Ciao 2018 sei stato un anno davvero molto interessante

Nel 2018 ho aperto alcune delle porte e chiuse altre. Ho incontrato diverse persone straordinarie che mi sono rimaste nel cuore e altre pessime, ma questo fa parte della vita e basta evitare di cadere nelle loro trappole.

Il mio 2018 alla scoperta della regina

Ho visitato alcune città di cui mi sono innamorata: Padova che già conoscevo ma ho amato ancora di più, Treviso, Cremona e Viareggio.

Il 19 maggio ho avuto un po’ paura mentre entravo negli studi di Sky tg24 ma è stata un’esperienza fantastica.

In diretta su Sky le nozze di Harry e Meghan

Nel corso dell’anno ho salutato due persone molto care a cui penso spesso per motivi molto diversi. Ad agosto ho accompagnato mio nipote al suo primo giorno di scuola e poi siamo andati insieme a visitare insieme a vedere il campo della battaglia di Jena.

La battagia di Jena

Ho sorriso a mio marito che è la persona più importante della mia vita e se non ci fosse lui non sarei quella che sono ora e nessuno avrebbe guidato dall’altro lato per andare ad esplorare il Norfolk.

Park House la casa dove è nata Lady DianaPark House la casa dove è nata Lady Diana

St. Mary Magdalene a SandringhamSt. Mary Magdalene, la chiesa di Sandringham

Ho accarezzato i miei gatti (anche la Nana che però preferisce di no e mi ringhia ma io la amo ugualmente). Ho organizzato pochissime cene fra amici ma sono state tutte bellissime e ci siamo divertiti parecchio. Ho aiutato i miei amici gatti e la mia carissima Céline.

Ho preso l’aereo per tornare dalla Germania e poi l’ho ripreso per andare a Londra. Ho visto la casa della regina a Sandringham e poco lontano la casa dove è nata Lady Diana, le War Rooms di Churchill, la cupola di St.Paul di notte e gli smeraldi della regina Vittoria a Kensington Palace. E sappiate che uno dei primi obiettivi del 2019 è andare a vedere la coronet di zaffiri della regina Vittoria che da marzo sarà esposta al Victoria&Albert Museum.

Un tè con la regina ad Ascoli Piceno

Ho messo a punto le mie lezioni/conferenza e le ho portate in giro per l’Italia (i dettagli in questo post). Ho presentato il mio libro dedicato alla Londra di Lady Diana, ma ho anche raccontato anche tutti i segreti dell’Afternoon Tea in occasione di due eventi promossi dal Fai-Fondo Ambiente Italiano.

Un tè con la regina per il Fai di Ancona

Ho collezionato altre bellissime royal commemorative potteries e ho rieditato il libro “Un tè con la Regina” che trovate in offerta su ebay —> a questo link 

Ho continuato, anche nel 2018, a non avere un piano editoriale e infatti nel blog posto senza una vera programmazione nonostante tutti i guru dicano che no, non va proprio bene. Ho incrementato la presenza su Instagram soprattutto con le stories ( mi trovate come @altezzarealeblog).

Ho ammirato la St. George Chapel del castello di Windsor, che è di una bellezza senza pari, e nel quire ho calpestato la tomba di Enrico VIII guardando gli stendardi, gli elmi e gli scudi dei cavalieri della Giarrettiera.

Embed from Getty Images

Ho pianto per l’emozione mentre guardavo le foche libere e stese al sole a Blakeney nel Norfolk nella riserva del National Trust.

Le foche del Norfolk

Ho partecipato per la prima volta a un blogging camp (quello organizzato a Camaiore dalla vulcanica Silvia Ceriegi) e sono tornata a casa piena di entusiasmo.

Ho iniziato a scrivere un altro libro e volevo completare il manoscritto in questi ultimi giorni del 2018; ci siamo quasi, ma ancora non vi posso dire nulla però sono sicura che vi piacerà.

Nel 2019 AltezzaReale.com compie dieci anni e io adesso ho la certezza di avere fatto la scelta giusta.

Vi aspetto qui anche nell’anno che sta per arrivare e vi ringrazio tutti di cuore per essere stati con me in questi dieci anni. Un abbraccio immenso anche ai lettori che sono diventati cari amici e collaboratori di queste pagine: Francesca Panseri aka Francy, Alessandro Sala aka Ale, Michele TartariniAlessandro Calabresi aka Alex e Nicoletta Mercati.

Foto @unamarmellatadifoto

Un immenso grazie anche a Michela Gaimarri e Claudia Ballarini, Cristina Papini e Verdiana aka Verdy75, Stefania Pignatelli Gladstone, Chiara Simonini (con Fabio e Marika, la crew di Enjoy Coffee and More) e alla mia carissima Silvia Ceriegi.

Copyrigh foto @Marina Minelli.

 

Previous Post

Malmaison e le sue rose, il regno magico di Joséphine

Next Post

Bastardi con molta gloria. La vita straordinaria dei figli illegitimi di Carlo V

error: Content is protected !!