Eugenie e Jack sposi a Windsor il 12 ottobre

Eugenie e Jack si sposano. Cinque mesi dopo il royal wedding più social del globo – non lo dico io eh, lo dicono le “impression” – la secondogenita del principe Andrea e di Sarah Ferguson andrà all’altare con il fidanzato storico Jack Brooksbank. Anche l’altare è storico perché si tratta di quello della St. George Chapel, la chiesa del castello di Windsor che, fra l’altro, è la dimora spirituale del più prestigioso ordine cavalleresco del mondo, l’ordine della Giarrettiera.

Ma non è alla Giarrettiera (persa proprio lì a Windsor da una dama della corte di Edoardo III il quale salvò l’onore della signora raccogliendo l’imbarazzante accessorio e pronunciando una frase che è diventata un motto “honni soit qui mal y pense”) che penseranno tutti gli spettatori di questo royal wedding. Purtroppo per Eugenie, per Jack (e anche per il di lei babbo duca di York, piuttosto amareggiato a causa del trattamento non propriamente regale riservato alla sua rampolla la quale nasce comunque HRH e principessa) tutti avranno in mente solo chi, di recente, ha percorso quella stessa navata così suggestiva e carica di memorie dinastiche fra cui le tombe di Edoardo VII, Giorgio V e Giorgio VI con relative consorti.

Eugenie e Jack non hanno fatto, secondo me, la scelta migliore del mondo decidendo di sposarsi a Windsor pochi mesi dopo Harry e Meghan, ma ormai direi che è tardi per cambiare idea e comunque ormai da diverse settimane la coppia si sta inventando l’impossibile per attirare l’attenzione su un wedding che sarà royal ma non proprio in pompa magna e sul quale già sono piovute le solite polemiche sui costi, sulla sicurezza, sul chi paga, etc. etc. Si perché Eugenie, per quanto impegnata in diversi fronti sociali e umanitari (in campo medico, in particolare, poiché da ragazzina ha avuto un grave problema di salute) non ha alcun incarico ufficiale all’interno della Royal Family. Cioè spieghiamo meglio, qualunque iniziativa essa prenda o qualunque causa essa decida di sostenere lo fa a nome suo non per conto di Sua Maestà. Lei e la sorella, sempre con grande ambagia del di loro padre duca di York, sono fuori dal prestigioso giro dei “royal duties”. Pare per “intercessione” del principe di Gallese che vuole ridurre al minimo sindacale la “royal family” in attività e quindi con relativa lista civile. Dunque, secondo molti royal watchers, le nozze della principessa – ottava nella linea di successione – che non è un personaggio pubblico e non ha il seguito mediatico di William, Harry e rispettive consorti, porterà poco all’immagine della Corona e nulla in termini di ricaduta economica.

Eugenie e Jack, le royal commemorative potteries

Ad ogni modo pur sempre di una principessa si tratta così la Royal Collection non ha perso l’occasione di mettere in vendita alcune commemorative che, purtroppo, come al solito costano una fucilata a cui va aggiunta la botta considerevole delle spese di spedizione extra Uk. Ma a parte questo gli oggetti in ceramica sono deliziosi e … aehm, detto così en passant, il Natale non è lontano e vi ricordo che il mio compleanno cade in febbraio.

—> https://www.royalcollectionshop.co.uk/gifts/royal-celebrations/eugenie-and-jack.html

Eugenie e Jack sposi a Windsor

Adesso però veniamo alle cose serie: la regina ci sarà, come al solito, perché non ha mai mancato le nozze di uno dei suoi nipoti e questa volta speriamo che tutti abbiano ben chiaro il motivo dello scranno vuoto davanti a lei. Camilla ha fatto sapere di avere un impegno pregresso che “scusate me ne ero dimenticate”. Dell’impegno forse si era dimenticata, ma non del fatto che il duca di York non è mai stato tenero con lei quando era solo la donna segreta del principe di Galles. Potrebbe non essere presente al matrimonio il nonno paterno della sposa che, dicono fonti non ufficiali, deciderà la mattina stessa, ma è anche comprensibile avendo il duca di Edimburgo oltre 97 anni.

Le altre presenze – ed eventuali defezioni – le scopriremo vivendo perché al momento non è stata diffusa alcuna lista degli ospiti con una sola eccezione: la sposa ci ha tenuto a invitare il medico e lo staff che l’ha operata molti anni fa per una grave forma di scoliosi. Dal luglio scorso invece sappiamo che ovviamente la sorella maggiore Beatrice, a cui Eugenie è legatissima, sarà la sua dama d’onore; nel corteo anche George e Charlotte, ormai espertissimi in materia di accompagnamento di spose varie, Savannah e Isla Phillips figlie del cugino della sposa Peter, Mia Tindall figlia di Zara, Maud Windsor la nipotina del principe Michael di York, Louis de Givenchy il cui padre, executive di JP Morgan è amico dello sposo, e Theodora Rose Williams, figlia di Robbie che pare sia molto legato alla coppia. A sovrintendere tutto questo gruppo di bambini Lady Louise Windsor e il Visconte Severn, figli del principe Edward e quindi cugini della sposa.

Segreto assoluto sull’abito, non si conosce il nome della o dello stilista che disegnerà il vestito di Eugenie, ma sia lei che la sorella hanno fatto in passato scelte abbastanza insolite quindi tutte le ipotesi sono consentite. Sul diadema io personalmente propendo per quello già utilizzato dalla madre Sarah che è un gioiello nuovo, acquistato per lei dalla regina e dal principe Filippo, quindi, in teoria, sua proprietà personale. Certo resta la possibilità che Elisabetta II presti alla nipote una delle numerose tiare dello scrigno reale facendoci una sorpresa come già avvenuto il 19 maggio scorso.

E’ dei giorni scorsi la notizia che il cantante italiano Andrea Bocelli si esibirà durante la cerimonia accompagnato dalla Royal Philarmonic Orchestra (che gode del patronaggio del duca di York) mentre la torta nuziale opera della cake designer Sophie Cabot sarà una “chocolate and red velvet” decorata nei colori dell’autunno con foglie di edera. Per una strana coincidenza non amo né la red velvet (una torta rossa?!?!?!?), né Bocelli che non considero un cantante lirico ma una persona con una bella voce e un bravo manager.

Tanto per girare il coltello nella piaga ricordo, a chi ama il belcanto, che alle nozze di Carlo e Diana c’era la sublime Dame Kiri Te Kanawa…

https://www.youtube.com/watch?v=-IGmOXv69mE

Dopo le nozze gli sposi faranno un breve giro in carrozza (una di quelle dei Royal Mews che se non siete mai stati andati a vedere fateci un salto perché sono un luogo straordinariamente interessante) lungo le vie della cittadina, esattamente come, fa notare il press release della Royal Househol, già fatto a suo tempo dal conte e dalla contessa di Wessex.

Come in tutti i royal wedding che si rispettino però ci saranno anche un po’ di divise anche se lo sposo può vantare un solo militare in famiglia, cioè il bisnonno Sir Jack Coke ufficiale delle Scots Guards. Ad ogni modo le State Trumpeters della banda della Household Cavalry eseguiranno una fanfara scritta per l’occasione; la Nijmegen Company dei Grenadier Guards, di cui il duca di York è il colonnello in capo, faranno ala agli sposi lungo la scalinata St George’s Chapel, infine le cornamuse dei 2° Battaglione del Royal Regiment of Scotland eseguiranno arie scozzesi dalla Garter Tower all’uscita degli sposi.

Dopo la passeggiata in landau Eugenie e Jack torneranno al castello di Windsor dove si svolgerà il wedding breakfast offerto dalla regina.

Eugenie e Jack, come, dove e quando in tv

Infine la tormentata e tormentosa questione della diretta tv che tante notti insonni ha causato sia al babbo della sposa, offeso per lo sgarbo all’amata secondogenita, sia ai royal wedding addicted. Dunque, incassato il no della BBC, che non ha ritenuto il wedding di Eugenie e Jack abbastanza royal per una copertura totale, è arrivata ITV a salvare la situazione e a calmare l’ira funesta del duca di York. Dall’Italia però non sarà possibile accedere allo streaming ma state tranquilli Real Time annuncia una diretta che se sarà come quella per Harry&Meghan ci vorrà la Citrosodina per digerirla.

Se volete fare a meno di Real Time o se non siete provvisti di un buon antiacido potete semplicemente connettervi con la pagina Facebook e il canale You Tube della Royal Family che trasmetteranno lo streaming della cerimonia nuziale di Eugenie e Jack.

qui —> https://www.youtube.com/user/TheRoyalChannel

e qui —> https://www.youtube.com/user/TheRoyalChannel

E anche questa volta grazie ai potenti mezzi forniti dai social e alla fibra (che pare sia giunta anche qua) mi troverete in diretta a commentare dal mio profilo personale Facebook e dal profilo @marina_minelli_  su Instagram.

Al castello di Windsor e al suo ruolo nella vita della royal family ho dedicato un itinerario del mio libro “Sulle tracce di Lady Diana – 15 itinerari a Londra e dintorni nei luoghi della principessa di Galles” disponibile su Amazon sia in versione ebook che nel tradizionale cartaceo.

Qui invece trovate la nuova edizione (sia cartacea che in formato ebook) del mio libro “Le regine e le principesse più malvagie della storia”.

Previous Post

Il rito dell'Afternoon Tea dalla regina Vittoria a Elisabetta II

Next Post

Nozze in verde con smeraldi per Eugenie e Jack sposi a Windsor

error: Content is protected !!