo sai che ci stavo pensando ad un sondaggino, ne parlerò con la mi fantastica webmaster 😉

  • nicole

    Settembre 11, 2010 at 6:32 pm

    Marina, assolutamente i gemelli e le gemelle! Guarda che lo hai promesso! 🙂

  • jacopoamedeo moretti

    Settembre 12, 2010 at 5:01 pm

    domanda:

    dopo che il conte di parigi ha nominato il nipote carlo filippo, (figlio di suo fratello michele) duca d’angiò, non ritenendo valide le pretese di alfonso di borbone y Bordiù, voi come vi ponete??? a chi lascereste il titolo??
    siete più orleanisti o borbonico-legittimisti ?
    perchè questo povero ragazzone un po solo e sfortunato direi… dalla nascita….. è così mal visto da tutti ( tranne il bisnonno dittatore o il padre..beh non dico altro… ) in fondo non mi sembra una testa calda???
    che ne dite???

    altra domanda:

    se per caso …dico per caso… fosse vero che alfonso XII figlio di isabella II di spagna, fosse figlio del suo amante e non del cugino-marito duca di cadice….. gli attuali borbone di spagna , sia il re che l’angiò-cadice-Bordiù, non sarebbero legittimamente borbone….. sarebbero solo legittimamente eredi della regina e quindi del trono avendo all’epoca abolito la legge salica, ma per il resto ??

    insomma non si possono richiedere indagini….segrete…per scoprirlo….??? (provocazione ovvio)

    nel caso fosse vero… i primi in lista sarebbero i “morganatici” borbone-siviglia eredi al trono di spagna ( parlo di primogenitura)…. e come si porrebbe la situazione dei legittimisti francesi, favorevoli al ramo spagnolo dei borbone ???

    sono curioso di sapere cosa ne pensate :-)))

    sempre che si possano fare simili domande:-)

    sono curioso anche di vedere bene chi sarà presente al matrimonio di carlo saverio di parma anzi ora direi Carlo V di Parma….etc !!

    kiss

    jacopoamedeo

  • I Borbone Parma ancora una volta nelle terre dell'antico ducato – Marina Minelli

    Maggio 24, 2021 at 4:19 pm

    […] principe Carlo Ugo duca di Parma e Piacenza. In quella occasione (i post sul funerale sono qua e qua) ho scoperto una famiglia unitissima, un giovane nuovo duca e capo della casata cordiale e gentile […]

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post

31 agosto - Rania di Giordania festeggia 40 anni

Next Post

La misteriosa morte di Agnès Sorel, amante di Carlo VII re di Francia

error: Content is protected !!